TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ritenendo di fare cosa gradita, Ti trasmettiamo il numero 10-2018 della newsletter settimanale dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord, che a breve sarà riservata ai soli associati e sostenitori.

Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 10-2018 – 10 marzo 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

In primo piano


Privacy negli studi e aumento dei costi per la tutela dei dati.


Aumentano gli obblighi per i professionisti ed anche i costi. Dai mille ai 1.500 euro l’anno il costo della privacy per gli studi professionali di medie e piccole dimensioni.

Esborso richiesto soprattutto quando ci si rivolge a un consulente esterno. Una spesa che peserà sempre di più sui bilanci, perché con l’operatività, a partire dal 25 maggio, del regolamento europeo, ci saranno almeno altri 500 euro l’anno da destinare alla gestione dei dati personali che transitano per gli studi professionali, a cominciare da quelli dei clienti.

Adempimenti mal digeriti dai professionisti, che finora hanno risposto principalmente in due modi: il fai da te, oppure ricorrendo a consulenze esterne, alle quali, di solito, si affida l’intero pacchetto-privacy: dalla predisposizione della modulistica alla vera e propria protezione dei dati.

È in atto una corsa contro il tempo perché, anche se le nuove norme europee sulla riservatezza si conoscono da quasi due anni, è in questi mesi che si sta affrontando il problema.

«Abbiamo inviato di recente, spiega Marco Cuchel, presidente dell’Associazione nazionale commercialisti, una circolare a tutti gli iscritti per ricordare i nuovi obblighi e per segnalare un kit, disponibile grazie a una convenzione, con le misure per mettersi in linea con il regolamento e fare una valutazione ponderata dei rischi».

È ancora Cuchel a spiegare i motivi dell’affanno: «La normativa sulla privacy è stata sempre vissuta dagli studi medio-piccoli come un fastidio, perché invasiva rispetto al lavoro quotidiano. È una legislazione nata per le grandi realtà e traslata senza graduazione sul resto dei professionisti».

È necessario mettersi nell’ottica che la privacy è un processo e va affrontato secondo la cultura della compliance, consapevoli che il costo per un corretto trattamento dei dati alla fine si trasformerà in un valore aggiunto per lo studio.

Certificazione Unica 2018 e ravvedimento.


Scaduto il termine del 7 marzo per inviare in via telematica all’Agenzia delle Entrate la CU2018 per indicare i dati reddituali e previdenziali dei lavoratori dipendenti e assimilati, nonché di quelli relativi al lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, e quelli relativi ai contratti di locazione breve e consegnare ai percipienti entro il 31/03/2018, entro il 12/03/2018 (entro i 5 giorni successivi al termine del 7 marzo) si potranno effettuare correzioni alle certificazioni inviate nei termini, senza incorrere in sanzioni

In relazione poi alla verifica della tempestività delle comunicazioni presentate per via telematica, si considerano tempestive le comunicazioni trasmesse entro i termini previsti, ma scartate dal servizio telematico, purché ritrasmesse entro i cinque giorni successivi alla data contenuta nella comunicazione che attesta il motivo dello scarto.

Per coloro che non trasmettono entro il termine di presentazione, sono previste delle sanzioni di 33,33 euro per ogni CU inviata in ritardo o ripresentata entro 60 giorni dalla scadenza e di 100,00 euro oltre tale termine

Responsabilità Sociale di Impresa


Si informa che sul sito della FondazioneTelos, è pubblicato e disponibile per la pubblica consultazione il documento “Il Benefit Impact Assessment e il Benefit Impact Manager”. L’elaborato si focalizza su un tema poco trattato in generale, che riguarda il c.d. Benefit Impact Assessment (BIA) ed il c.d. Benefit Impact Manager (BIM). Si tratta di riflessioni e paradigmi che mostrano come in concreto ci siano gli strumenti per mettere in pratica le varie azioni di Corporate Social Responsibility, nella speranza che si riesca a comprenderne l’imprescindibilità nel prossimo futuro, sia per le aziende che per i loro manager ed i loro consulenti.

Consulta il documento

Revisori Legali: istruzioni attuative in materia di Formazione continua per l’anno 2018.


Con circolare n. 6 del 28 febbraio 2018 sono state diramate le istruzioni attuative dell’articolo 5 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e successive modifiche e integrazioni, in materia di formazione obbligatoria dei revisori legali per l’anno 2018. In particolare sono illustrati:

  • i criteri per l’accreditamento degli enti pubblici e privati che intendono erogare la formazione valida all’assolvimento degli obblighi formativi discendenti dall’iscrizione al registro della revisione legale;
  • i criteri che devono essere osservati nella comunicazione dei crediti maturati dai partecipanti ai corsi da parte di tutti gli enti formatori, inclusi Ordini territoriali, enti rappresentativi delle professioni e società di revisione.

Il testo della Circolare RGS del 28 febbraio 2018, n.6

Allegato 1 alla Circolare del 28 febbraio 2018, n.6 - Istanza di accreditamento

Allegato 2 alla Circolare del 28 febbraio 2018, n.6 - Convenzione di accreditamento

Allegato 3 alla Circolare del 28 febbraio 2018, n.6 - Scheda dei corsi

Approvate le Linee-guida per lo svolgimento del tirocinio per Revisore legale.


Con determina del Ragioniere generale dello Stato del 23 febbraio 2018 sono state approvate le Linee guida per lo svolgimento del tirocinio in materia di revisione legale dei conti. Le Linee guida, già sottoposte ad una consultazione pubblica delle categorie interessate, si propongono di fornire le opportune istruzioni in ordine alle modalità di svolgimento del tirocinio, nel rispetto del quadro normativo di riferimento, rivolgendosi non soltanto ai tirocinanti, ma anche ai revisori legali (“dominus”) cui è affidata l’effettiva maturazione professionale del praticante.  Le Linee guida forniscono inoltre un ausilio per la predisposizione della relazione periodica del tirocinante, di cui è proposto un modello-tipo.

Il testo delle Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio

Il testo della determina RGS del 23 febbraio 2018

La relazione illustrativa

Deposito dei bilanci al Registro delle Imprese: online il Manuale operativo 2018


Pubblicato il "Manuale operativo per il deposito Bilanci al Registro Delle Imprese - Campagna Bilanci 2018" volto a facilitare le società e i professionisti nell’adempimento dell’obbligo di deposito del bilancio oltre che a creare linee guida uniformi di comportamento su scala nazionale. La guida descrive le modalità di compilazione della modulistica elettronica e di deposito telematico dei Bilanci e degli Elenchi Soci nel 2018 ed è disponibile online sul sito www.unioncamere.gov.it e sul portale www.registroimprese.it.

Consulta la guida

Dal 15 marzo 2018 il nuovo modello per le successioni.


Si ricorda che l'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 28.12.2017, ha pubblicato una nuova versione del Modello unico per l’invio telematico delle denunce di successione e le domande di volture catastali degli immobili, il quale dovrà essere utilizzato dal 15 marzo 2018. La nuova versione consente di eseguire le volture catastali senza la necessità di un ulteriore richiesta da parte del contribuente. Si ricorda che la modalità telematica è facoltativa per tutto il 2018, mentre a partire dal 2019 sarà obbligatorio ed esclusivo, l’invio della dichiarazione in modalità telematiche. Ad oggi l’unica eccezione prevista per gli invii cartacei, riguarda i residenti all’estero i quali se impossibilitati alla trasmissione telematica delle denunce, potranno inviare la dichiarazione tramite raccomandata.

In generale, uno dei vantaggi del nuovo modello è quello di riunire la denuncia di successione e le volture catastali dei fabbricati. La voltura automatica è una facoltà del contribuente. Nel caso si opti per la voltura separata, l’intermediario o il contribuente hanno 30 giorni di tempo dalla data di registrazione della successione per presentare all’Ufficio Provinciale del Territorio competente, la domanda su tradizionale supporto cartaceo o informatico e pagare direttamente i tributi agli uffici che eseguono le volture. In caso di errori, qualunque modifica può essere operata con una sostituzione integrale della dichiarazione precedentemente inviata.

Rettificati i decreti “Incentivi Occupazione Mezzogiorno e Occupazione NEET”.


L’ANPAL ha pubblicato i due DECRETI DI RETTIFICArelativi all'Incentivo Occupazione Mezzogiorno e all'Incentivo Occupazione NEET (Decreti 81 e 83 del 5/03/2018).

Per quanto concerne entrambi gli incentivi, i nuovi decreti hanno modificato il riferimento al Decreto che identifica i lavoratori svantaggiati (DM 17 ottobre 2017, non più DM 20 marzo 2016) il quale, nel caso di specie, serve a definire il “non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi”, ovvero non aver prestato attività lavorativa negli ultimi 6 mesi riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi o aver svolto negli ultimi 6 mesi attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata dalla quale derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione.

Per quel che riguarda l’Incentivo Occupazione Mezzogiorno, all’articolo che riconosceva l’incentivo anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a tempo determinato è stato aggiunto che, per tale fattispecie, non è richiesto il requisito di disoccupazione.

La riforma del codice antimafia. Problematiche applicative e ruolo del professionista.


Pubblicato sul sito della Fondazione Nazionale Commercialisti il documento “LA RIFORMA DEL CODICE ANTIMAFIA: LE PROBLEMATICHE APPLICATIVE E IL RUOLO DEL PROFESSIONISTA POST RIFORMA”, predisposto dal Gruppo di Lavoro Antimafia. L’elaborato ha il pregio di fornire un approfondimento ragionato su taluni aspetti della “legislazione antimafia”, come novellata dalla legge n. 161/2017, con particolare attenzione alle criticità che ineriscono al ruolo del professionista chiamato a svolgere la funzione di amministratore giudiziario.

Il contributo intende fornire un concreto supporto ai numerosi colleghi coinvolti nei procedimenti di amministrazione e gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, evidenziandone, al contempo, alcune non trascurabili problematiche. 

Pubblicato il decreto MEF sulla tassazione di gruppo con il regime opzionale del consolidato nazionale 2018.


Pubblicato dal Dipartimento delle Finanze del MEF il decreto con le nuove norme di funzionamento della tassazione di gruppo delle imprese con il regime del consolidato nazionale, che abroga e sostituisce il precedente decreto MEF del 9 giugno 2004. Come indicato sul sito del Dipartimento la revisione del documento “si è resa necessaria in seguito alle modifiche apportate a detto regime dall’articolo 7-quater, comma 27, lettere c), d) ed e), del DL 193/2016 (cd. Collegato fiscale alla Legge di stabilità 2017) che ha statuito che l’opzione, al termine del triennio di validità, si intende tacitamente rinnovata per un altro triennio, a meno che non sia espressamente revocata secondo le modalità e i termini previsti per la comunicazione dell’opzione.” L’esercizio dell’opzione per la tassazione di gruppo deve essere comunicato dalla società controllante all’Agenzia delle Entrate con la dichiarazione dei redditi presentata nel periodo a decorrere dal quale si intende esercitare l’opzione.

In particolare, l’articolo 14 del nuovo decreto al comma 1, prevede che “al termine del triennio, l’opzione si intende tacitamente rinnovata per un altro triennio a meno che non sia revocata secondo le modalità e i termini di cui all’articolo 5 del presente decreto.” E’ questa la principale novità del decreto. Si ricorda che in generale l’esercizio dell’opzione di gruppo comporta il trasferimento alla società consolidante degli obblighi di versamento dell’imposta sul reddito delle società anche a titolo di acconto.  La società consolidante presenta così la dichiarazione dei redditi del consolidato e calcola il reddito complessivo globale apportando variazioni alla somma algebrica dei redditi complessivi netti delle controllate.

Nuove faq relative alla comunicazione L. 12/79 per commercialisti.


Pubblicate nuove faq di chiarimenti sulla nuova procedura richiesta dall'Ispettorato nazionale del lavoro (L. 12-1979) per l'inizio attività di consulenza del lavoro da parte dei commercialisti.

Si ricorda che dal 1 marzo 2018 è obbligatoria la procedura telematica per effettuare le comunicazioni di cui all'articolo 1, comma 1, L. n. 12/1979 da parte degli iscritti all'ordine dei commercialisti e all'ordine degli avvocati. 

Restano immutate le modalità di comunicazione soltanto per le comunicazioni da effettuarsi agli Ispettorati della Regione Sicilia e delle Province Autonome di Trento e Bolzano.

Sul sito dell'Ispettorato del Lavoro è disponibile la GUIDA ALLA COMPILAZIONE. L'accesso alla nuova procedura telematica, indicata sul sito Ispettorato Nazionale del Lavoro, è raggiungibileCLICCANDO QUI.

Esonero contributivo per gli under 35 anni.


Con la CIRCOLARE 40 DEL 02/03/2018, l’INPS ha fornito le indicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi all’ esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2018 relativo all’esonero per 36 mesi, pari al 50% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, da riparametrare e applicare su base mensile, per le nuove assunzioni di lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti, effettuate dal 1° gennaio 2018. L'incentivo è strutturale, cioè non ha scadenza temporale.La riduzione opera per un periodo massimo di 36 mesi a partire dalla data di assunzione ed è esclusa per i rapporti di apprendistato ed i contratti di lavoro domestico.

Per ogni approfondimento si rinvia alla lettura della circolare.

Maxi bollette: dal 1 marzo prescrizione in due anni.


Dal 1° marzo è scattata la riduzione della prescrizione da 5 a 2 anni per le fatture ritardate e di conguaglio relative all'elettricità, grazie all'emanazione da parte dell'Autorità (ARERA) della delibera che dà attuazione alla previsione contenuta nella legge di bilancio 2018. Pertanto, per tutte le fatture di energia elettrica con scadenza successiva al 1° marzo 2018, spiega la stessa Authority, "nei casi di rilevanti ritardi nella fatturazione da parte dei venditori o nella fatturazione di conguagli per la mancata disponibilità di dati effettivi per un periodo particolarmente rilevante, il cliente potrà eccepire la prescrizione (passata da 5 a 2 anni) cosiddetta breve e pagare soltanto gli ultimi 24 mesi fatturati".

Inoltre, il venditore sarà tenuto a informare il cliente della possibilità di farlo contestualmente all'emissione della fattura con queste caratteristiche e comunque almeno 10 giorni in anticipo rispetto alla scadenza dei termini di pagamento. La legge di bilancio segna l'addio definitivo per legge anche alle maxibollette di acqua e gas, il cui diritto al corrispettivo si prescriverà in due anni come per le fatture relative all'elettricità. Le disposizioni introdotte dalla manovra si applicheranno per quanto concerne il settore gas alle sole fatture la cui scadenza è successiva al 1° gennaio 2019 e per il settore idrico al 1° gennaio 2020.

Credito agevolato per gli avvocati.


La Cassa Forense e il Banco BPM hanno sottoscritto un accordo finalizzato a consentire a tutti gli iscritti dell’Ente di previdenza di accedere al credito agevolato. Agli iscritti potranno essere concessi finanziamenti agevolati mirati a supportare lo sviluppo dell’attività professionale, nei casi, ad esempio, di acquisto o ristrutturazione dello studio, di acquisto di strumentazione.

Il tutto, fruendo delle garanzie prestate dal Fondo di Garanzia per le PMI di cui alla Legge 662/96.

L’intento perseguito è quello di offrire uno strumento semplice e concreto, utile al sostegno degli avvocati. Basterà l’invio iniziale di pochi documenti per attivare il processo di finanziamento definito “celere e dedicato” presso le oltre 2300 filiali di Banco BPM presenti sul territorio.

 

Pillole di deontologia  - Art. 15 del Codice Deontologico: Collaborazione tra Colleghi


L’iscritto all’Ordine, ai sensi dell’articolo 15 del codice deontologico, deve comportarsi con i colleghi con correttezza, lealtà, considerazione, cortesia, cordialità ed assistenza reciproca.

Costituiscono manifestazioni di cortesia e considerazione, sottolinea il primo comma dell’articolo 15, la puntualità, la tempestività e la sollecitudine nei rapporti con i colleghi.

Costituisce assistenza reciproca anche la disponibilità del professionista alle sostituzioni nella conduzione e/o gestione dello studio di altro collega, che ne faccia richiesta all’Ordine, per temporaneo impedimento dovuto a ragioni di salute, maternità, paternità, affido ovvero oggettiva difficoltà. La violazione dei doveri sopra elencati comporta l’applicazione della sanzione disciplinare della censura ex art. 20, primo comma, del Codice delle Sanzioni.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti


Si segnala che la Fondazione Nazionale, ha recentemente pubblicato i seguenti documenti:

  • Società di persone: criticità e prospettive di modifica della disciplina alla luce dei dati statistici

Consulta il documento

  • Lo stato di crisi negli Enti locali

Consulta il documento

  • Giustizia tributaria: qualche concreta proposta per migliorare

Consulta il documento

  • Dinamiche del credito alle PMI e riflessioni operative

Consulta il documento

  • Imposta sul reddito Le imposte indirette sui trust: la Cassazione torna sui suoi passi

Consulta il documento

  • Nota variazioni IVA

Consulta il documento

  • Il distacco transnazionale dei lavoratori e la cooperazione amministrativa internazionale alla luce della nuova Direttiva europea

Consulta il documento

  • Gli effetti della crisi sul lavoro dipendente e sul lavoro indipendente: occupazione e redditi

Consulta il documento

  • Crisi d'impresa e insolvenza nella prospettiva aziendale e giuridica alla luce delle riforme in itinere

Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

FNC: Osservatorio economico.


Pubblicato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti un documento che passa in rassegna i principali dati economici diffusi dall’Istat nel corso del 2017 riguardanti le famiglie italiane.

Consulta il documento

FNC: Informativa Periodica - Attività Internazionale: Pubblicata la seconda uscita dell’Informativa sulle Attività delle organizzazioni internazionali curata dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti.

Consulta il documento

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Museo della Follia – da Goya a Maradona.


Alla Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, alla Piazzetta Pietrasanta 17-18, angolo via dei Tribunali, è allestita la mostra “Il Museo della Follia” che ospita alcuni capolavori di grandi artisti come Francisco Goya, Antonio Mancini, Francis Bacon, Van Gogh e Ligabue, artisti affetti da disturbi psichici che sono stati capaci di trasformare i loro problemi in veri capolavori.

La mostra è stata suddivisa in diverse aree tra cui “Maradona come Caravaggio”, il Corno Reale e Apribocca.

Dal 9 all’11 Marzo 2018.

Prezzo intero (audioguida inclusa) - 12 €; ridotto dai 19 ai 26 anni, over 65 (audioguida inclusa) - 10 €; ridotto speciale ragazzi dai 6 ai 19 anni (audioguida inclusa) - 8 €; da 0 a 6 anni, disabili con un accompagnatore – GRATIS Sito UfficialePagina Facebook tel.347 0162769

Le Domeniche a Donnaregina.


Salvi per Miracolo” a Donnaregina Vecchia e "Rubens e Brueghel" a Donnaregina Nuova.
Scene di vita popolare della Napoli antica si animeranno nella Chiesa gotica di Donnaregina Vecchia dove spettatori ed attori saranno avvolti dalla musica popolare e dai suoni dei vicoli di Napoli. Dopo la performance, visita libera all'intero Complesso Monumentale Donnaregina e alla mostra "Rubens e Brueghel a Donnaregina" domenica 11 marzo Ore 10:30, 11:30 e 12:30 Biglietto unico € 10,00 acquistabile anche online. Museo Diocesano Napoli Largo Donnaregina 80138 Napoli / Napoli. Telefono 081.557.13.65. E-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure utilizza Modulo di contatto

Osservatorio professionale


Focus tributario


Termine per l’impugnazione: 10 giorni dall’invio dell’avviso di giacenza.


In caso di spedizione a mezzo posta di un avviso di accertamento, la notifica si considera eseguita decorsi dieci giorni dalla data di spedizione, tramite raccomandata, dell’avviso di giacenza. Pertanto la data del ritiro del plico da parte del contribuente, se successiva a tale termine, è irrilevante per il conteggio dei sessanta giorni e non può essere presa in considerazione, pena la decadenza dall’impugnazione.

Lo ha stabilito la Cassazione con l’ordinanza 4.049 pubblicata il 20 febbraio 2018.

In caso di mancato recapito della raccomandata contenente l’avviso di accertamento all’indirizzo del destinatario, la notifica eseguita in via diretta dall’ufficio fiscale ai sensi dell’art. 14 l. n. 890/82 deve intendersi eseguita decorsi dieci giorni dalla data del rilascio dell’avviso di giacenza (o dalla data di spedizione della raccomandata di trasmissione dell’avviso di giacenza) oppure, se anteriore, dalla data del ritiro del plico ed è da tale data che decorre il termine di impugnazione del provvedimento, non potendo considerarsi quale dies a quo il giorno del ritiro della raccomandata da parte del destinatario, applicandosi analogicamente l’art.8 l. n. 890/1982, relativo alle notifiche compiute dall’ufficiale giudiziario a mezzo posta, Cass. n. 2047/2016.

Tale indirizzo è stato ulteriormente confermato da Cass, n. 19958/2017, laddove si è nuovamente “…escluso che il momento di sostanziale perfezionamento della notifica possa coincidere con il ritiro del plico raccomandato presso l’Ufficio postale, poiché in tal modo si rimetterebbe al destinatario la scelta del momento a far data del quale far decorrere il termine di impugnazione dell’atto notificato, con conseguente compressione dell’interesse del soggetto notificante. Ne consegue che la regola da applicare, per il perfezionamento della notifica, ai fini della decorrenza del termine per impugnare l’atto impositivo, nell’ipotesi che ci occupa, è quella secondo cui la notificazione si ha per eseguita decorsi dieci giorni dalla data di spedizione, tramite raccomandata, dell’avviso di giacenza, mentre la data del ritiro del plico postale, posteriore rispetto al primo termine, non può considerarsi fiscalmente rilevante”.

Non punibile chi compensa con un canale non conforme.


Non è punibile il contribuente che procede alla compensazione tributaria con un canale telematico non conforme. La norma sulle compensazioni tributarie regola solo l'utilizzo dei servizi telematici senza individuare come violazione una condotta tipica sanzionata. A sostenerlo la Ctp di Roma nella sentenza n. 3009/15/2018. Il caso analizzato dai giudici tributari capitolini riguarda una società di capitali nei cui confronti l'Agenzia delle Entrate notificava un atto di contestazione per l'anno 2010, a causa di una compensazione di credito Iva con un canale non conforme rispetto a quello telematico, per un importo complessivo di circa mille euro. La società si oppone. La Ctp accoglie il ricorso sostenendo, in primis, che la compensazione è attività spontanea del contribuente, il quale non ha alcun obbligo di fornire altre informazioni oltre a quelle obbligatorie per legge.

Focus societario


Periculum in mora nel sequestro conservativo.


Sussiste il periculum in mora al fine dell’autorizzazione del sequestro conservativo sui beni della società, per la tutela del credito pari al valore delle partecipazioni dei soci receduti, qualora il comportamento della società stessa lasci desumere che questa intenda sottrarsi all’esatto adempimento del debito verso i soci. Questo si evince, in particolare, dal fatto che la società non comunichi il valore delle azioni, ai sensi dell’art. 2437-quater c.c., limitandosi ad acquisire una perizia di stima giudicata come palesemente errata per difetto da parte dei sindaci della stessa, e non partecipi poi al procedimento di volontaria giurisdizione per la nomina dell’esperto instaurato dai soci recedenti. La sussistenza del periculum in mora si desume altresì dal fatto che la società metta in atto operazioni di dismissione dei cespiti sociali al di fuori di una formale messa in liquidazione, operazioni in apparenza orientate alla sottrazione della garanzia nei confronti dei creditori o comunque ad un aggravamento degli oneri per la soddisfazione del credito a causa del mutamento qualitativo dei beni facenti parte del patrimonio sociale (nel caso di specie la società resistente aveva provveduto alla vendita del complesso immobiliare in cui era sito l’albergo costituente il cespite di maggior valore all’interno del patrimonio sociale).

Azione di responsabilità del curatore fallimentare e opponibilità al fallimento delle rinunce e transazioni.


La domanda di accertamento della responsabilità dell’amministratore verso la società (art. 2393 c.c.) introdotta dal Fallimento con l’atto di citazione può essere modificata in accertamento della responsabilità verso i creditori sociali (art. 2394 c.c.) nell’ambito della prima memoria ex 183 c.p.c. La modificazione della domanda ammessa ex art. 183 c.p.c., infatti, può riguardare anche uno o entrambi gli elementi oggettivi della stessa (“petitum” e “causa petendi”), sempre che la domanda così modificata risulti comunque connessa alla vicenda sostanziale dedotta in giudizio e senza che, perciò solo, si determini la compromissione delle potenzialità difensive della controparte, ovvero l’allungamento dei tempi processuali. Nelle s.r.l. è ammissibile l’esercizio dell’azione di responsabilità dei creditori sociali, dovendosi applicare analogicamente l’art. 2394 c.c.

Gli atti di mala gestione che siano stati oggetto di una rinuncia o transazione ex art. 2393, co. 5, c.c. non possono fondare neanche l’azione di responsabilità dei creditori ex art. 2394 là dove la rinuncia o transazione non sia stata precedentemente oggetto di un’azione revocatoria ai sensi dell’art. 2394, ult. c.

Focus Enti Locali


Moduli della PA: adozione di standard unificati e semplificati e di schemi dati XML.


Entro il 30 aprile 2018, le amministrazioni comunali devono pubblicare sul loro sito istituzionale i moduli unificati e standardizzati, e gli schemi dati XML adattabili, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali.

Indicazioni e standard sono contenuti nell’Accordo tra il Dipartimento della funzione pubblica, Regioni e Province autonome, Anci ed UPI, siglato nel corso della Conferenza unificata del 22 febbraio 2018.

L'Accordo ha lo scopo di migliorare l’interoperabilità e lo scambio di dati tra le amministrazioni e semplificare e unificare la modulistica che cittadini e imprese utilizzano nelle domande rivolte al settore pubblico per attività in tema di edilizia e commerciali.

AgID presiede il gruppo di lavoro che ha portato alla definizione delle indicazioni presenti nell’Accordo e che supportano lo sviluppo di soluzioni digitali per servizi pubblici interoperabili, transfrontalieri e intersettoriali.

http://www.agid.gov.it/notizie/2018/03/07/moduli-pa-adozione-standard-unificati-semplificati-schemi-dati-xml

Accertamento residui passivi di bilancio e residui passivi perenti alla chiusura.


Con la circolare n. 11 del 07/03/2018, il MEF fornisce le istruzioni da seguire per le operazioni di accertamento dei residui passivi di bilancio e dei residui passivi perenti in fase di chiusura delle scritture contabili del decorso esercizio finanziario 2017, ai fini della redazione del conto consuntivo e delle poste del conto del patrimonio relative ai residui passivi perenti.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure dichiarate e pubblicate sui portali di servizio sono 30.

Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati edi 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12.

Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall. 34 08/03/18 Atonna Giampiero Dott. Na Caria Enrico
n.d. n.d. 33 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 32 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 31 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall. 30 n.d. Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 29 n.d. Macchione Maria  Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 28 n.d. Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 27 n.d. Approvato Giuseppe  Dott. NN De Vivo Maria
n.d. n.d. 26 n.d. Capozzi Paola Avv Na Satta Cristiana
n.d. n.d. 25 n.d. Coppola Adolfo Avv SMCV Lamonica Maria Grazia
n.d. n.d. 24 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 23 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 22 n.d. Fabozzi Tommaso Dott. NN Lamonica Maria Grazia
n.d. n.d. 21 n.d. Salzano Marco Dott. Na Di Giorgio Giovanni

Composizione crisi da sovraindebitamento

Debitore Tipo Num. Data dich. Professionista Titolo Giudice Delegato
n.d. CCS 4604 31/10/17 Leccia Francesca Dott. NN Caria Enrico
Brillante/Borriello CCS 1641 n.d. Maddaluno Lucia

Dott.

NN

Caria Enrico

Calvanese Antonio e

Buono Immacolata

CCS 1086 05/04/2017

Aversano

Angelo

Dott.

NN

Caria Enrico

Paone Antonio e

Mari Nunzia

CCS 431 28/02/2017

Conte

Antonio

Dott.

NN

Caria Enrico

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d n.d 15 n.d n.d n.d n.d
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bagatelle s.r.l. C.P. 7 21.04.17 Molino Domenico

Dott.

NA

Satta Cristiana
Wattsud Lavorazioni Elettromeccaniche di Precisione S.p.A. C.P. 6 21.04.17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi rinviandosi ai dati pubblicati presso il Tribunale per verificare la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 3 del 26/02/18

Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017), articolo 1, commi da 100 a 114. Applicazione delle disposizioni concernenti i piani di risparmio a lungo termine (PIR) - pdf

  • Circolare n. 2 del 26/01/18

Regime di consolidato nazionale e utilizzo delle perdite – Casi particolari - pdf

  • Circolare n. 1 del 17/01/18

La disciplina della detrazione dell’imposta sul valore aggiunto dopo le modifiche introdotte dal decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 21 giugno 2017 - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Interpello - Articolo 15 del DPR 29 settembre 1973, n. 601 - ambito soggettivo di applicazione dell’imposta sostitutiva - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento Gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento marzo 2016

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi organizzati sul territorio delle province di Napoli e Caserta ed accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative


Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. La quota sarà utilissima per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, una rassegna dei principali strumenti finanziari a supporto delle aziende, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e sovraterritoriale e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese