TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ritenendo di fare cosa gradita, Ti trasmettiamo il numero 44-2017 della newsletter settimanale dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord, che dal 2018 sarà riservata ai soli associati e sostenitori.

Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative all’anno 2016 ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 44-2017 – 30 dicembre 2017

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord, unitamente ai Revisori, rivolge agli Associati e a tutte le Colleghe e i Colleghi un sincero augurio di un felice e sereno nuovo anno.

In primo piano


L’anno che verrà.


A breve si conclude un anno, il 2017, nel corso del quale la nostra Categoria ha perso ancora una volta molte prerogative e sprecato occasioni, a favore di altre Professioni; ancora una volta non si è avviato un dialogo costruttivo con gli interlocutori istituzionali, in primis Agenzia delle Entrate ed INPS, che dopo aver utilizzato per anni i Commercialisti gratuitamente per rendere efficiente il fisco telematico, ora ne preannunciano la prematura "fine", senza però rinunciare alla loro fondamentale funzione di intermediari.

Quello che si sta per concludere sarà ricordato anche come l'anno della frattura tra CNDCEC e Sindacati, macchiatisi della colpa di aver voluto "rappresentare" le istanze dei propri Iscritti: una frattura che il C.N. ha deciso di rendere visibile con fiumi di inchiostro, deliberando di non "concedere" patrocini agli eventi formativi proposti dai Sindacati, oltre che non partecipando agli stessi e disertando quei tavoli ai quali erano presenti i Sindacati, salvo poi disertare anche quei tavoli dove presenziavano altri soggetti poco graditi al C.N. (quali i tributaristi, riconosciuti dalle Istituzioni come categoria), lasciandogli spazi inattesi.

Sul finire dell'anno in corso, il nostro C.N. ha anche deciso di abbandonare il Comitato Unitario delle Professioni, presieduto da Marina Calderone, per disaccordi sul tema dell'equo compenso, fortemente voluto dal CUP (e dai Sindacati), ma non ritenuto importante dal CNDCEC - salvo applicarlo concretamente per i propri Organi -, oltre che per dissapori sul tema delle specializzazioni, cavallo di battaglia dell'attuale C.N., non ritenute perseguibili dai partecipanti allo stesso CUP, e a quanto pare dallo stesso Governo che ha bocciato fermamente il progetto. All'indomani della fuoriuscita dal CUP è stata costituita una nuova "Associazione" con Notai ed Avvocati, per presentare istanze specifiche per il comparto "economico e giuridico", che al momento non ha prodotto risultati salva la possibilità per i Commercialisti di ricevere la rivista redatta dal Consiglio Nazionale Forense per i propri iscritti e per i Notai che hanno strenuamente difeso prerogative e mantenuto privilegi. L'anno 2017 verrà ricordato come l'anno degli "accessi agli atti". Sempre maggiori gli atti del C.N. pubblicati sui social da Iscritti, segno di un generale malcontento.

Con queste premesse è difficile fare considerazioni sull'anno che sta per arrivare. C'è solo un auspicio da fare: che la Categoria possa riconquistare dignità e che il nostro C.N. possa ricostruire un dialogo con tutti gli interlocutori, informando maggiormente gli Iscritti sulle attività in corso, ascoltandone e recependone le istanze, aprendosi all'ascolto di tutti, non chiudendosi come fatto nell'ultimo periodo. Pochi auspici, insomma, ma che ci si augura possano avverarsi per il bene superiore della Categoria.

Il Commercialista – Lavoro e Previdenza : online la rivista dell’ODCEC di Biella 


Si informa che è disponibile per la pubblica consultazione la rivista “Il Commerci@lista – Lavoro e Previdenza - anno VI N. 9”, a cura dell’ODCEC di Biella. La testata è aperta alla collaborazione di tutti i Colleghi.

Odcec di Roma - Commissione Terzo Settore e Non Profit


Si informa che la Commissione Terzo Settore e Non Profit dell’Ordine di Roma ha pubblicato sul sito web dell'ODCEC di Roma, rendendoli disponibili per la pubblica consultazione, due interessanti documenti aventi a oggetto l’analisi delle novità in materia di ordinamento e regime fiscale degli Enti del Terzo Settore. I due lavori analizzano in maniera approfondita gli argomenti di interesse del Codice del Terzo Settore, con particolare riferimento ai temi dell’ordinamento, dell’amministrazione e del controllo, e altresì consentono di esaminare le principali criticità connesse agli effetti fiscali della riforma.

  • “Gli Enti del Terzo Settore di tipo associativo: analisi delle novità in materia di ordinamento, amministrazione e controllo”

   Consulta il documento

  • “Il regime fiscale degli Enti del Terzo Settore: spunti critici sulla riforma in ambito tributario e decorrenze”

   Consulta il documento

CNPADC – Bandi di concorso.


Approvati dal CdA della Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti tre nuovi Bandi di concorso: riguardano l’assegnazione di borse di studio a favore di Dottori Commercialisti e a figli di Dottori Commercialisti, e il riconoscimento di contributi spese di ospitalità in case di riposo o di lunga degenza per malati cronici. Le domande dovranno pervenire secondo i modelli e le modalità previste nel portale dalla Cassa  www.cnpadc.it , entro e non oltre il 15 marzo 2018.

Leggi la notizia

Proroga al 01/01/2019 dell’obbligo dichiarazione di successione telematica.


Con Provvedimento del 28 dicembre 2017, l’Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di dichiarazione di successione e domanda di volture catastali, nonché le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica. Tale nuovo modello sostituisce quello approvato in data 15 giugno 2017 con riferimento alle successioni aperte a decorrere dal 3 ottobre 2006; il nuovo modello sarà utilizzabile a partire dal 15 marzo 2018. Fino al 31 dicembre 2018, per consentire un graduale avvio delle nuove procedure, sarà comunque consentito l’utilizzo del vecchio modello 4 con presentazione al competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Ne consegue che l’obbligo di invio telematico si avrà dal 1° gennaio 2019, con esclusivo utilizzo del nuovo modello approvato con il Provvedimento in oggetto.

Nuovi coefficienti di calcolo per l’usufrutto vitalizio e per le rendite.


Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 20 dicembre 2017, pubblicato in G.U. 301 del 28/12/2017, in considerazione dell’aumento della percentuale del tasso legale degli interessi (dallo 0,1% allo 0,3%), stabilito, a decorrere dal 1° gennaio 2018, dal D.M. 13 dicembre 2017, viene aggiornato, con decorrenza 1° gennaio 2018, il prospetto dei coefficienti allegato al D.P.R. n. 131/1986 per il calcolo dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni ai fini delle imposte di registro e sulle successioni e donazioni.

Pubblicate le bozze per i Modd. IVA 2018 e 730/2018.


Pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate le bozze della dichiarazione annuale IVA 2018 e del Mod. 730/2018. In particolare tra le novità più rilevanti si segnalano:

  • per la dichiarazione annuale IVA:

nel quadro VH non vanno più indicate le liquidazioni periodiche IVA in quanto già comunicate con lo specifico adempimento. Il quadro VH dovrà essere compilato solamente qualora ci siano correzioni da comunicare sulle liquidazioni periodiche già inviate;

  • sono stati modificati il rigo VE38 ed il rigo VJ18, a seguito delle modifiche intercorse al regime di split payment;
  • per il Mod. 730:

nel quadro B andrà indicato il reddito percepito dal proprietario dell’immobile che viene affittato (ad uso abitativo) per una durata inferiore ai 30 giorni. Per il sublocatore o per il comodatario tali somme percepite costituiscono un "reddito diverso" che andrà indicato nel quadro D, rigo D4, con il nuovo codice "10"

Codice "LEI" obbligatorio dal 3 gennaio 2018.


L'Autorità europea degli strumenti e dei mercati finanziari (ESMA) ha pubblicato un avviso in cui ricorda alle società che hanno aperto un conto titoli presso intermediari finanziari devono possedere il codice LEI, cioè il “Legal Entity Identifier Code” prima dell'entrata in vigore della direttiva MiFID II e del regolamento MIFIR il prossimo 3 gennaio 2018.

Pertanto, il codice LEI (codice alfanumerico composto da 20 caratteri, attribuito a livello internazionale) sarà obbligatorio a partire da gennaio 2018 per il reporting di tutte le operazioni finanziarie in conformità a MiFID II e MIFIR. L'obiettivo di questo identificatore è quello di migliorare la supervisione dei mercati e la loro trasparenza. Le società di servizi di investimento e gli enti creditizi che eseguono transazioni su strumenti finanziari per conto di clienti che sono soggetti giuridici avranno bisogno della LEI del cliente prima dell'esecuzione delle operazioni (articolo 26 MiFIR).

La richiesta di attribuzione del codice LEI può essere effettuata direttamente dall'impresa oppure attraverso un soggetto delegato, collegandosi al sito https://lei-italy.infocamere.it, attraverso una procedura a pagamento. Il codice LEI “scade” annualmente. I diritti di attribuzione e rinnovo sono di euro 85,40.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti


Si segnala che la Fondazione Nazionale, ha recentemente pubblicato i seguenti documenti:

  • Società di persone: criticità e prospettive di modifica della disciplina alla luce dei dati statistici

Consulta il documento

  • Lo stato di crisi negli Enti locali

Consulta il documento

  • Giustizia tributaria: qualche concreta proposta per migliorare

Consulta il documento

  • Dinamiche del credito alle PMI e riflessioni operative

Consulta il documento

  • Imposta sul reddito Le imposte indirette sui trust: la Cassazione torna sui suoi passi

Consulta il documento

  • Nota variazioni IVA

Consulta il documento

  • Il distacco transnazionale dei lavoratori e la cooperazione amministrativa internazionale alla luce della nuova Direttiva europea

Consulta il documento

  • Gli effetti della crisi sul lavoro dipendente e sul lavoro indipendente: occupazione e redditi

Consulta il documento

  • Crisi d'impresa e insolvenza nella prospettiva aziendale e giuridica alla luce delle riforme in itinere

Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Al Museo di Pietrarsa show di bolle di sapone e degustazione di vini.


Sabato 30 dicembre 2017 si terrà un bellissimo spettacolo al Museo Nazionale di Pietrarsa che prevede un suggestivo show di bolle di sapone e luci ed un tour serale.

Lo spettacolo sarà interattivo e unirà musica lirica con lo show di bolle di sapone e colori, per un appuntamento che farà divertire tutti i presenti, soprattutto i più piccini. Non potrà mancare, naturalmente, il tour sulle locomotive storiche e sui vagoni d’epoca e, per rendere ancora più speciale questo evento di fine anno, ci sarà una degustazione di vini offerta da Vesuvio DOP Consorzio Tutela Vini. Prenotazione obbligatoria. Museo Ferroviario di Pietrarsa, Traversa Pietrarsa – 80146 Napoli. Orario: 20.00 Prezzi: € 10 adulti, € 8 (6/13anni), gratuito 0/5 anni.

Prenotazione: 3402399453 | Associazione Mousikè

Concerto al Buio alla Galleria Borbonica di Napoli.


La Galleria Borbonica di Napoli (Via Morelli 61 - ingresso pedonale del Parcheggio Morelli), accoglie un evento particolarmente suggestivo. Si tratta del Concerto al Buio, che incanterà gli ascoltatori nei quattro appuntamenti in calendario alle ore 21,00, nei giorni 23 e 30 dicembre 2017 e il 12 e 26 gennaio 2018.Il concerto sarà preceduto da una breve visita guidata che condurrà in sala gli spettatori. I posti sono 100: i biglietti sono disponibili solo con prevendita online sul sito indicato di seguito. Si consiglia inoltre di indossare scarpe comode e un giubbino per godere al meglio dello spettacolo. Biglietto unico 20 € per concerto + breve visita. Per informazioni e prenotazioni: Evento Facebook | prevendita biglietti online| tel. 081.7645808 – 3662484151

Osservatorio professionale


Focus tributario


La notifica per compiuta giacenza NON è applicabile alle società.


È valida la notifica di un atto ad una persona giuridica presso la sede a mezzo del servizio postale, non essendovi alcuna previsione di legge ostativa al riguardo, purché mediante consegna a persone abilitate a ricevere il piego, mentre, in assenza di tali persone, deve escludersi la possibilità del deposito dell’atto e dei conseguenti avvisi presso l’ufficio postale. Così l’ordinanza 28.466 del 28/11/2017 della Cassazione Civile.

L’ articolo 145 codice procedura civile, infatti, non consente la notifica alla società con le modalità previste dagli art. 140 e 143 codice procedura civile, e, quindi, con gli avvisi di deposito di cui all’art. 8 della legge 20 novembre 1982, n. 890, che costituiscono modalità equivalenti alla notificazione ex art. 140 codice procedura civile, essendo questa riservata esclusivamente al legale rappresentante

Irpef, Irap e Iva dopo la notifica della cartella si prescrivono in 5 anni.


Interessante sentenza della CTP Milano che in data 06/12/2017 (sentenza n. 6797) ha stabilito che trattandosi di tributi periodici, trova applicazione il termine prescrizionale quinquennale ex articolo 2948 n. 4 codice civile. In difetto di dimostrazione da parte dell’Ufficio, in ordine al compimento di ulteriori atti interruttivi, risulta quindi la tardività della notificazione del preavviso di fermo amministrativo impugnato, poiché notificato quando ormai era spirato il termine prescrizionale quinquennale.

Nel caso in esame, le cartelle sottostanti l’intimazione di pagamento impugnata erano relative ad IRPEF 2002, notificata il 15 febbraio 2007, mentre quella relativa a crediti IRPEF, IRAP ed IVA 2003 era stata notificata il 4 giugno 2007. Tali date segnano il dies a quo di decorrenza dei rispettivi termini prescrizionali dei crediti tributari.

Il contributo unificato va restituito alla parte vittoriosa anche in mancanza di menzione da parte del giudice.


Per quanto riguarda la questione dell’omessa espressa statuizione sul contributo unificato, va invece richiamato il principio di diritto fissato dalla Cassazione, con la sentenza 2.691/2016, per cui: “Il contributo unificato atti giudiziali costituisce un'obbligazione ex lege gravante sulla parte soccombente per effetto della condanna alle spese, sicché, anche in caso di mancata menzione da parte del giudice, la relativa statuizione include, implicitamente, l'imposizione della restituzione alla parte vittoriosa di quanto versato, senza che si renda necessaria alcun correzione, per errore materiale, del provvedimento giudiziale e restando il pagamento verificabile, anche in sede esecutiva, con la corrispondente ricevuta”.

Conseguentemente, l’obbligo per l’Amministrazione soccombente di corrispondere alla ricorrente vittoriosa il contributo unificato non necessitava di alcuna specifica statuizione sul punto, ma di tale obbligo si può dare senz’altro atto, ad abundantiam, nella sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 20/12/2017.

In base al disposto dell’art. 2, co. 2, D.M. 55/2014 è, poi, da ritenersi pacifico che alla parte vittoriosa spettasse anche il rimborso delle spese forfettarie, nella misura del 15%, per cui la sentenza di primo grado va riformata in questo senso, con riconoscimento del relativo accessorio di legge.

Per quanto riguarda la presunta violazione dei “minimi tariffari”, va invece dato atto che i parametri riportati nelle tabelle allegate al D.M. 55/2014 sono valori medi che, ai sensi dell’art. 4, co. 1 del D.M. 55/2014 possono essere ridotti, di regola, fino al 50% e, per la fase istruttoria, persino fino al 70%, il che, nella specie, appare senz’altro corretto, considerata la modesta complessità e difficoltà del caso.

Focus societario


Legittimazione a presentare la denuncia al Tribunale di gravi irregolarità nella gestione.


Deve ritenersi inammissibile la denuncia al Tribunale ex art. 2409 c.c. presentata dall’ex presidente del collegio sindacale e dal creditore della società, essendo il rimedio espressamente riservato ai soci rappresentanti, nelle società “chiuse”, il decimo del capitale sociale ovvero al collegio sindacale inteso quale organo in carica, ovvero ancora al pubblico ministero per il solo caso di società che fanno ricorso al mercato del capitale di rischio, né competendo al Tribunale poteri ufficiosi in materia.

Responsabilità dell’amministratore di società fallita.


Le azioni di responsabilità nei confronti degli amministratori di una società di capitali previste dagli artt. 2393 e 2394 cod. civ., pur essendo tra loro distinte, in caso di fallimento dell’ente confluiscono nell’unica azione di responsabilità, esercitabile da parte del curatore ai sensi dell’art. 146 legge fall., la quale, assumendo contenuto inscindibile e connotazione autonoma rispetto alle prime – attesa la “ratio” ad essa sottostante, identificabile nella destinazione, impressa all’azione, di strumento di reintegrazione del patrimonio sociale, unitariamente considerato a garanzia sia degli stessi soci che dei creditori sociali – implica una modifica della legittimazione attiva di quelle azioni, ma non ne immuta i presupposti. Ne consegue che i fatti addotti a fondamento della domanda identificano l’azione in concreto esercitata dal curatore, ed, in particolare, la disciplina in materia di prova e di prescrizione, quest’ultima in ogni caso quinquennale, ma, se fondata sulle circostanze idonee ad attivare l’azione sociale, con decorrenza non dal momento in cui l’insufficienza patrimoniale si è manifestata come rilevante per l’azione esperibile dai creditori, bensì dalla data del fatto dannoso e con applicazione della sospensione prevista dall’art. 2941, n. 7, cod. civ., in ragione del rapporto fiduciario intercorrente tra l’ente ed il suo organo gestorio

(Sent. 2519/2017 Tribunale Catania – sezione Imprese)

Focus Enti Locali


Sottoscrizione, acquisto e cessione di partecipazioni in società pubbliche.


Lo studio n. 229-2017/I, intitolato “Procedimenti amministrativi in materia di sottoscrizione, acquisto, cessione di partecipazioni sociali da parte di pubbliche amministrazioni ed onere di controllo notarile” esamina i profili prettamente operativi e che più interessano l’attività che il notaio è tenuto a compiere in materia.

L’elaborato parte dal riferimento al Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (TUSP), introduttivo del procedimento, comune per diverse fattispecie, che prevede l’adempimento dell’onere di motivazione analitica e l’obbligo di trasmissione della delibera motivata alla Corte dei conti e all’Agcm.

Dopo aver illustrato, nel dettaglio, il contenuto e le peculiarità di questo procedimento, i notai individuano i vari tipi di atti che risultano soggetti alla relativa disciplina.

Si tratta degli atti costitutivi di società, degli aumenti di capitale, delle modifiche dell’oggetto sociale, delle trasformazioni, dei trasferimenti di sede all’estero, delle revoche dello stato di liquidazione nonché delle ipotesi di fusione e scissione.

Esaminate, a seguire, l’alienazione di partecipazioni detenute da pubbliche amministrazioni e la costituzione di vincolisulle stesse, attività che, per contro, non sono sottoposte alla disciplina appena menzionata dell’onere di motivazione analitica e della trasmissione dell’atto deliberativo, ma vanno realizzate nel rispetto dei principi di pubblicità, trasparenza e non discriminazione.

Per finire, lo scritto si sofferma sul tipo di controllo che il notaio è chiamato a espletare in sede di ricevimento di un atto costitutivo, modificativo o di cessione di partecipazioni di tali società, muovendo dalla distinzione tra la delibera con cui l’ente pubblico assume la decisione di sottoscrivere o trasferire la partecipazione e il negozio con cui la sottoscrizione o il trasferimento vengono posti in essere.

Ragioneria Generale dello Stato: circolare sul bilancio di previsione per l’esercizio 2018.


La circolare 33 del 20/12/2017, nel quadro del rispetto dei vincoli imposti dal patto di stabilità e crescita e di conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica, segnala alle Amministrazioni centrali ed agli Enti ed organismi vigilati l’esigenza di adottare, nella predisposizione del bilancio di previsione per l’esercizio 2018, criteri volti al contenimento delle spese valutando attentamente la possibilità di procedere ad un’oculata riduzione degli stanziamenti complessivi. Pertanto, gli enti interessati dovranno fondare i bilanci di previsione 2018 tenendo conto sia delle norme di contenimento della spesa pubblica che di quelle introdotte dalle altre disposizioni normative vigenti e riepilogate nel quadro sinottico allegato alla circolare. Con la circolare sono state fornite, altresì, indicazioni riguardanti: l’impostazione del bilancio previsionale ed obblighi derivanti dal processo di armonizzazione dei sistemi contabili pubblici (Scheda tematica A); taluni adempimenti posti a carico delle Società a partecipazione pubblica (Scheda tematica D) e aggiornamenti in materia di efficientamento della spesa per acquisti a seguito dell’emanazione del D.Lgs. 56/2017 recante “Disposizioni integrative e correttive al D.Lgs 50/2016 (Scheda tematica F).  

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna sono 188 le procedure fallimentari pubblicate sul sito del Tribunale e 14 i concordati. Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati edi 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono al progressivo 12. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall 190 22/12/17 Di Tommaso Domenico Dott NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 189 22/12/17 Buonanno Vittorio Dott NN Caria Enrico
n.d. Fall 188 21/12/17 Cesiano Davide Avv. Na Satta Cristiana
n.d. Fall 187 21/12/17 Del Vecchio Antonio Dott NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 186 21/12/17 Di Tommaso Domenico Dott NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 185 21/12/17 Buonanno Vittorio Dott NN Caria Enrico
n.d. Fall 184 21/12/17 Caterino Vincenzo Dott NN De Vivo Maria
n.d. Fall 183 21/12/17 Cesiano Davide Avv. Na Satta Cristiana
n.d. Fall 182 21/12/17 Caterino Vincenzo Dott NN De Vivo Maria
n.d. Fall 181 n.d. Del Vecchio Antonio Dott NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 180 07/12/17
  Frezza Enrico
Avv, SMCV Satta Cristiana
n.d. Fall 161 16/11/17 Fontana Sandro Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 160 16/11/17. Aversano Angelo Dott. Na Satta Cristiana

Composizione crisi da sovraindebitamento

Debitore Tipo Num. Data dich. Professionista Titolo Giudice Delegato
n.d. CCS 4604 31/10/17 Leccia Francesca Dott. NN Caria Enrico
Brillante/Borriello CCS 1641 n.d. Maddaluno Lucia

Dott.

NN

Caria Enrico

Calvanese Antonio e

Buono Immacolata

CCS 1086 05/04/2017

Aversano

Angelo

Dott.

NN

Caria Enrico

Paone Antonio e

Mari Nunzia

CCS 431 28/02/2017

Conte

Antonio

Dott.

NN

Caria Enrico

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d c..p. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d n.d 15 n.d n.d n.d n.d
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17 Giordano Francesco n.d. Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17 Macchioni Riccardo

Prof.

Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bagatelle s.r.l. C.P. 7 21.04.17 Molino Domenico

Dott.

NA

Satta Cristiana
Wattsud Lavorazioni Elettromeccaniche di Precisione S.p.A. C.P. 6 21.04.17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni
CE.DI. SISA CENTRO SUD SPA C.P. 5 31.03.17

Mazzei

Alfredo

Palmieri Francesco

Tuccillo Antonio

Dott.

NA

Dott.

NA

Dott.

NN

Caria Enrico
Badafin s.r.l. C.P. 4 04/08/17 Giuliano Gaetano  n.d. Rabuano Arminio Salvatore
EDIL ROSES S.R.L. IN LIQUIDAZIONE C.P. 3 01.03.17

Caterino

Vincenzo

Dott.

NN

Satta Cristiana
Caputo 1890 s.r.l. C.P. 2 03.02.17 Graziano Monica

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
Farmacia Dott. Ronga Vincenzo C.P. 1 n.d.

Casillo

Gianluca

Dott.

CE

Caria Enrico

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi rinviandosi ai dati pubblicati presso il Tribunale per verificare la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 30 del 22/12/17

Reclamo/mediazione tributaria – Modifiche apportate dall’articolo 10 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 – Chiarimenti e istruzioni operative

  • Circolare n. 29 del 22/12/17

Applicazione del contributo unificato ai ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica

  • Circolare n. 28 del 15/12/17

Scissione dei pagamenti art. 17-ter DPR n. 633 del 1972 – versamento dell’acconto IVA art. 6, comma 2, della L. 29 dicembre 1990, n. 405

  • Circolare n. 27 del 07/11/17

IVA. Modifiche alla disciplina della scissione dei pagamenti - Art. 1 del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, nella legge 21 giugno 2017, n. 96

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Interpello ordinario – fusione per incorporazione tra due società comunitarie con stabile organizzazione in Italia – applicabilità dell’articolo 181 del TUIR anche alle operazioni di cui alla lettera d) dell’articolo 178 del TUIR - pdf

  • Risoluzione n. 160 del 21/12/17

Istituzione del codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, delle agevolazioni a favore delle imprese localizzate nella zona franca urbana istituita nei comuni delle regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016, ai sensi dell’articolo 46 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 98 - pdf

  • Risoluzione n. 159 del 21/12/17

Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (c.d. F24 ELIDE), delle somme dovute per omesso o insufficiente pagamento del contributo unificato, richieste dagli uffici della Giustizia Amministrativa - Articoli 16 e 248 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115 - pdf

  • Risoluzione n. 158 del 21/12/17

Interpello art.11, comma 1, lettera a), legge 27 luglio 2000, n.212. Tassazione ai fini dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo di un contratto d’appalto stipulato tra un comune e un’organizzazione di volontariato - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento Gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento marzo 2016

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi organizzati sul territorio delle province di Napoli e Caserta ed accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Non si segnalano eventi nel periodo.


Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2017 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2017 in euro 60,00. La quota sarà utilissima per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, una rassegna dei principali strumenti finanziari a supporto delle aziende, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e sovraterritoriale e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese