TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ritenendo di fare cosa gradita, Ti trasmettiamo il numero 11-2018 della newsletter settimanale dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord, che a breve sarà riservata ai soli associati e sostenitori.

Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 11-2018 – 17 marzo 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

In primo piano


Trasparenza e trasparentismi


Si è appreso con soddisfazione che l’Ordine di Napoli Nord ha pubblicato sul proprio sito istituzionale una richiesta pervenuta da un Comune del casertano, tesa alla trasmissione di una terna di Professionisti esperti in materia finanziaria e contabilità Enti Locali, da nominare quali componenti di una Commissione di concorso pubblico per il reclutamento di un impiegato. La soddisfazione, tuttavia, è solo parziale. Infatti, nella comunicazione a firma del Presidente non vengono chiariti i requisiti di partecipazione, né i criteri di selezione. E purtroppo dobbiamo constatare che non si tratta della prima volta! La nostra Associazione dall’inizio di quest’anno, attraverso diverse istanze di accesso civico, ha chiesto all’Ordine in parola di dare trasparenza a tutta una serie di procedimenti decisionali assunti dall’Organo direttivo territoriale, o dal suo rappresentante legale, in relazione a svariate richieste di nominativi pervenute da parte di Enti e di terzi, tra cui: Regione Campania, Ordini provinciali, MIUR, Agenzia entrate, Organismi di categoria, società private etc. L’elenco non è breve e non è “certo”, visto che per molti di questi atti non se ne rinviene traccia nei verbali del Consiglio dell’Ordine, ma se ne è avuta notizia da pubblicazioni effettuate da altri soggetti istituzionali. Deludente l’esito di tali istanze, nelle forme e nei contenuti: l’Ordine, infatti, per il tramite del RPTC, ha ritenuto di non dare seguito alle richieste di accesso civico, tese alla pubblicazione degli atti. Per taluni atti, infine, si è constatato che non sono mai stati definiti criteri o processi decisionali collegiali.

Evidentemente del concetto di trasparenza esistono diverse declinazioni, per ogni uso e consumo: trasparenze e trasparentismi, appunto! La trasparenza non deve essere ridotta a mere e sporadiche pubblicazioni di avvisi, senza poi dar nemmeno conto degli esiti di quelle pubblicazioni (come avvenuto in passato per il comitato scientifico della SAF Napoli, ad esempio).

Si è del parere che in un Ordine professionale il concetto di Trasparenza deve abbinarsi a quello di Etica: ed è questo il motivo per il quale il codice deontologico della Professione, nel recente aggiornamento, ha imposto importanti obblighi etici in capo proprio ai rappresentanti istituzionali. La nostra Professione ha bisogno di regole interne certe per poter a sua volta richiedere, a testa alta, il rispetto delle regole ai propri interlocutori istituzionali. Per questo è necessario richiedere fermamente l’applicazione delle regole, anzitutto quelle etico-deontologiche. Solo in second’ordine vale la pena ricordare, infine, che la stessa ANAC, autorità vigilante in materia di trasparenza e corruzione, sin dal 2016 ha inteso fornire agli Ordini precise indicazioni per interpretare al meglio il concetto di trasparenza, pubblicando le linee-guida che dovrebbe guidare l’azione amministrativa dei rappresentanti di categoria in tutta una serie di procedimenti.

Per tutte le considerazioni sopra esposte, la nostra Associazione, in relazione alla richiesta di nominativi citata in premessa, ha inviato all’Ordine un’istanza tesa a definire i criteri di partecipazione e di selezione dei nominativi da trasmettere all’Ente richiedente, e di concedere un maggior termine per la trasmissione delle candidature, al fine di consentire a tutti gli Iscritti in possesso dei requisiti di partecipare alla selezione.

Leggi la comunicazione inviata all'Ordine

Leggi la richiesta del Comune

Prendi visione della notizia sul sito dell'Ordine

Pillole di deontologia  - Art. 28 del Codice Deontologico: INCARICHI ISTITUZIONALI


1. Il professionista che ricopre incarichi istituzionali in base all'ordinamento professionale a livello locale o nazionale adempie alle sue funzioni con disciplina e onore e opera con spirito di servizio nei confronti dell'intera categoria per la valorizzazione della professione, nell'interesse pubblico e degli iscritti, tutelando la pari dignità e pari opportunità di ciascun iscritto.

2. Egli gestisce con trasparenza e oculatezza le attività dell’Ordine e promuove le iniziative volte a realizzare aggregazioni e associazioni professionali, allo scopo di favorire la formazione, la specializzazione degli iscritti e il miglioramento delle prestazioni professionali; favorisce, nel rispetto delle norme dell'Ordinamento, l’evoluzione e lo sviluppo del senso di identità e di appartenenza alla categoria; si astiene dall'accettare incarichi professionali, ancorché gratuiti, nel caso in cui venga richiesta all'Ordine l'indicazione di singoli nominativi per lo svolgimento di tali incarichi; gli incarichi professionali per i quali sia stata richiesta l’indicazione di singoli nominativi deve essere resa nota mediante pubblicazione sul sito dell’Ordine; promuove e favorisce la partecipazione di tutti gli iscritti alla vita dell’Ordine, anche in modo da assicurare la presenza di entrambi i generi in una equa proporzione della rappresentanza degli iscritti, al fine di assicurare il ricambio negli organi di governo della professione, locali e nazionali, tenuto conto dei limiti posti dalla legge alla loro rieleggibilità.

3. Il professionista che ricopra incarichi di rappresentanza della categoria professionale si asterrà dall’esercizio di tale funzione per il periodo in cui intenda partecipare a competizioni elettorali politiche o amministrative e comunque ogni qualvolta si trovi in una posizione di conflitto di interessi.

4. Non è consentito utilizzare l’incarico di componente delle commissioni di studio sia nazionali che locali per fini pubblicitari, su carta intestata o biglietti da visita, ferma restando la possibilità di indicarlo sui curricula personali. L’incarico di consigliere locale, di consigliere nazionale, di componente i Consigli di Disciplina e di componente le commissioni locali e nazionali non può essere utilizzato per sollecitare l’affidamento di incarichi professionali.

Tribunale di Napoli Nord: aggiornata l’area dedicata al “sovraindebitamento”


Si comunica che sul portale del Tribunale di Napoli Nord, la sezione dedicata alla pubblicazione dei decreti di omologa dei piani del consumatore è stata aggiornata con nuovi decreti disponibili per la consultazione.

Trasmissione telematica 2018: nuove categorie di incaricati.


Con il Provvedimento 53616 del 9 marzo 2018 aumentano i professionisti autorizzati alla trasmissione per il tramite del canale ENTRATEL. Ai soli fini della trasmissione telematica delle dichiarazioni di successione telematica e domanda di volture catastali, saranno abilitate le Società tra professionisti iscritte all’albo dei Geometri e dei Geometri laureati, gli iscritti all’albo degli Ingegneri, gli iscritti all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori con il titolo di “Architetto” o “Architetto iunior”, le agenzie che svolgono, per conto dei propri clienti, attività di pratiche amministrative presso amministrazioni ed enti pubblici, mentre ai fini della  trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a registrazione, nonché di esecuzione telematica dei pagamenti, si considerano soggetti incaricati della trasmissione delle stesse anche gli iscritti all'albo professionale dei Geometri e Geometri laureati, anche riuniti in forma associativa o tramite società tra professionisti iscritte al medesimo albo.”

Certificazione Unica INPS 2018 disponibile online.


Dal 6 marzo, l'Inps ha reso disponibile online per tutti coloro che hanno come sostituto di imposta INPS, la Certificazione Unica (CU) 2018 relativa ai redditi percepiti nel 2017 in formato pdf, necessaria per la predisposizione della dichiarazione dei redditi 2018 (nel 730 precompilato 2018, i dati di reddito che risultano dalla CU 2018, sono già inseriti tutti).

Per poter scaricare il Modello CU 2018 occorre accedere con le proprie credenziali (SPID o codice fiscale e PIN o CNS) al servizio telematico dedicato, i pensionati possono accedere anche tramite il servizio Cedolino della pensione.

Il servizio consente di visualizzare, scaricare e stampare il modello della CU 2018, è inoltre possibile consultare e scaricare le certificazioni degli anni precedenti tramite il servizio Fascicolo Previdenziale del cittadino.

Come precisato dall'Inps, per i cittadini di oltre 80 anni titolari di indennità di accompagnamento, speciale o di comunicazione, è stato attivato il servizio “Sportello Mobile” che prevede l’invio di un’apposita comunicazione, con i recapiti telefonici di un operatore della sede territorialmente competente, per richiedere la spedizione della Certificazione Unica al proprio domicilio.

Elenco delle imprese ammesse al “Voucher digitalizzazione”.


In allegato al decreto direttoriale 14 marzo 2018 è riportato l’elenco delle imprese alle quali, subordinatamente all’esito positivo delle verifiche previste dalla normativa e della registrazione dell’aiuto nel Registro nazionale degli aiuti di Stato, risulta assegnabile il Voucher.

L'impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione, a seguito della realizzazione del progetto può presentare la richiesta di erogazione, attraverso la stessa procedura informatica utilizzata per la presentazione della domanda entro il 30 marzo 2018.

Il progetto deve essere ultimato non oltre il 14 settembre 2018 e, comunque, la richiesta di erogazione deve essere presentata entro i successivi 90 giorni. Con successivo provvedimento direttoriale sarà pubblicato l’elenco delle imprese per le quali le verifiche si saranno concluse positivamente, con l’indicazione dell’importo del Voucher assegnato. Tale importo sarà determinato sulla base delle risorse finanziarie stanziate dalla norma istitutiva dell’intervento e di quelle che eventualmente si renderanno disponibili a seguito di approfondimenti in corso di svolgimento. Decreto 14 marzo 2018 - Elenco delle imprese ammissibiliCampania

Le novità del nuovo modello di successione da utilizzare a partire dal 15 marzo.


Dal 15 marzo 2018 è possibile utilizzare il nuovo modello unico “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali”, approvato con provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 28.12.2018 e reso disponibile unitamente ad uno specifico prodotto software per la compilazione, il calcolo e pagamento telematico delle imposte dovute (tributi da autoliquidare), nonché per l’invio e stampa del modello. L’imposta di successione continuerà ad essere liquidata dall’ufficio territorialmente competente alla lavorazione della dichiarazione.

Con la presentazione del nuovo modello di successione, salvo casi particolari, le volture catastali verranno eseguite in automatico salvo diversa indicazione del contribuente.

Il nuovo modello di dichiarazione di successione e voltura presenta alcune novità, in quanto recepisce le disposizioni in materia di agevolazione per l’acquisto della prima casa e di immobili inagibili a causa di eventi sismici (DL n. 91/2017), oltre alla possibilità di richiedere il rilascio dell’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione, a seguito del pagamento delle somme dovute. E’ possibile, inoltre, richiedere il rilascio di attestazioni in formato cartaceo, anche per estratto, della dichiarazione di successione telematica rivolgendosi a qualunque ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate, pagando le relative somme dovute. L’attestazione elettronica è utilizzabile una sola volta. La modalità telematica è facoltativa per il 2018 e affiancherà l’attuale modello cartaceo (Modello 4) all’ufficio territoriale competente (ultima residenza nota della persona deceduta), mentre dal 2019 diventerà obbligatorio ed esclusivo l’invio telematico della dichiarazione. Per le successioni, modifiche o integrazioni di dichiarazioni già presentate, aperte prima del 3 ottobre 2006, si dovrà continuare a utilizzare il modello 4 cartaceo.

Attivo il portale INPS dedicato alle prestazioni occasionali.


Con il messaggio 1099 del 12 marzo 2018, l’INPS comunica l'attivazione   del portale intranet delle nuove prestazioni occasionali introdotte dal D.L. n. 50/2017. 

Il servizio è disponibile per gli  operatori delle sedi  INPS che saranno in grado , tra l’altro di visualizzare   e modificare le anagrafiche degli Utilizzatori e dei Prestatori, modificandole in caso di necessità; consultare tutte le informazioni relative al Portafoglio elettronico, consultare il riepilogo dei versamenti, delle singole prestazioni e dei limiti economici; modificare la classificazione dell’utilizzatore del contratto di prestazione occasionale, qualora sia stata inserita erroneamente ovvero sia cambiata nel corso del tempo; estrarre le liste di utilizzatori del Libretto Famiglia e del Contratto di prestazione occasionale che hanno inserito prestazioni, di competenza della sede nonché l’elenco dei prestatori con prestazioni inserite, di competenza della sede, così da poter disporre dei dati necessari alla verifica delle autocertificazioni, anche a campione, inserite dagli utilizzatori; visualizzare le deleghe e le posizioni dei deleganti così da poter verificare la presenza della delega tra il delegato, il delegante e il ruolo.

E’, inoltre, prevista una futura implementazione del portale per consentire la gestione delle operazioni di restituzione/trasferimento somme relative a modelli F24 compilati in modo errato, nonché il rimborso di somme versate di cui l’utilizzatore non intende più usufruire al fine del ricorso alle prestazioni occasionali.

Nuova normativa sulla “privacy”.


Il 25 Maggio 2018 entrerà in pieno vigore il Regolamento (UE) 2016/679, la nuova normativa europea in tema di trattamento e protezione dei dati personali (c.d. “privacy”, meglio conosciuto con l’acronimo inglese GDPR).

Tutti i titolari di trattamenti di dati personali dovranno quindi conoscere le nuove regole ed adeguarvisi, verificando la conformità (compliance) dei propri trattamenti.

Anche le piccole e piccolissime aziende, che effettuino trattamenti di dati personali a bassissimo impatto (si pensi, ad esempio, a una panetteria, una lavanderia, ecc.) sono coinvolte.

La prima (e più importante) cosa da sapere per questi “piccoli Titolari” è che il GDPR non prevede meri adempimenti burocratici da rispettare, ma sostanza da implementare.

Anche i “piccoli Titolari” dovranno rispettare, ancorché in piccolo, la c.d. “regola SIMP”: Sapere, Intervenire, Mantenere, Provare.

Sapere, cioè avere chiari i principi del GDPR e la situazione della propria azienda (e dei propri trattamenti) rispetto ai requisiti del GDPR.

Intervenire, significa implementare le azioni necessarie, in relazione alla propria situazione: ad esempio adeguare le informative privacy, fare (almeno un minimo di) formazione ai propri collaboratori sulle regole del GDPR e sulle procedure aziendali per essere conformi ecc.

Mantenere: è un’altra delle grandi novità del GDPR. Come già detto, il Regolamento non chiede il semplice adempimento di oneri burocratici (redigere nuovi documenti ecc.), ma impone di proteggere i dati che trattiamo. Per cui, dopo essere intervenuti per adeguarsi alle nuove norme, i Titolari (anche i Piccoli) dovranno, di default, fare in modo che le procedure vengano rispettate e che ogni novità aziendale sia studiata fin dall’inizio in conformità con il GDPR. Per fare un esempio concreto, se la “nostra” panetteria assuma un dipendente, dovrà fare in modo che questi venga subito messo a conoscenza delle (poche, ma importanti) regole da seguire e dotato degli strumenti per farlo.

Provare, il Titolare (compreso quello Piccolo) in qualunque momento sia necessario, dovrà essere in grado di documentare di aver seguito le suddette regole e di stare trattando i dati personali altrui in conformità al nuovo Regolamento. Potrebbe quindi non bastare produrre solo un malloppo di fogli precompilati ma di cui non conosce il contenuto; e soprattutto la dimostrazione di quasi tutti gli adempimenti potrà finalmente essere data in ogni modo, non necessariamente solo con la carta.

Sono quindi indispensabili dei software di “gestione privacy”, che cioè aiutino soprattutto i Piccoli Titolari ad adempiere, ancorché gestire in modo semplice e proporzionato, i propri obblighi.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti


Si segnala che la Fondazione Nazionale, ha recentemente pubblicato i seguenti documenti:

  • Società di persone: criticità e prospettive di modifica della disciplina alla luce dei dati statistici

Consulta il documento

  • Lo stato di crisi negli Enti locali

Consulta il documento

  • Giustizia tributaria: qualche concreta proposta per migliorare

Consulta il documento

  • Dinamiche del credito alle PMI e riflessioni operative

Consulta il documento

  • Imposta sul reddito Le imposte indirette sui trust: la Cassazione torna sui suoi passi

Consulta il documento

  • Nota variazioni IVA

Consulta il documento

  • Il distacco transnazionale dei lavoratori e la cooperazione amministrativa internazionale alla luce della nuova Direttiva europea

Consulta il documento

  • Gli effetti della crisi sul lavoro dipendente e sul lavoro indipendente: occupazione e redditi

Consulta il documento

  • Crisi d'impresa e insolvenza nella prospettiva aziendale e giuridica alla luce delle riforme in itinere

Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

FNC: Osservatorio economico.


Pubblicato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti un documento che passa in rassegna i principali dati economici diffusi dall’Istat nel corso del 2017 riguardanti le famiglie italiane.

Consulta il documento

FNC: Informativa Periodica - Attività Internazionale: Pubblicata la seconda uscita dell’Informativa sulle Attività delle organizzazioni internazionali curata dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti.

Consulta il documento

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via Crucis, il musical.


L’Associazione Arti e Mestieri, promossa dall’imprenditore Rosario Bianco, patron di Rogiosi editore, e dal magistrato Catello Maresca, Sostituto Procuratore della Repubblica, nasce con lo scopo di avvicinare i giovani provenienti da realtà difficili e disagiate le giovani generazioni alle arti e ai mestieri della tradizione partenopea. Nell’ambito di queste iniziative, è stato realizzato un MUSICAL che coinvolge una ventina di ragazzi, al Teatro Politeama per i giorni 26 e 27 marzo alle ore 21. I biglietti si possono acquistare direttamente chiamando il numero 081 5569995 al costo di 18 euro la platea e 12 il palco.

Festa del papà al Museo Madre di Napoli.


Al Museo Madre di Napoli si celebra la Festa del papà 2018 con due giornate (18 e 19 marzo) tra arte e divertimento: in programma visite, giochi e laboratori!

Nella prima giornata ci sarà una visita-gioco per famiglie che porterà alla scoperta di reperti provenienti dagli scavi di Pompei e di opere e documenti moderni e contemporanei. I più piccoli potranno cimentarsi in un gioco in cui gli sarà assegnata un’opera, il cui nome sarà scritto su un cartoncino posto sulla fronte del partecipante e visibile solo agli altri. L’obiettivo sarà quello di indovinare di che opera si tratta ponendo una sola domanda per turno agli altri partecipanti.

Il lunedì, a ingresso gratuito, sempre attraverso un percorso nella mostra Pompei@Madre i visitatori potranno seguire un laboratorio in cui esplorare l’attività dell’archeologo. Si impareranno così a conoscere le tecniche di scavo e si potrà realizzare un calco in gesso, la cui impronta sarà data dalle mani di genitori e figli. Ricordiamo che la prenotazione è obbligatoria.

Museo Madre di Napoli, via Luigi Settembrini 79. Orari: 18 marzo alle 11, 19 marzo alle 16. Prezzo biglietti: Domenica 18 marzo: Intero 8 €, ridotto 4 € (ragazzi tra i 6 e 25 anni), gratis bambini minori di 6 anni. Lunedì 19 marzo: gratuito. Evento Facebook Sito ufficiale

Mostra “io Dalì” al PAN di Napoli.


In occasione della “Giornata della disconnessione” il 21 marzo, l’ingresso alla mostra “Io Dalì” al PAN di Napoli, è stato ridotto a soli 5 euro, invece dei 10 euro previsti per tutte le altre giornate. La Giornata della disconnessione è un’iniziativa che vuole promuovere la comunicazione dal vivo e prevede il minimo, se non il nullo, utilizzo dei dispositivi digitali per far sì che cittadini e turisti si stacchino per qualche ora dagli smartphone e dai tablet e si godano ciò che la città ha da offrire. Per questo gli organizzatori della mostra Io Dalì hanno voluto ridurre il prezzo del biglietto a 5 euro, così i visitatori saranno invogliati a visitare questa bella esposizione dedicata al genio del Surrealismo e alla genesi del suo personaggio ormai iconico. Potranno ammirare dipinti, fotografie, bozze, riviste e proiezioni di filmati.

Dal 1 marzo al 10 giugno 2018. Martedì chiusa. PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, via dei Mille 60. Dalle 9.30 alle 19.30 InfoPagina FacebookEvento Facebook Sito Ufficiale

Osservatorio professionale


Focus tributario


Valido il ricorso notificato al solo concessionario della riscossione.


Quando il contribuente impugna una cartella di pagamento assumendo di non avere mai ricevuto alcun avviso di accertamento né altro atto presupposto, il controinteressato è tenuto a depositare, o quantomeno ad allegare, la prova della notifica espressamente contestata dal contribuente.

La mancata notificazione dell’avviso di accertamento priva il contribuente della compiuta possibilità di difesa, non potendo egli, dalla cartella, desumerne tutti i dati, pertanto la pretesa tributaria è illegittima e merita annullamento. Lo ha affermato la Ctr Sardegna con la sentenza n. 17/08/2018 ritenendo non corretta la sentenza della CTP che aveva ritenuto inammissibile il ricorso in quanto, il contribuente, aveva provveduto a chiamare in causa il solo agente della riscossione, e non l’ente impositore.

La prova della notifica va fornita anche dopo l’obbligo di conservazione quinquennale.


Quando il contribuente afferma di non aver mai ricevuto alcuna notifica precedente all’atto di ingiunzione, l’Ufficio ha il compito di provare di aver regolarmente proceduto in tal senso, e non può trincerarsi dietro l’eliminazione della documentazione relativa, essendo trascorsi i 5 anni dell’inerente obbligo di conservazione.

Lo ha precisato la Ctr Lombardia con la sentenza n. 5336/24/2017 depositata il 15 dicembre 2017.

L’eliminazione della documentazione trascorsi i 5 anni, è norma ordinatoria, non può riguardare le questioni di contenzioso ancora in atto, ed è, in ogni caso, a rischio e pericolo del soggetto che se ne avvale.

Le stesse cartelle non possono essere utilizzate sia per il fermo che per l’ipoteca.


La sentenza 4.985 del 21/08/2017 chiarisce che, ai sensi dell’art. 67 DPR 600/1973, è fatto divieto all’Amministrazione finanziaria di procedere a plurima imposizione in dipendenza dello stesso presupposto. Con la conseguenza che in caso di lesione del divieto di plurima imposizione da parte dell’Amministrazione finanziaria sulla base dello stesso presupposto, il secondo atto, va ritenuto inefficace e/o illegittimo. Pertanto, nel caso in esame, considerato che la stessa Amministrazione finanziaria ha ammesso che (comunque) tre cartelle su nove risultavano contenute nel preavviso di fermo amministrativo, la comunicazione di preventiva iscrizione di ipoteca per le stesse cartelle è per sé stessa illegittima.

L’atto di preavviso di iscrizione ipotecaria oggetto del presente giudizio è illegittimo per violazione del divieto di una plurima imposizione.

D’altra parte, va qui chiarito che il fermo amministrativo e l’ipoteca sono garanzie alternative e non cumulative.

Focus societario


Per le falsificazioni di bilancio rispondono i revisori, non i sindaci.


I sindaci non sono responsabili delle falsificazioni di voci di bilancio poste in essere dagli amministratori. Tali manipolazioni (nel caso di specie attinenti all’inserimento in bilancio di crediti inesistenti) dovrebbero, infatti, essere disvelate dai revisori legali tenuti ad applicare i principi di revisione sui crediti della società, con particolare riferimento ai saldi maggiormente significativi.
È quanto ha affermato il Tribunale di Genova con pronuncia 8.880 del 06/10/2017.

L’ordinanza prende le mosse dai reclami avverso un provvedimento di sequestro concesso nell’ambito di un procedimento cautelare instaurato dal curatore di una spa fallita nei confronti degli amministratori, dei sindaci e revisori della stessa. Nella fattispecie la curatela proponeva azione di responsabilità ex art. 146 del RD 267/1942 nei confronti di soggetti che, per vari periodi, avevano ricoperto cariche di direzione e controllo della società

Con riferimento a tale situazione le misure cautelari per i sindaci vengono revocate dal Tribunale, che distingue le responsabilità degli amministratori privi di deleghe, dei sindaci e dei revisori.

In motivazione si legge, infatti, che, in merito al bilancio, “non sussiste responsabilità per coloro che abbiano ricoperto solo la carica di sindaco non incaricato della revisione contabile”. In piena armonia con quanto affermato nella Norma di comportamento del Collegio sindacale 3.7, rubricata “Vigilanza in ordine al bilancio di esercizio e alla relazione sulla gestione”, emanata dal CNDCEC nel 2015 (norma in verità non citata nella pronuncia in commento), infatti, si legge: “In tal caso (cioè nelle situazioni di sindaco non revisore, ndr), ... il sindaco è chiamato a svolgere sul bilancio d’esercizio esclusivamente l’attività di vigilanza sull’osservanza della legge e dello statuto, ossia sull’osservanza delle norme procedurali inerenti la formazione, il deposito e la pubblicazione del bilancio, non dovendo esprimere un giudizio sulla sua attendibilità e quindi eseguire procedure di controllo circa la verità delle poste esposte”. I revisori devono occuparsi del controllo analitico delle singole poste

Ben diversa, per tali profili, appare la responsabilità dei revisori (e dei sindaci con funzione di revisione legale). Questi, infatti, nel rispetto dei principi di revisione avrebbero, invece, dovuto effettuare un controllo analitico delle singole poste di bilancio e dei crediti, essendo onerati di ottenere conferme esterne (ai sensi del principio di revisione n. 505) per acquisire elementi probativi appropriati e sufficienti a sostegno delle asserzioni di bilancio. In tal modo sarebbe emersa con facilità la falsità degli ordini e quindi della voce di credito inserita a bilancio al solo scopo di mascherare la perdita integrale del patrimonio.

Impugnazione di delibere di approvazione del bilancio e di abbattimento e ricostituzione del capitale sociale ex art. 2447 c.c.


In pendenza del giudizio di impugnazione di deliberazioni assembleari di approvazione del bilancio e di abbattimento e ricostituzione del capitale sociale ex art. 2447 c.c., la perdita della qualità di azionista in capo alla parte attrice importa l’improcedibilità del giudizio per sopravvenuta carenza della legittimazione e dell’interesse ad agire dell’attore. Infatti, da un lato, l’annullamento delle deliberazioni assunte ex art. 2447 c.c. presuppone, a norma dell’art. 2377, co. 3, c.c., il perdurante possesso di una partecipazione pari al 5% del capitale sociale in capo all’attore; dall’altro, sebbene l’art. 2379, co. 1, c.c. attribuisca la legittimazione ad impugnare le delibere assembleari aventi oggetto illecito o impossibile a “chiunque vi abbia interesse”, resta comunque fermo che tale interesse debba sussistere in concreto, occorrendo in particolare per le delibere di bilancio l’allegazione di una incidenza negativa delle irregolarità denunciate nella sfera giuridica dell’attore, quanto meno in termini di danno potenziale alla partecipazione sociale.

Focus Enti Locali


Oiv: pubblicata la Griglia di rilevazione e le Istruzioni per compilarla.


Con la Delibera 21 febbraio 2018, n. 141, pubblicata il 7 marzo 2018 sul proprio sito istituzionale, l’Anac ha fornito le indicazioni relative alle attestazioni Oiv in materia di Trasparenza.

Gli Oiv sono chiamati ad attestare, alla data del 31 marzo 2018, l’assolvimento di specifiche categorie di obblighi di pubblicazione. Il termine per la pubblicazione delle relative attestazioni è stato fissato al 30 aprile 2018. La Delibera è corredata da 8 Allegati:

Allegato 1.1 - Documento di attestazione per le amministrazioni di cui al § 1.1

Allegato 1.2 - Documento di attestazione per società ed enti di cui al § 1.2

Allegato 1.3 - Documento di attestazione per società a partecipazione pubblica non di controllo di cui al § 1.3

Allegato 2.1 - Griglia di rilevazione al 31 marzo 2018 per amministrazioni di cui al § 1.1
Allegato 2.2 - Griglia di rilevazione al 31 marzo 2018 per società ed enti di cui al § 1.2
Allegato 2.3 - Griglia di rilevazione al 31 marzo 2018 per società a partecipazione pubblica non di controllo di cui al § 1.3

Allegato 3 - Scheda di sintesi sulla rilevazione degli OIV o organismi con funzioni analoghe
Allegato 4 - Criteri di compilazione della Griglia di rilevazione

Illegittimo il passaggio di dipendenti da Società “in house” ad Enti pubblici senza concorso pubblico.


Nella Sentenza n. 40 del 2 marzo 2018 della Corte Costituzionale, la questione controversa in esame riguarda la legittimità costituzionale dell’art. 6, comma 8, della Legge della Regione autonoma Sardegna n. 2/07, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (‘Legge Finanziaria 2007’)”, come modificato dall’art. 3, comma 22, della Legge della Regione autonoma Sardegna n. 3/08, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (‘Legge Finanziaria 2008’)”, e dall’art. 3 della Legge Regione autonoma Sardegna n. 16/11 (“Norme in materia di organizzazione e personale”).

La questione appare di notevole rilievo, per analogia, per gli ex dipendenti del Concessionario alla riscossione EQUITALIA spa, nel frattempo assorbiti da Agenzia Entrate riscossione, il cui passaggio potrebbe essere considerato illegittimo e quindi nullo.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 35.

Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati edi 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12.

Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall. 35 08/03/18 D'Andria Gennaro Avv SMCV Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 34 08/03/18 Atonna Giampiero Dott. Na Caria Enrico
n.d. n.d. 33 08/03/18 Bartolo Sara Avv Na Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 32 08/03/18 Montella Sabato Dott. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 31 08/03/18 Avino Manuela Avv Na Satta Cristiana
n.d. Fall. 30 23/02/18 Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 29 23/02/18 Macchione Maria  Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 28 23/02/18 Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 27 23/02/18 Approvato Giuseppe  Dott. NN De Vivo Maria
n.d. n.d. 26 23/02/18 Capozzi Paola Avv Na Satta Cristiana
n.d. n.d. 25 23/02/18 Coppola Adolfo Avv SMCV Lamonica Maria Grazia
n.d. n.d. 24 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 23 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 22 23/02/18 Fabozzi Tommaso Dott. NN Lamonica Maria Grazia
n.d. n.d. 21 23/02/18 Salzano Marco Dott. Na Di Giorgio Giovanni

Composizione crisi da sovraindebitamento

Debitore Tipo Num. Data dich. Professionista Titolo Giudice Delegato
n.d. CCS 4604 31/10/17 Leccia Francesca Dott. NN Caria Enrico
Brillante/Borriello CCS 1641 n.d. Maddaluno Lucia

Dott.

NN

Caria Enrico

Calvanese Antonio e

Buono Immacolata

CCS 1086 05/04/2017

Aversano

Angelo

Dott.

NN

Caria Enrico

Paone Antonio e

Mari Nunzia

CCS 431 28/02/2017

Conte

Antonio

Dott.

NN

Caria Enrico

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d n.d 15 n.d n.d n.d n.d
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bagatelle s.r.l. C.P. 7 21.04.17 Molino Domenico

Dott.

NA

Satta Cristiana
Wattsud Lavorazioni Elettromeccaniche di Precisione S.p.A. C.P. 6 21.04.17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi rinviandosi ai dati pubblicati presso il Tribunale per verificare la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 4 del 12/03/18

Assistenza fiscale prestata da Caf/professionisti e sostituti d’imposta – Dichiarazione presentata direttamente – Flusso 730-4 – Conguagli - pdf

  • Circolare n. 3 del 26/02/18

Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017), articolo 1, commi da 100 a 114. Applicazione delle disposizioni concernenti i piani di risparmio a lungo termine (PIR) - pdf

  • Circolare n. 2 del 26/01/18

Regime di consolidato nazionale e utilizzo delle perdite – Casi particolari - pdf

  • Circolare n. 1 del 17/01/18

La disciplina della detrazione dell’imposta sul valore aggiunto dopo le modifiche introdotte dal decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 21 giugno 2017 - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Versamento tramite il modello F24 delle somme dovute a titolo di imposte e interessi concernenti i piani di risparmio a lungo termine (P.I.R.), ai sensi dell’articolo 1, comma 106, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 - pdf

  • Risoluzione n. 22 del 12/03/18

Interpello - Articolo 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n.212 - Detrazione per lavori antisismici ai sensi dell’art. 16, comma 1-bis, del DL n. 63 del 2013, eseguiti su immobili destinati alla locazione - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento Gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento marzo 2016

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi organizzati sul territorio delle province di Napoli e Caserta ed accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative


Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. La quota sarà utilissima per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, una rassegna dei principali strumenti finanziari a supporto delle aziende, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e sovraterritoriale e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese