TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ritenendo di fare cosa gradita, Ti trasmettiamo il numero 16-2018 della newsletter settimanale dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord, che a breve sarà riservata ai soli associati e sostenitori.

Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 16-2018 – 21 aprile 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

In primo piano


ANC Servizi: disponibili nuovi contenuti riservati agli Associati.


Si informano gli Associati che a breve saranno disponibili nuovi contenuti e funzionalità in area riservata, ai quali potranno avere accesso i soli professionisti associati all’ANC.

Attualmente, in forza di un accordo di collaborazione, nell’Area Riservata è pubblicata una rassegna delle principali sentenze fiscali/tributarie del periodo, a cura dello Studio BNR Associati. La rassegna, che al momento è disponibile per il primo trimestre 2018, sarà aggiornata con cadenza mensile.

Con comunicazione riservata verranno comunicate le procedure per iscriversi in area riservata.

ENEA: ecobonus 2018, online il nuovo sito per l'invio della documentazione.


Attivo dal 3 aprile 2018 il nuovo sito ENEA http://finanziaria2018.enea.it, dedicato alla trasmissione telematica della documentazione necessaria relativa agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici conclusi a partire dal 1° gennaio 2018, per poter usufruire delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica (ecobonus)

Il presente sito web consente l’invio delle dichiarazioni dovute all’ENEA esclusivamente a fronte dei lavori completati nel 2018. La Legge di bilancio 2018 (Legge 27.12.2017 n. 205) ha integrato e modificato le condizioni di accesso ai benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici, in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018. Sono state molte infatti le novità contenute nella finanziaria 2018 in relazione al cd. "pacchetto casa" e dal 1° gennaio 2018 è necessario inviare una comunicazione all'ENEA anche sui lavori di recupero del patrimonio edilizio, sul sisma bonus, sull'acquisto dia arredo e sull'ecobonus. 

Nuove modalità di iscrizione dell’impresa sociale nel Registro imprese.


Con Decreto Interministeriale 16/03/2018, il MISE di concerto con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ha definito, in applicazione dell’art. 5, comma 5, D.Lgs. n. 112/2017, gli atti e i documenti che le imprese sociali sono tenute depositare presso il Registro delle imprese, nonché le relative modalità di presentazione. In particolare, tra gli altri adempimenti, il Decreto stabilisce l’obbligo di prevedere negli atti costitutivi la nomina di uno o più sindaci aventi i requisiti di cui all’art. 2397, comma 2, C.c. e per i quali non ricorrono le cause di ineleggibilità e di decadenza di cui all’art. 2399 C.c. e l’obbligo per le imprese sociali iscritte nella sezione del Registro ad esse dedicata alla data del 20 luglio 2017, di adeguare i propri statuti alle disposizioni di cui al D.Lgs n. 112/2017 entro il 20 luglio 2018. Tale Decreto sostituisce quello emanato in data 24/01/2008.

Istanze di interpello: comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate.


AssoInvoice è il tool gratuito, ideato e prodotto da AssoSoftware per la visualizzazione semplice ed efficace delle Fatture Elettroniche XML inviate alla Pubblica Amministrazione e alle Aziende private. Consente di visualizzare immediatamente la Fattura Elettronica ricevuta come se fosse una tradizionale fattura cartacea. AssoInvoice traduce il formato XML, mostrando in modo chiaro e comprensibile i contenuti delle fatture; consente, inoltre di verificare, stampare, ricercare le Fatture XML create secondo lo standard SDI (www.fatturapa.gov.it), scaricare gli allegati contenuti all'interno e verificare la firma digitale apposta. AssoInvoice consente inoltre di visualizzare in modo specifico l'arricchimento informativo inserito all'interno delle Fatture XML secondo lo Standard AssoSoftware. Il download di AssInvoice è disponibile gratuitamente per Windows, Mac e Linux, direttamente da questo link. Consulta le Note di Rilascio

Equipollenza tra crediti formativi per commercialisti/gestori crisi sovraindebitamento.


Con nota informativa n. 31/2018, il Cndcec comunica che in virtù dell’equipollenza tra la formazione dei commercialisti e quella iniziale e biennale dei gestori della crisi da sovraindebitamento, per assolvere all’obbligo formativo iniziale e biennale a carico dei gestori della crisi (40 ore complessive) è possibile partecipare a corsi di formazione della durata non inferiore a 12 ore e che abbiano per oggetto le materie della crisi d’impresa e del sovraindebitamento.

Gli Ordini territoriali devono rilasciare ai partecipanti un attestato nominativo da cui risulti, oltre al numero di ore di effettiva partecipazione e a quello dei crediti formativi conseguiti, che il corso ha ad oggetto le materie della crisi d’impresa e del sovraindebitamento e che il corso di formazione è “equipollente”.

Nuovo software per le “Liquidazioni periodiche”.


L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione i software di compilazione e controllo. La comunicazione va trasmessa per via telematica dal contribuente o da intermediari abilitati. Entro il prossimo 31 maggio, i contribuenti interessati devono inviare la comunicazione relativa al primo trimestre 2018. Per eseguire l'adempimento l'Agenzia ha messo a disposizione due software: Ivp18 per compilare la comunicazione e il software di controllo per chi prima dell'invio volesse verificare i file.

Approvati i primi 69 indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) per il 2018.


Pubblicato sul Supplemento Ordinario 18 della G.U. 85 del 12/04/2018 il Decreto MEF 23/03/2018 con il quale sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) relativi ad attività manifatturiere, commerciali, professionali e del comparto servizi applicabili, ai fini dell’accertamento, a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data del 31 dicembre 2018.

In generale, in base a quanto previsto dal DL 50/2017 (comma 6 art. 9-bis) gli indici sintetici di affidabilità fiscale non si applicano ai periodi d'imposta nei quali il contribuente:

  • ha iniziato o cessato l'attività ovvero non si trova in condizioni di normale svolgimento della stessa;
  • dichiara ricavi o compensi di ammontare superiore al limite stabilito dal decreto di approvazione o revisione dei relativi indici. Il decreto in commento mette come limite euro 5.164.569.

Nel decreto è stato chiarito che sono altresì esclusi:

  • i contribuenti che si avvalgono del regime forfetario agevolato ovvero, del regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • i contribuenti che esercitano due o più attività di impresa, non rientranti nel medesimo indice sintetico di affidabilità fiscale, qualora l'importo dei ricavi dichiarati relativi alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall'indice sintetico di affidabilità fiscale relativo all'attività prevalente superi il 30% dell'ammontare totale dei ricavi dichiarati;
  • Enti del Terzo settore non commerciali che optano per la determinazione forfetaria del reddito di impresa;
  • imprese sociali di cui al decreto legislativo n. 112 del 3 luglio 2017;
  • società cooperative, società consortili e consorzi che operano esclusivamente a favore delle imprese socie o associate e delle società cooperative costituite da utenti non imprenditori che operano esclusivamente a favore degli utenti stessi.

Il Decreto ha confermato l’abrogazione degli studi di settore e dei parametri per il periodo d’imposta 2018.

Linee Guida del MEF sul tirocinio degli aspiranti revisori legali.


Approvate con determina del Ragioniere generale dello Stato del 23 febbraio 2018 le Linee guida per lo svolgimento del tirocinio in materia di revisione legale dei conti. Le Linee guida, già sottoposte ad una consultazione pubblica delle categorie interessate, si propongono di fornire agli interessati le opportune istruzioni in ordine alle modalità di svolgimento del tirocinio, nel rispetto del quadro normativo di riferimento, rivolgendosi non soltanto ai tirocinanti, ma anche ai revisori legali (“dominus”) cui è affidata l’effettiva maturazione professionale del praticante. Le Linee guida costituiscono, inoltre, un ausilio per l’aspirante revisore legale nel momento della predisposizione della relazione periodica, di cui è proposto un modello-tipo. È in corso l’aggiornamento del modello on-line di compilazione della relazione annuale, che sarà reso disponibile a breve nell’apposita sezione del sito istituzionale. Nelle more, è possibile continuare ad utilizzare il modello TR-04, avendo cura che dallo stesso emergano tutte quelle informazioni che sono essenziali per una piena comprensione dell’attività di revisione legale cui il tirocinante ha in concreto assistito o partecipato, in coerenza con i criteri enunciati dalle Linee guida.

Il testo delle LINEE GUIDA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO

Il testo della determina RGS del 23 febbraio 2018

La relazione illustrativa



Nessun differimento per le nuove regole privacy europee: Comunicato del Garante.


Con Comunicato Stampa 19/04/2018, il Garante della privacy ha invece affermato che non vi sarà alcun differimento dello svolgimento delle funzioni ispettive e sanzionatorie previste dal Regolamento UE n. 2016/679, che pertanto sarà pienamente applicabile dal prossimo 25 maggio 2018.

Revisione legale affidata al Collegio sindacale.


Pubblicata la versione definitiva del documento “Approccio metodologico alla revisione legale affidata al Collegio sindacale nelle imprese di minori dimensioni”. Il documento propone una metodologia utile allo svolgimento delle attività di controllo dei bilanci. E’ disponibile in formato pdf interattivo con collegamenti alle carte di lavoro in formato Word ed Excel.

Il lavoro è arricchito anche da un modello di controllo della qualità del sindaco revisore con il fine di supportare la configurazione e l'applicazione di un sistema di controllo della qualità conforme alle richieste normative.

Consulta il documento

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti


Si segnala che la Fondazione Nazionale, ha recentemente pubblicato i seguenti documenti:

  • Società di persone: criticità e prospettive di modifica della disciplina alla luce dei dati statistici

Consulta il documento

  • Lo stato di crisi negli Enti locali

Consulta il documento

  • Giustizia tributaria: qualche concreta proposta per migliorare

Consulta il documento

  • Dinamiche del credito alle PMI e riflessioni operative

Consulta il documento

  • Imposta sul reddito Le imposte indirette sui trust: la Cassazione torna sui suoi passi

Consulta il documento

  • Nota variazioni IVA

Consulta il documento

  • Il distacco transnazionale dei lavoratori e la cooperazione amministrativa internazionale alla luce della nuova Direttiva europea

Consulta il documento

  • Gli effetti della crisi sul lavoro dipendente e sul lavoro indipendente: occupazione e redditi

Consulta il documento

  • Crisi d'impresa e insolvenza nella prospettiva aziendale e giuridica alla luce delle riforme in itinere

Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

FNC: Osservatorio economico.


Pubblicato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti un documento che passa in rassegna i principali dati economici diffusi dall’Istat nel corso del 2017 riguardanti le famiglie italiane.

Consulta il documento

FNC: Informativa Periodica - Attività Internazionale: pubblicata la seconda uscita dell’Informativa sulle Attività delle organizzazioni internazionali curata dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti.

Consulta il documento

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Al Museo Nazionale ferroviario di Pietrarsa a Napoli spettacoli musicali e street food.


Da venerdì 27 Aprile a martedì 1 Maggio 2018 il Museo Nazionale ferroviario di Pietrarsa a Napoli ospiterà una grande esposizione di ferrovie in miniatura.

Cinque giorni per ammirare le fantastiche riproduzioni in scala ridotta di ferrovie, grandi plastici e diorami che riproducono fedelmente meravigliosi panorami della città partenopea. Tutti gli ospiti potranno salire a bordo di piccole locomotive a vapore e visitare i giardini di Pietrarsa.

Per rendere più coinvolgente la mostra ci saranno workshop, divertenti laboratori didattici e performance musicali e teatrali. Per l’occasione sarà allestita, nella zona della Pensilina Liberty, un’area dedicata alla ristorazione con street food.

Museo Nazionale Pietrarsa, Portici. Contatti: 081 472003

Musei aperti a Napoli e in Campania per il 25 aprile 2018.


Il prossimo 25 aprile 2018: tanti musei e siti archeologici hanno comunicato che rimarranno aperti. Diverse le mostre in corso nei musei e non solo: sono previste anche alcune aperture straordinarie. Tra i tanti, si segnalano: Museo Archeologico Nazionale, Museo di Capodimonte, Certosa e Museo di San Martino, Castel Sant’Elmo, Museo Pignatelli, Palazzo Reale, Parco e Tomba di Leopardi e Virgilio, Complesso dei Girolamini, Museo Madre

Brunch all’Arenile di Bagnoli il 25 aprile 2018.


Il 25 aprile 2018, in occasione della Festa della Liberazione, si svolgerà uno speciale Brunch all’Arenile di Bagnoli a Napoli. Un divertente party che inizierà a mezzogiorno e proseguirà fino a mezzanotte. I partecipanti avranno a disposizione due aree dove si divertiranno con musica e potranno degustare del buon cibo e ottimi drink, mentre si alterneranno alla consolle i migliori dj campani. A fare da cornice all’evento ci sarà il mare del suggestivo litorale flegreo e, stando alle previsioni meteo, una bellissima giornata di sole che già profuma d’estate.

Arenile di Bagnoli, Via Coroglio 14b. Dalle ore 12:00 alle ore 24:00. Prezzo biglietto entro le ore 15:00 gratuito; entro le ore 17:00 10€. Informazioni: Evento Facebook

Osservatorio professionale


Focus tributario


AIRE: l'iscrizione non basta per la residenza fiscale all'estero.


Come già ribadito più volte dalla giurisprudenza, la C.T.R. Friuli Venezia-Giulia, ha riconfermato nella sentenza n. 28/3 del 5 febbraio 2018, che l'iscrizione all'AIRE, costituisce la condizione necessaria ma non sufficiente essere considerati fiscalmente non residenti in Italia. In effetti la cancellazione dall'anagrafe della popolazione residente e la conseguente iscrizione all'AIRE, secondo la Commissione "non costituisce elemento determinante per escludere il domicilio o la residenza nello Stato, ben potendo questi ultimi essere desunti con ogni mezzo di prova, anche in contrasto con le risultanze dei registri anagrafici".

La sentenza ricorda che vi sono altri elementi da prendere in considerazione per determinare la residenza effettiva del contribuente tra cui sono stati elencati, già dalla Cassazione:

  • l'esistenza di legami personali con l'Italia, come la presenza dei familiari,
  • la disponibilità di un'abitazione,
  • il fatto che i figli frequentino effettivamente la scuola in Italia,
  • i legami amministrativi con le autorità pubbliche e gli organismi sociali.

Tutti gli aspetti sopraelencati concorrono a formare il convincimento dei giudici ai fini di individuare l'effettivo domicilio o residenza all'interno del territorio dello Stato.

Preclusa all’ufficio la rettifica dei valori indicati nell’atto di trasferimento.


In base alla norma Comunitaria, all’Ufficio è preclusa la rettifica del valore indicato nell’atto di trasferimento allorquando venga adottato un prezzo superiore a quello previsto dalle tariffe catastali rivalutate, essendo la norma a garanzia di intangibilità dei valori dichiarati, sia ai fini Iva che ai fini Ires. Lo ha precisato la Cassazione con l’ordinanza n. 7024 del 21/03/2018.

La legge comunitaria del 2008 (7.7.2009 n. 88) con riferimento al “valore normale” ha abrogato la disposizione che consentiva alla Agenzia delle entrate di rettificare ai fini Iva la base imponibile della cessione dei fabbricati nel caso che questa risultasse inferiore al valore normale.

Inoltre la legge comunitaria del 2008 ha abolito la norma del d.l. 223/2006 che fondava l’accertamento dei beni immobili sul valore normale con carattere di retroattività in funzione della esigenza di rimuovere la incompatibilità rispetto al sistema normativo comunitario.

Valida la notifica a mano della sentenza per la decorrenza del termine breve.


Con le modifiche apportate dall’art. 3 del DL n. 40/2010 all’art. 38, comma 2 del DLgs. n. 546/1992, è consentito alle parti private di procedere alla notificazione della sentenza con consegna diretta ai sensi dell’art. 16, comma 3 del DLgs. n. 546/1992, in base al quale “le notificazioni all’ufficio del Ministero delle Finanze e all’ente locale possono essere effettuate mediante consegna dell’atto all’impiegato addetto che ne rilascia ricevuta sulla copia”. La Cassazione, con l’ordinanza n. 4616/2018, ha affermato che “non è dubitabile che la peculiarità del regime della notifica valida in ambito tributario è sicuramente applicabile anche in relazione alla notifica della sentenza, come implicitamente riconosciuto da questa Corte, allorché si è affermato il principio secondo cui in tema di contenzioso tributario, ai fini del decorso del termine «breve» per impugnare le sentenze, fissato dall’art. 51 del DLgs. n. 546 del 1992, la modifica dell’art. 38 dello stesso DLgs. – per effetto dell’art. 3, comma 1, lett. a), del DL n. 40 del 2010, conv, con modif, dalla L. n. 73 del 2010 – opera solo a partire dall’entrata in vigore della disposizione novellatrice, sicché, per l’epoca precedente, la notifica della sentenza deve effettuarsi ai sensi degli artt. 137 e ss. c.p.c. e non già ex art. 16 del DLgs. n. 546 del 1992 (Cass. n. 9108 del 2017)”.

Come ha rammentato il collegio di ultima istanza, non si tratta di un indirizzo innovativo poiché è stato già precisato che – in merito alla validità della notifica nelle forme previste dall’art. 38 del DLgs. n. 546/1992 e sia pur con riferimento alla diversa fattispecie della notifica mediante raccomandata A/R – nel processo tributario, ai fini del decorso del termine breve d’impugnazione, la sentenza può essere notificata anche mediante servizio postale, in plico raccomandato, senza busta e con avviso di ricevimento, nel rispetto delle formalità previste dallo stesso art. 38 (Cass. n. 26449/2017).

Sia nel caso di notificazione mediante consegna diretta quanto nell’ipotesi di notificazione diretta a mezzo del servizio postale, la sentenza va notificata in copia autentica rilasciata dalla segreteria della Commissione tributaria (ex art. 38, comma 1 del citato decreto).

Focus societario


Cda, frode solo con ruolo attivo.


La Corte di cassazione, con la sentenza n. 14783 del 04/04/2018, ha annullato la condanna per bancarotta fraudolenta a carico di tre manager. Con una lunga motivazione i giudici della prima sezione penale hanno accolto il ricorso presentato dalla difesa dei tre in cui si evidenziava la mancanza di prove circa il ruolo dei manager senza delega. Ad avviso dei Supremi giudici non sono punibili i membri del Cda che sono all'oscuro degli affari illeciti posti in essere dall'amministratore con poteri di gestione. Nel caso esaminato la truffa aveva condotto a un grave dissesto finanziario seguito dal fallimento.

Preclusa l’impugnazione del bilancio se è già stato approvato il nuovo.


In pendenza della causa relativa all’impugnazione di un bilancio d’esercizio, se interviene l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio successivo, non opera la preclusione prevista dall’art. 2434-bis comma 1 c.c.

Se il bilancio impugnato sia sostituito, non si determina l’immediata cessazione della materia del contendere, dovendo il giudice adito comunque verificare, seppure solo in via incidentale, se il bilancio “sostitutivo” abbia eliminato la causa che aveva condotto a dubitare della legittimità del precedente bilancio. Sono queste le importanti indicazioni fornite dalla sentenza 5097/2017 del Tribunale di Torino. Ai sensi dell’art. 2434-bis comma 1 c.c., le azioni di nullità e di annullamento non possono essere proposte nei confronti delle deliberazioni di approvazione del bilancio dopo che sia avvenuta l’approvazione del bilancio dell’esercizio successivo. La norma non trova applicazione nel caso in cui l’approvazione del bilancio dell’esercizio successivo intervenga in corso di causa.

Nel contesto delle delibere di approvazione del bilancio, precisa, peraltro, il Tribunale di Torino, occorre, in via preventiva, considerare se i due documenti, quello originario e quello sostitutivo, seguano la stessa impostazione (analitica o abbreviata). Ed infatti, solo se da questo punto di vista sono allineati risulta possibile affrontare la questione dell’intervenuta, o meno, rinnovazione sanante, con effetti retroattivi, ai sensi dell’art. 2377 comma 8 c.c., della delibera di approvazione successiva. La qual cosa, invece, sarebbe problematica ove la società revochi la delibera impugnata di approvazione del bilancio in forma abbreviata adottandone un’altra, ma approvando il bilancio in forma analitica. In tal caso, infatti, in ragione delle differenze contenutistiche, alla prima delibera non sarebbe più ricollegabile alcun effetto; mentre quelli connessi alla seconda decorrerebbero soltanto dal momento della sua assunzione (cfr. Cass. n. 22762/2012).

Focus Enti Locali


Contabilità economico-patrimoniale: Arconet non condivide la lettura pro-rinvio per i Comuni fino a 5.000 abitanti ma di fatto lo autorizza.


Con la Faq n. 30 pubblicata dalla Commissione Arconet l’11 aprile 2018 sul sito della Ragioneria generale dello Stato sono stati forniti gli attesi chiarimenti in merito alla decorrenza degli adempimenti legati alla contabilità economico-patrimoniale per i Comuni fino a 5.000 abitanti.

Come già preannunciato in Entilocalinews n. 15 del 9 aprile 2018, l’Anci aveva segnalato la proposta al Governo affinché i piccoli Comuni fossero autorizzati ad applicare la contabilità economico-patrimoniale a partire dall’esercizio corrente (con rendicontazione 2019). La richiesta era stata motivata sostenendo che ci fosse un “disallineamento” della normativa vigente sulla decorrenza dei medesimi obblighi: da un lato l’art. 232, comma 2, del Tuel: “gli Enti Locali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti possono non tenere la contabilità economico patrimoniale fino all’esercizio 2017” (letto dall’Anci come “quindi obbligatorio dall’anno successivo, 2018”) e, dall’altro, il Principio contabile applicato del bilancio consolidato che, inequivocabilmente, dispone l’obbligo della redazione del consolidato (il cui presupposto necessario è la tenuta della contabilità economico-patrimoniale) già dal 2018 con riferimento all’esercizio 2017 (DLgs. n. 118/11, Allegato n. 4/4, punto 1).

La posizione di Arconet in merito è stata resa nota attraverso la pubblicazione della citata Faq n. 30, che risponde al seguito quesito: “Un Ente Locale con popolazione inferiore a 5.000 abitanti che, con riferimento all’art. 232 del Tuel, ha esercitato la facoltà di rinviare l’adozione della contabilità economico patrimoniale al 1° gennaio 2018 può inviare, alla ‘Bdap’, il rendiconto 2017 senza che l’assenza degli allegati relativi allo stato patrimoniale e al conto economico risulti bloccante?”.

La Commissione, pur riconoscendo la formulazione poco chiara del citato art. 232, ha evidenziato che già in una riunione del 22 marzo 2017, in risposta ad un quesito, era stato “precisato che l’obbligo di adozione della contabilità economico-patrimoniale, per gli Enti con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, decorre dal 1° gennaio 2017”.

Ciò premesso, ha risposto che gli Enti Locali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, “che hanno esercitato la facoltà di rinviare l’adozione della contabilità economico-patrimoniale anche per l’esercizio 2017, interpretando in tal senso l’art. 232 del Tuel”, possono approvare e successivamente inviare alla “Bdap” il rendiconto 2017 senza i prospetti relativi allo stato patrimoniale e al conto economico.

Estinzione anticipata mutui e prestiti obbligazionari: determinato l’ammontare definitivo provvisorio dei contributi 2018.


Con il Dm. Interno 11 aprile 2018, pubblicato il 12 aprile 2018 sul sito istituzionale del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, sono stati determinati gli importi provvisori dei contributi attribuiti ai Comuni richiedenti per consentire l’estinzione anticipata, totale o parziale, di mutui e prestiti obbligazionari effettuate negli anni 2017 e 2018.

La platea interessata dal Provvedimento è quella delle Amministrazioni comunali che, in applicazione del Dm. 14 marzo 2017, hanno fatto richiesta dei contributi citati entro il 31 marzo 2018. Questo primo riparto provvisorio è basato sui dati riportati nei Modelli “A” inviati dagli Enti e che dovranno poi essere confermati o rettificati attraverso i Modelli “B”, da inviare entro il 28 febbraio 2019. Complessivamente sono stati assegnati Euro 47 milioni (come previsto nella Tabella n. 8 della “Legge di bilancio 2018”), a fronte dei 160.055.078,13 Euro certificati dagli Enti interessati. Le quote spettanti ad ogni singolo Comune sono riportate nell’Allegato “A”, che forma parte integrante del Decreto in questione.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 45.

Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 ed 1 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall. 45 06/04/18 Frezza Enrico Avv SMCV Satta Cristiana
n.d. n.d. 44 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall. 43 06/04/18 Cimmino Antonio Avv Na Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 42 05/04/18 Paura Daniela Avv Na Satta Cristiana
n.d. Fall. 41 05/04/18 Paura Daniela Avv Na Lamonica Maria Grazia
n.d. n.d. 40 30/03/18 Chiricone Anna Maria Avv NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 39 22/03/18 Guerra Giuseppe Dott. NN Lamonica Maria Grazia
n.d. Fall. 38 22/03/18 Sorbo Chiara Avv NN Satta Cristiana
n.d. Fall. 37 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall. 36 22/03/18 Sorbo Chiara Avv NN De Vivo Maria
n.d. Fall. 35 08/03/18 D'Andria Gennaro Avv SMCV Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 34 08/03/18 Atonna Giampiero Dott. Na Caria Enrico
n.d. n.d. 33 08/03/18 Bartolo Sara Avv Na Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 32 08/03/18 Montella Sabato Dott. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 31 08/03/18 Avino Manuela Avv Na Satta Cristiana
n.d. Fall. 30 23/02/18 Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 29 23/02/18 Macchione Maria  Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 28 23/02/18 Aruta Fabio  Dott. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 27 23/02/18 Approvato Giuseppe  Dott. NN De Vivo Maria
n.d. n.d. 26 23/02/18 Capozzi Paola Avv Na Satta Cristiana
n.d. n.d. 25 23/02/18 Coppola Adolfo Avv SMCV Lamonica Maria Grazia
G.R. Srl n.d. 24 21/02/18 Palma Felicia. Dott. Na Caria Enrico
n.d. n.d. 23 n.d. n.d. n.d. n.d.

Composizione crisi da sovraindebitamento

Debitore Tipo Num. Data dich. Professionista Titolo Giudice Delegato
n.d. CCS 4604 31/10/17 Leccia Francesca Dott. NN Caria Enrico

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d n.d 15 n.d n.d n.d n.d
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bagatelle s.r.l. C.P. 7 21.04.17 Molino Domenico

Dott.

NA

Satta Cristiana
Wattsud Lavorazioni Elettromeccaniche di Precisione S.p.A. C.P. 6 21.04.17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi rinviandosi ai dati pubblicati presso il Tribunale per verificare la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 6 del 20/04/18

Trattamento fiscale dei corrispettivi ricevuti a seguito di costituzione e cessione di diritto reale di superficie - pdf

  • Circolare n. 5 del 29/03/18

Premi di risultato e welfare aziendale - art. 1, commi 182 a 190, legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di Stabilità 2016), così come modificato dall’art.1, commi 160 - 162, legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di Bilancio 2017), dall’art. 55 decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96 e dall’art. 1, commi 28 e 161, legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di Bilancio 2018) - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Interpello articolo 11, comma 1, lett. a), della legge n. 212 del 2000 - Contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato- attestazione rilasciata dalle organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia e dei conduttori - trattamento ai fini dell’imposta di registro e di bollo - pdf

  • Risoluzione n. 28 del 11/04/18

Interpello art. 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n. 212 - Chiarimenti in merito al regime fiscale delle società di capitali che hanno optato per la tassazione catastale di cui all’articolo 1, comma 1093, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento giugno 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento marzo 2016

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi organizzati sul territorio delle province di Napoli e Caserta ed accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative


Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc

04/05/2018

15:00 - 19:00

Digitalizzazione della professione e nuova normativa privacy.

Iscrizione online sul sito www.fpcu.it

Livorno

Grand Hotel Palazzo

Viale Italia, 195

ANC

Nazionale

Gratuito

aula

4

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. La quota sarà utilissima per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, una rassegna dei principali strumenti finanziari a supporto delle aziende, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e sovraterritoriale e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese