TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ritenendo di fare cosa gradita, Ti trasmettiamo il numero 01-2018 della newsletter settimanale dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord, che a breve sarà riservata ai soli associati e sostenitori.

Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative all’anno 2016 ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

 

Informativa ANC Napoli Nord n° 01-2018 – 6 gennaio 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

In primo piano


Sindacati: «Serve una riforma delle politiche fiscali».


La legge di bilancio 2018 non convince le associazioni sindacali dei commercialisti che, attraverso un comunicato stampa del 04/01/2018, hanno criticato il provvedimento sia nella forma che nella sostanza.

Preliminarmente, lascia perplessi la decisione di approvare un testo con un solo articolo e 1181 commi, contenente modifiche normative e disposizioni retroattive. Un simile provvedimento, scrivono le associazioni ADC, ANC e UNGDCEC, “non è propriamente rispettoso dei principi di chiarezza e di trasparenza disposti dallo Statuto del contribuente in materia tributaria. Così come la retroattività di alcune delle disposizioni costituisce un’ulteriore e palese violazione dei più basilari diritti del contribuente”.

Considerazioni che portano i sindacati a chiedere nuovamente, come fatto diverse volte in passato, l’elevazione dello Statuto del contribuente a “norma di rango costituzionale”.

Riguardo alla fatturazione elettronica, in considerazione dei costi che graveranno principalmente sulle imprese più piccole e meno strutturate, andrebbe introdotta con gradualità e coniugata con la previsione di istituti premiali per i soggetti che decidono di adottarla sin da subito.

Criticità e perplessità sulle nuove regole sulle detrazioni IVA e sul mancato riporto delle perdite relativamente alle contabilità semplificate con nuovi criteri di cassa.

Attestazione disoccupazione ai Consulenti del lavoro ma non ai COMMERCIALISTI.


La Legge di Stabilità assegna ai consulenti del lavoro e non ai commercialisti, la possibilità di accedere, per il tramite della Fondazione Consulenti per il Lavoro, in esclusiva professionale alla banca dati informativa dell'Anpal per confermare lo status occupazionale dei lavoratori in via di assunzione e la presenza di eventuali precedenti contratti a tempo indeterminato nella pregressa carriera degli stessi. Tale informazione si rivelerà fondamentale per confermare definitivamente la legittimità della fruizione del nuovo incentivo occupazionale triennale per i giovani, varato nella stessa legge di stabilità 2018.

La presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, Calderone, ha espresso grande soddisfazione per questa misura che conferma la centralità conquistata dai consulenti del lavoro rispetto alla gestione del rapporto di lavoro, anche per il ruolo fondamentale cui sono stati chiamati i professionisti con la gestione degli sgravi fin dalle misure del Jobs act, che hanno riguardato complessivamente 8milioni di lavoratori. 

Disponibile (non per i Commercialisti) l'app per le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.


Il Ministero del Lavoro comunica la disponibilità, a partire dal 2 gennaio 2018, dell’app "Dimissioni Volontarie", mediante la quale è possibile trasmettere telematicamente le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. L’app permette ai cittadini ed ai soggetti abilitati (CAF e Consulenti del lavoro) di accedere alla procedura del Ministero del Lavoro e di inviare, attraverso pochi passaggi online, il modello telematico al datore di lavoro. L’accesso è consentito solo a chi è in possesso del dello SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale introdotto sulla piattaforma dei servizi del Ministero dal 19 maggio 2017) e i soggetti abilitati potranno utilizzare le proprie credenziali di accesso al portale dei servizi del Ministero del Lavoro.

 

 

Il Presidente di ANC Marco Cuchel al Tgcom24 per parlare delle prime scadenze fiscali.


Il Presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti, Marco Cuchel, è intervenuto a Tgcom24 per parlare delle novità fiscali 2018. Clicca qui per l’intervista.

Pubblicato il regolamento formativo per i commercialisti.


Pubblicato sul Bollettino ufficiale del Ministero della Giustizia n. 24 del 31 dicembre 2017 il nuovo “Regolamento per la formazione professionale continua degli Iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili” approvato dal Consiglio Nazionale nella seduta dello scorso 18 dicembre. 

Tra le novità previste dal nuovo regolamento in vigore dal 1° gennaio 2018:

  • la validità “ultratriennio” dei crediti conseguiti frequentando le Scuole di Alta Formazione;
  • l’equipollenza, nelle materie di riferimento, tra la formazione professionale continua dei Commercialisti e la formazione iniziale e l’aggiornamento biennale dei gestori delle crisi da sovraindebitamento;
  • la possibilità di ottenere l'esonero dall'obbligo formativo per gli iscritti nell'elenco speciale e per coloro che non esercitano la professione neanche occasionalmente.

Da notare inoltre la riformulazione della regolamentazione della formazione a distanza che, già nel triennio in corso, consente di assolvere l’intero obbligo formativo in modalità e-learning.

Nonostante la solenne bocciatura ricevuta dal Governo sul progetto delle specializzazioni, il CNDCEC continua a spingere sulle SAF, cercando di renderle più appetibili attribuendo loro un "superbonus formativo". Ci sarà da capire nel futuro se stessa sorte potrà essere riservata a coloro che legittimamente hanno deciso di seguire un percorso specialistico universitario che conceda un titolo. Si deve ricordare, infatti, che attualmente gli attestati delle SAF nono sono equiparati ai titoli di master universitario di secondo livello, auspicando che il C.N. riesca ad ottenere questo importante riconoscimento. Ulteriore auspicio è riservato all'adozione di criteri di trasparenza delle SAF.

Consulta il regolamento

Credito d’imposta investimenti nel Mezzogiorno: modifiche alla comunicazione.


Il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate apporta modifiche alla comunicazione da trasmettere al Fisco per poter usufruire del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, previsto dalla Legge di stabilità 2017. Le modifiche al precedente modello si sono rese necessarie per adeguarlo alla normativa europea che prevede:

  • la soppressione della disposizione che escludeva dal campo di applicazione degli aiuti a finalità regionale i beneficiari che, nei due anni precedenti la domanda di aiuti agli investimenti, avevano chiuso una stessa attività o un’attività analoga nel SEE o che avevano concretamente in programma di farlo entro 2 anni dal completamento dell’investimento;
  • l’introduzione di una nuova disposizione che obbliga il beneficiario che presenta domanda di aiuti a finalità regionale agli investimenti a confermare che non ha effettuato una delocalizzazione verso lo stabilimento in cui deve svolgersi l’investimento iniziale per il quale è richiesto l’aiuto nei due anni precedenti la domanda di aiuto ed a impegnarsi a non farlo nei due anni successivi al completamento dell’investimento iniziale per il quale è richiesto l’aiuto.

Il nuovo modello entra in vigore l'11 gennaio 2018.

Le modifiche alle istruzioni al quadro C “Elenco soggetti sottoposti alla verifica antimafia” recepiscono le indicazioni fornite dalle Prefetture sull’applicazione del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, in materia di documentazione antimafia.

Pubblicati emendamenti ai principi contabili nazionali.


L’OIC ha pubblicato alcuniemendamenti ai principi contabili nazionali, di seguito elencati:

  • OIC 12 "Composizione e schemi del bilancio d’esercizio"
  • OIC 13 "Rimanenze"
  • OIC 16 "Immobilizzazioni materiali"
  • OIC 17 "Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto"
  • OIC 19 "Debiti"
  • OIC 21 "Partecipazioni"
  • OIC 24 "Immobilizzazioni immateriali"
  • OIC 25 "Imposte sul reddito"
  • OIC 29 "Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, atti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio"
  • OIC 32 "Strumenti finanziari derivati"

Gli emendamenti si applicano ai bilanci con esercizio avente inizio a partire dal 1° gennaio 2017 o da data successiva.

Farmacie private dal 2017 apertura alle società di capitali.


La legge 124/2017 «legge annuale per il mercato e la concorrenza» ha apportato numerose innovazioni al settore della distribuzione farmaceutica i cui punti salienti possono così essere sintetizzati:

  • ingresso di società di capitali nella titolarità dell'esercizio della farmacia privata;
  • rimozione del limite delle 4 licenze, attualmente previsto, in capo ad una identica società;
  • divieto di controllo, diretto o indiretto da parte di un medesimo soggetto, di una quota superiore al 20 per cento delle farmacie della medesima regione o provincia autonoma;
  • soppressione dei requisiti soggettivi per la partecipazione alle società che gestiscono farmacie, ovvero, anche una società di non farmacisti può essere titolare di farmacia privata, fermo restando la direzione della stessa a capo di un farmacista;
  • la direzione della farmacia può essere affidata anche ad un farmacista non socio;
  • incompatibilità per il socio persona fisica della società titolare dell’esercizio della farmacia privata con l’esercizio della professione medica e con qualsiasi altra attività svolta nel settore della produzione ed informazione scientifica del farmaco; compatibile parrebbe l’attività di intermediazione (distribuzione) del farmaco;
  • concessione, ai titolari delle farmacie ubicate nei comuni con popolazione inferiore a 6.600 abitanti, che risultino essere soprannumerarie per decremento della popolazione, di ottenere il trasferimento territoriale presso comuni della medesima regione. La domanda di trasferimento è ammessa verso i comuni che presentino un numero di farmacie inferiore a quello spettante. Il trasferimento è concesso sulla base di una graduatoria regionale per titoli e previo il pagamento di una tassa di concessione governativa una tantum pari a 5.000 euro;
  • modifica della disciplina sulla partecipazione in forma associata ai concorsi per il conferimento di sedi farmaceutiche in riferimento all'obbligo di mantenimento della conseguente gestione associata, che passa da dieci a tre anni;
  • concessione di fornitura di medicinali utilizzabili in ambiente ospedaliero;

 

 

Contributo annuale 2018 Revisori Legali.


L’importo del contributo annuale di iscrizione per l’anno 2018, determinato dal decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 5 dicembre 2016, è pari ad euro 26,85, da versare in un’unica soluzione entro il 31 gennaio 2018. Il pagamento potrà essere effettuato utilizzando i servizi del sistema pagoPA®, tramite gli strumenti di pagamento elettronico resi disponibili dalla piattaforma, direttamente dal sito web della revisione legale o presso gli intermediari autorizzati.

Nei prossimi giorni saranno recapitati, all’indirizzo PEC comunicato da ciascun iscritto al Registro dei revisori legali, appositi avvisi per il pagamento del contributo. Per ulteriori informazioni sulle modalità di pagamento, è possibile visitare la sezione “Contributi Annuali”. Si ricorda, infine, l’obbligo di accreditamento all’Area riservata nella quale è possibile, tra l’altro, consultare lo stato dei pagamenti pregressi, scaricare copia dell’avviso di pagamento ed aggiornare i propri dati anagrafici e di contatto, incluso l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) che ciascun iscritto è tenuto a comunicare in attuazione dell’articolo 27, comma 2, del decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135.

 

 

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti


Si segnala che la Fondazione Nazionale, ha recentemente pubblicato i seguenti documenti:

  • Società di persone: criticità e prospettive di modifica della disciplina alla luce dei dati statistici

Consulta il documento

  • Lo stato di crisi negli Enti locali

Consulta il documento

  • Giustizia tributaria: qualche concreta proposta per migliorare

Consulta il documento

  • Dinamiche del credito alle PMI e riflessioni operative

Consulta il documento

  • Imposta sul reddito Le imposte indirette sui trust: la Cassazione torna sui suoi passi

Consulta il documento

  • Nota variazioni IVA

Consulta il documento

  • Il distacco transnazionale dei lavoratori e la cooperazione amministrativa internazionale alla luce della nuova Direttiva europea

Consulta il documento

  • Gli effetti della crisi sul lavoro dipendente e sul lavoro indipendente: occupazione e redditi

Consulta il documento

  • Crisi d'impresa e insolvenza nella prospettiva aziendale e giuridica alla luce delle riforme in itinere

Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

 

 

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

 

 

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Concerto al Buio alla Galleria Borbonica di Napoli.


La Galleria Borbonica di Napoli (Via Morelli 61 - ingresso pedonale del Parcheggio Morelli), accoglie un evento particolarmente suggestivo. Si tratta del Concerto al Buio, che incanterà gli ascoltatori nei quattro appuntamenti in calendario alle ore 21,00, nei giorni 12 e 26 gennaio 2018.Il concerto sarà preceduto da una breve visita guidata che condurrà in sala gli spettatori. I posti sono 100: i biglietti sono disponibili solo con prevendita online sul sito indicato di seguito. Si consiglia inoltre di indossare scarpe comode e un giubbino per godere al meglio dello spettacolo. Biglietto unico 20 € per concerto + breve visita. Per informazioni e prenotazioni: Evento Facebook | prevendita biglietti online| tel. 081.7645808 – 3662484151

Osservatorio professionale


 

Focus tributario


 

Notifica tramite pec inesistente senza ricevuta di avvenuta consegna e attestazione di conformità.


La cartella di pagamento è da considerarsi nulla ed improduttiva di qualsiasi effetto giuridico per mancata notifica della stessa, qualora Equitalia non esibisca alla parte interessata anche la ricevuta di avvenuta consegna con l’attestazione della conformità. Lo ha precisato la Ctp di Napoli con la sentenza n. 10517/2017 del 10/05/2017 depositata il 14/11/2017. Sulla questione è intervenuta anche la Corte di Cassazione con la sentenza n. 20072/2015 che conferma la inesistenza della notifica tramite pec qualora non si esibisca alla parte interessata anche la ricevuta di avvenuta consegna con l’attestazione della conformità.

 

 

La notifica di più atti con una sola raccomandata secondo la Cassazione.


In caso di notifica di cartella di pagamento a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, ove l’involucro contenga plurime cartelle e il destinatario ne riconosca solo una, è necessario, perché operi la presunzione di conoscenza posta dall’articolo 1335 cod. civ., che l’autore della comunicazione fornisca la prova che l’involucro le conteneva, atteso che, secondo l’ “id quod plerunque accidit”, ad ogni atto da comunicare corrisponde una singola spedizione.

A tal fine, l’indicazione dei numeri delle cartelle sull’avviso di ricevimento, in quanto sottoscritto dal destinatario ex articolo 12 del D.P.R. 29 maggio 1982, n. 655, pur non assumendo fede privilegiata, visto che vi provvede non l’agente postale ma lo stesso mittente, ha valore sul piano presuntivo ed ai fini del giudizio sul riparto dell’onere della prova”.

Lo ha precisato la Cassazione con l’ordinanza n. 25598/2017 del 27/10/2017.

L’onere della prova in relazione al contenuto dell’atto notificato ricade esclusivamente sul mittente e, quindi, nel caso di specie, il Comune avrebbe dovuto preoccuparsi di verificare tale circostanza.

In ordine alla pluralità di avvisi di accertamento unitariamente notificati, il ricorrente lamenta che la CTR avrebbe omesso di considerare che effettivamente sulla copia della ricevuta di ritorno era riportata la numerazione corrispondente a tutti e quattro gli avvisi di accertamento e che sulla copia degli avvisi, veniva indicata una sola raccomandata, a riprova della spedizione unitaria.

Per la cassazione la tesi del ricorrente non può essere accolta, in quanto il ricorso risulta carente sotto il profilo dell’autosufficienza, atteso che i predetti atti vengono meramente menzionati, senza che siano stati ne’ parzialmente riprodotti, ne’ specificamente indicati in merito all’epoca della produzione ed alla collocazione nel fascicolo processuale.

 

 

Dopo la richiesta dei documenti è necessario il contraddittorio endoprocedimentale.


Illegittimo l’accertamento, senza processo verbale di constatazione e quindi senza contraddittorio endoprocedimentale, anche quando si tratta di semplice richiesta di documentazione contabile.

Lo ha precisato la CTP Treviso con la sentenza n.369/1/2017 del 2/8/2017.

L’art. 41 della Carta dei Diritti Fondamentali della U.E. stabilisce che: “ogni individuo ha diritto a che le questioni che lo riguardano siano trattate in modo imparziale, equo ed entro un termine ragionevole dalle istituzioni e dagli organi dell’Unione”.

Tale diritto comprende: il diritto di ogni individuo di essere ascoltato prima che nei suoi confronti venga adottato un provvedimento individuale che gli rechi pregiudizio.

Anche l’art. 12, comma 7, dello statuto del contribuente riporta: “nel rispetto del principio di cooperazione tra amministrazione e contribuente, dopo il rilascio del processo verbale di chiusura delle operazioni da parte degli organi di controllo, il contribuente può comunicare entro sessanta giorni osservazioni e richieste che sono valutate dagli uffici impositori”. L’avviso di accertamento non può essere emanato prima della scadenza del predetto termine, salvo casi di particolare e motivata urgenza”.

Anche la stessa Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 25/E del 06/08/2014, nel dettare disposizioni su Accertamento, Prevenzione e contrasto all’evasione, ha rilevato l’importanza del rapporto con il contribuente che “nell’ambito dell’attività di controllo, si declina attraverso la partecipazione del cittadino al procedimento di accertamento mediante il contraddittorio, sia nella fase istruttoria sia nell’ambito degli istituti definitori della pretesa tributaria”.

Focus societario


Competenza delle Sezioni di Impresa in una controversia in materia di franchising.


Sussiste la competenza delle Sezioni Specializzate di Impresa in una controversia in materia di franchising, quando essa non riguardi solo l’esecuzione del contratto bensì l’esercizio dei diritti relativi alla proprietà industriale, ovvero l’indebito utilizzo di privative registrate. In tal caso, l’illegittimo uso di segni distintivi attrae la competenza sulla domanda di adempimento contrattuale. Cosi il Tribunale di Milano, sentenza n. 11943/2017 pubbl. il 28/11/2017

Azione di responsabilità esercitata dal socio di snc e scioglimento per impossibilità di conseguire l’oggetto sociale: profili sostanziali e processuali.


Nelle società personali, atteso che il diaframma tra l’ente collettivo -non personificato e sprovvisto di autonomia patrimoniale perfetta- e le persone dei suoi soci è più elastico e permeabile rispetto agli enti personificati,  il necessario contraddittorio nei confronti della società, anche ove legittimata passiva in via esclusiva, può ritenersi regolarmente instaurato nel caso in cui siano convenuti in giudizio tutti i suoi soci: sempre che sia inequivocabile che l’attore abbia inteso così agire nei confronti della società. Tale principio si applica anche là dove la società sarebbe la beneficiaria degli effetti dell’azione di responsabilità che un socio ha creduto di poter esercitare in sua vece.

Nelle società personali non è ammessa l’azione sociale di responsabilità individuale del socio, atteso che l’art. 2260 cpv. c.c. attribuisce l’azione di responsabilità contro l’amministratore alla società “mandante”: e nessuna norma speciale deroga, per le accomandite, a tale principio. Nè può trovare applicazione analogica le norma di cui all’art. 2467, co. 3 c.c. dettata per le società a responsabilità limitata, la quale costituisce disposizione speciale.

Il Tribunale può essere investito dell’accertamento dell’intervenuto scioglimento di una società personale per la sussistenza di una delle cause previste dalla legge al fine di ottenere una decisione suscettibile di costituire giudicato. Viceversa, è privo dell’efficacia di giudicato il provvedimento di nomina dei liquidatori emesso dal presidente del Tribunale ex art. 2275 co. 1° c.c. e, pertanto, gli effetti di questo potranno sempre essere rimossi mediante un un giudizio ordinario volto all’accertamento della insussistenza della causa di scioglimento. Resta, invece, estraneo alla giurisdizione del Tribunale la nomina del liquidatore.

Qualora l’unico socio accomandatario venga giudizialmente privato della facoltà di amministrare e i soci non si accordino per la sua sostituzione, non può applicarsi analogicamente l’art. 2323 co. 2° c.c. (a norma del quale, ove vengano meno tutti gli accomandatari per il periodo indicato nel comma precedente, gli accomandanti nominano, per il compimento degli atti di ordinaria amministrazione, un amministratore provvisorio), ma si determina una causa di scioglimento della società per impossibilità di conseguimento del suo oggetto sociale (art. 2272, n. 2), tenendo conto che il potere di amministrazione è riservato esclusivamente al socio accomandatario.

Tribunale di Milano-Sentenza n. 11387/2017 pubbl. il 13/11/2017

Focus Enti Locali


Proroga al 28 febbraio 2018 per il bilancio di previsione 2018-2020.


Con Decreto 29 novembre 2017, pubblicato sulla G.U. n. 285 del 6 dicembre 2017, il Ministero dell’Interno ha disposto la proroga al 28 febbraio 2018 del termine per la deliberazione del bilancio di previsione di Comuni, Province e Città metropolitane per il triennio 2018/2020.

Sfuma dunque, anche per quest’anno, la possibilità di riveder coincidere la scadenza in oggetto con la data ordinaria fissata dal Tuel (il 31 dicembre dell’anno precedente a quello cui il bilancio preventivo è riferito).

Il Governo ha accolto solo in parte la richiesta dell’Anci che puntava ad ottenere il differimento al 30 marzo 2018.

Il “via libera” al differimento è stato dato dalla Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, nel corso della seduta straordinaria del 23 novembre 2017.

Pareggio di bilancio Enti locali – Patto di solidarietà nazionale “verticale” 2018.


E’ on line all’indirizzo pareggiobilancio.mef.gov.it il modello per l’acquisizione delle informazioni e la richiesta da parte degli enti locali degli spazi finanziari concernenti il cosiddetto patto di solidarietà nazionale “verticale”, ai sensi dell’articolo 1, commi da 485 a 486 bis, 487-bis e commi da 490 a 494, della legge 11 dicembre 2016, n. 232.

In merito agli spazi finanziari riferiti ad interventi di edilizia scolastica, di cui ai commi 487, 488 e 488-bis, dell’articolo 1 della legge n. 232 del 2016, si segnala che sul sito italiasicura.governo.it/ è disponibile apposito avviso pubblicato dalla competente Struttura di missione per il coordinamento degli interventi di edilizia scolastica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si suggerisce, pertanto, di consultare direttamente il sito web indicato e di richiedere eventuali informazioni all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

In merito agli spazi finanziari riferiti ad interventi di impiantistica sportiva, di cui ai commi 487-bis e 488-ter, del citato articolo 1 della legge n. 232 del 2016, introdotti dal comma 874, lett. d) e g) dell’articolo 1 della legge di bilancio 2018, si segnala che sul sitowww.sportgoverno.it/ è disponibile apposito avviso pubblicato dal competente Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ai sensi dei commi da 490 a 494 dell’articolo 1 della citata legge n. 232 del 2016, entro il termine perentorio del 20 gennaio 2018, gli enti locali comunicano gli spazi finanziari di cui necessitano per gli investimenti diversi dall’edilizia scolastica al Ministero dell’economia e delle finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, attraverso la compilazione dell’apposito modello presente sul sistema web di cui all’indirizzo pareggiobilancio.mef.gov.it, fornendo le informazioni relative al fondo di cassa al 31 dicembre dell’anno precedente ed al risultato di amministrazione, al netto della quota accantonata del Fondo crediti di dubbia esigibilità, risultante dal rendiconto (o dal preconsuntivo) dell’anno precedente.

Si rammenta che, decorsa la data del 20 gennaio 2018, non è più possibile rettificare i dati.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

 

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure dichiarate e pubblicate sul sito del Tribunale sono 1. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati. Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati edi 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono al progressivo 12. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

 

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall. 1 04/01/18 Tammaro Elia Dott NN Satta Cristiana
n.d. Fall 190 22/12/17 Di Tommaso Domenico Dott NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 189 22/12/17 Buonanno Vittorio Dott NN Caria Enrico
n.d. Fall 188 21/12/17 Cesiano Davide Avv. Na Satta Cristiana
n.d. Fall 187 21/12/17 Del Vecchio Antonio Dott NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 186 21/12/17 Di Tommaso Domenico Dott NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 185 21/12/17 Buonanno Vittorio Dott NN Caria Enrico
n.d. Fall 184 21/12/17 Caterino Vincenzo Dott NN De Vivo Maria
n.d. Fall 183 21/12/17 Cesiano Davide Avv. Na Satta Cristiana
n.d. Fall 182 21/12/17 Caterino Vincenzo Dott NN De Vivo Maria
n.d. Fall 181 n.d. Del Vecchio Antonio Dott NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 180 07/12/17
  Frezza Enrico
Avv, SMCV Satta Cristiana

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

Debitore Tipo Num. Data dich. Professionista Titolo Giudice Delegato
n.d. CCS 4604 31/10/17 Leccia Francesca Dott. NN Caria Enrico
Brillante/Borriello CCS 1641 n.d. Maddaluno Lucia

Dott.

NN

Caria Enrico

Calvanese Antonio e

Buono Immacolata

CCS 1086 05/04/2017

Aversano

Angelo

Dott.

NN

Caria Enrico

Paone Antonio e

Mari Nunzia

CCS 431 28/02/2017

Conte

Antonio

Dott.

NN

Caria Enrico

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d c..p. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d n.d 15 n.d n.d n.d n.d
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17 Giordano Francesco n.d. Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17 Macchioni Riccardo

Prof.

Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bagatelle s.r.l. C.P. 7 21.04.17 Molino Domenico

Dott.

NA

Satta Cristiana
Wattsud Lavorazioni Elettromeccaniche di Precisione S.p.A. C.P. 6 21.04.17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni
CE.DI. SISA CENTRO SUD SPA C.P. 5 31.03.17

Mazzei

Alfredo

Palmieri Francesco

Tuccillo Antonio

Dott.

NA

Dott.

NA

Dott.

NN

Caria Enrico
Badafin s.r.l. C.P. 4 04/08/17 Giuliano Gaetano  n.d. Rabuano Arminio Salvatore
EDIL ROSES S.R.L. IN LIQUIDAZIONE C.P. 3 01.03.17

Caterino

Vincenzo

Dott.

NN

Satta Cristiana
Caputo 1890 s.r.l. C.P. 2 03.02.17 Graziano Monica

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
Farmacia Dott. Ronga Vincenzo C.P. 1 n.d.

Casillo

Gianluca

Dott.

CE

Caria Enrico

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi rinviandosi ai dati pubblicati presso il Tribunale per verificare la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

 

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 30 del 22/12/17

Reclamo/mediazione tributaria – Modifiche apportate dall’articolo 10 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 – Chiarimenti e istruzioni operative

  • Circolare n. 29 del 22/12/17

Applicazione del contributo unificato ai ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica

  • Circolare n. 28 del 15/12/17

Scissione dei pagamenti art. 17-ter DPR n. 633 del 1972 – versamento dell’acconto IVA art. 6, comma 2, della L. 29 dicembre 1990, n. 405

  • Circolare n. 27 del 07/11/17

IVA. Modifiche alla disciplina della scissione dei pagamenti - Art. 1 del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, nella legge 21 giugno 2017, n. 96

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

  • Provvedimento del 29/12/2017

Modificazioni al modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, istituito dall’articolo 1, commi da 98 a 108, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’articolo 7- quater del decreto-legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 14 aprile 2017

  • Provvedimento del 29/12/2017

Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione delle informazioni tra l’Agenzia delle entrate e gli agenti della riscossione ai fini del pagamento dei rimborsi in conto fiscale, di cui all'articolo 78 della legge 30 dicembre 1991, n. 413, da parte della Struttura di gestione, di cui all’articolo 22, comma 3, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, a valere sulle risorse finanziarie disponibili sulla contabilità speciale n. 1778 «Agenzia delle entrate - Fondi di bilancio» - (Pubblicato il 29/12/2017)

Interpello ordinario – fusione per incorporazione tra due società comunitarie con stabile organizzazione in Italia – applicabilità dell’articolo 181 del TUIR anche alle operazioni di cui alla lettera d) dell’articolo 178 del TUIR - pdf

  • Risoluzione n. 160 del 21/12/17

Istituzione del codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, delle agevolazioni a favore delle imprese localizzate nella zona franca urbana istituita nei comuni delle regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016, ai sensi dell’articolo 46 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 98 - pdf

  • Risoluzione n. 159 del 21/12/17

Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (c.d. F24 ELIDE), delle somme dovute per omesso o insufficiente pagamento del contributo unificato, richieste dagli uffici della Giustizia Amministrativa - Articoli 16 e 248 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115 - pdf

  • Risoluzione n. 158 del 21/12/17

Interpello art.11, comma 1, lettera a), legge 27 luglio 2000, n.212. Tassazione ai fini dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo di un contratto d’appalto stipulato tra un comune e un’organizzazione di volontariato - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento Gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento marzo 2016

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi organizzati sul territorio delle province di Napoli e Caserta ed accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Non si segnalano eventi nel periodo.


Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc

15.01.18

ore 15:30

Collegato Fiscale e Legge di Bilancio 2018

Sala Convegni Mediterranea Hotel

Via Gen. Clark 54, Salerno

ANC Salerno

ODCEC Salerno

Gratuito aula 4

 

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2017 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2017 in euro 60,00. La quota sarà utilissima per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, una rassegna dei principali strumenti finanziari a supporto delle aziende, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e sovraterritoriale e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

 

Consiglio direttivo

 

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

 

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese