TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Dopo la breve pausa estiva, riprende il nostro servizio di newsletter settimanale, con la trasmissione del numero 30-2018, sperando di farti cosa gradita. Nell’augurarti un sereno riavvio delle attività professionali, Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 30-2018 - 17 settembre 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo, Carlo D’Abbrunzo.

In primo piano


“La Fatturazione elettronica obbligatoria: aspetti organizzativi e fiscali”. In aula il 26.09.18 alle ore 15:00 ad Aversa all’Hotel del Sole.


L’ANC Napoli Nord, U.N.I.CO. Napoli Nord ed Unoformat SpA, hanno promosso ed organizzato un interessante giornata di approfondimento sulle prossime novità riguardanti la fatturazione elettronica, di interesse per professionisti ed imprese per il prossimo 26 settembre 2018, a partire dalle ore 15:00 presso la sala convegni dell’Hotel del Sole in Piazza Mazzini 27 ad Aversa (pressi Stazione FF.SS).

Con la Legge di Bilancio 2018 è stato generalizzato l’obbligo della Fatturazione Elettronica, che, a partire dal 1° gennaio 2019, interesserà tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuati tra soggetti residenti o stabiliti nello Stato italiano. È un cambiamento culturale e sociale che modificherà la realtà quotidiana all’interno delle strutture aziendali e che produrrà una necessaria riorganizzazione dello studio professionale. Il convegno si pone quindi l’obiettivo di analizzare le modalità operative, le criticità e l’iter per affrontare le innovazioni attese. Il seminario è valido ai fini della formazione professionale continua di Commercialisti, Esperti contabili e consulenti del Lavoro e dà il diritto di maturare fino a 4 crediti formativi.

Dopo i saluti istituzionali, formulati dal Presidente dell’ODCEC di Napoli Nord, Antonio Tuccillo, dal Presidente di ANC Napoli Nord, Antonio Carboni e dal Presidente di UNICO Napoli Nord, Francesco Vallefuoco, si affronteranno con piglio pratico le problematiche poste dalla normativa dal collega Nicolò Cipriani, Commercialista in Trani.

Il materiale didattico potrà essere prelevato in formato elettronico previa prenotazione e registrazione nell'Area Personale del sito www.unoformat.it all'interno del Piano Studi di ciascun partecipante, che si può effettuare cliccando al link riportato in calce.

Prenotazione al convegno "Fatturazione elettronica"

Contribuenti e Commercialisti lasciati nel caos.


L’Associazione Nazionale Commercialisti ha indirizzato una nuova lettera aperta al Ministro dell’Economia e al Direttore dell’Agenzia Entrate, esprimendo grande stupore nei confronti della nota odierna con la quale l’Agenzia ricorda la scadenza di lunedì 17 settembre 2018, quale termine ultimo per la trasmissione della comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche dell’Iva relativa al secondo trimestre del 2018.

L’articolo 21-bis del decreto legge 78 del 21.05.2010 fa coincidere i termini di questo adempimento con quelli per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (spesometro – articolo 21 del medesimo decreto), ma per effetto della legge di Bilancio 2018 (comma 932, legge 205 del 27.12.2017), il termine del 16 settembre, di cui al comma 1, dell’articolo 21 è fissato al 30 settembre (1 ottobre, nel caso di quest’anno, per l’occorrente giorno festivo).

Nonostante – si legge nella missiva dell’Associazione – il tema sia al centro della stampa specializzata da giorni, nonostante le interrogazioni parlamentari presentate sul tema, e la stessa richiesta di chiarimenti inviata da questa Associazione lo scorso 6 settembre, prendiamo atto dell’ostinazione con la quale l’Agenzia fornisce, in detta nota, argomentazioni estranee al proprio ruolo, andando a citare persino i lavori parlamentari preparatori della Legge di Bilancio 2018 facendo assurgere questi ultimi a fonte normativa.”.

Prima di qualsiasi interpretazione possibile – prosegue l’ANC – occorre andare a verificare la lettera del dettato della Legge 78 che così dispone: “i soggetti passivi dell’imposta sul valore aggiunto trasmettono, negli stessi termini e con le medesime modalità di cui all’articolo 21, una comunicazione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta (…).”.

L’Associazione ha inteso richiamare l’attenzione sulla “concreta possibilità che, in tal modo, si stia operando una violazione della Legge, sulla fragile base di una premessa che apre il comma 932 della Legge di stabilità (“Al fine di evitare la sovrapposizione di adempimenti…”).”.

Già esasperata – scrive il Presidente ANC Marco Cuchel – da azzardate tesi interpretative che rischiano di stravolgere il senso della norma, la categoria dei commercialisti, a soli pochi giorni dalla scadenza indicata dall’Amministrazione Finanziaria, si è trovata a dover fare i conti anche con il malfunzionamento tecnico della piattaforma telematica per l’invio delle comunicazioni periodiche.”.

L’ANC si è rivolta al Ministro dell’Economia chiedendo un suo tempestivo intervento al fine di evitare così “un grave vulnus alla corretta prassi normativa, nell’ottica del necessario ristabilimento di un clima di fiducia tra i Cittadini, i Commercialisti che li assistono e l’Amministrazione finanziaria.”.

Comunicato ANC 14.09.2018

Lettera aperta – Scadenza Lipe

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy.


ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR. Grazie alla convenzione i Professionisti associati, per il proprio studio e per i propri clienti, a costi estremamente convenienti rispetto a quelli di mercato, potranno gestire tramite piattaforma cloud tutti gli adempimenti prescritti dalla nuova normativa europea in materia di privacy, arrivando a produrre tutta la documentazione prescritta dalla normativa interamente personalizzabile. La soluzione, spiega il Presidente ANC Napoli Nord, Antonio Carboni, è pensata dai Commercialisti per i Commercialisti al fine di gestire quest'importante opportunità che può vederci protagonisti in un importante area di servizi da proporre alle aziende clienti. L'intesa sottoscritta prevede costi decrescenti in base al numero di licenze attivate per i clienti di studio (fino a 10, da 11 a 20, da 21 a 30 ed oltre 30), nei cui confronti il Commercialista potrà gestire autonomamente il proprio rapporto di consulenza.

Gli Associati ANC potranno, altresì, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per Carlo D'Abbrunzo, Consigliere ANC Napoli Nord, delegato alla privacy, attraverso lo strumento informatico messo a disposizione e con l'ausilio dell'esperto legale, ciascun Associato ANC Napoli Nord potrà gestire il processo privacy per i propri clienti, evitando così di dover delegare completamente a terzi questo importante ambito di consulenza.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “richiesta informazioni convenzione GDPR”.

Guarda il video dimostrativo su YouTube

Operativa la piattaforma telematica per richiedere il bonus “Voucher digitalizzazione”.


È disponibile dal 14 settembre 2018, sul sito internet del MISE, alla sezione "Voucher digitalizzazione" al link: https://agevolazionidgiai.invitalia.it,per richiedere l’erogazione di tale bonus da parte delle Piccole Medie Imprese (elencate, da ultimo, nel D.M. 26 luglio 2018).

In particolare, con il Decreto direttoriale 1° agosto 2018, è stato previsto che le domande di accesso all’agevolazione potranno essere presentate esclusivamente tramite la suddetta procedura telematica a partire dal 14 settembre 2018 ed entro il 14 marzo 2019, per le spese sostenute fino al 14 dicembre 2018.

Attraverso la medesima procedura informatica le imprese possono comunicare anche la rinuncia alle agevolazioni e/o le richieste di variazione del soggetto beneficiario.

Vademecum ENEA Riqualificazione energetica su parti comuni condominiali.


È stata aggiornata sul sito dell’ENEA, nella sezione " vademecum", la scheda tecnica relativa alle detrazioni per interventi di riqualificazione energetica su parti comuni degli edifici condominiali.
In particolare viene evidenziato che la percentuale di detrazione del beneficio, in base al tipo di intervento, può variare dal 70% all’85%.

Contributi autotrasporti per progetti di formazione professionale 2018.


Pubblicato nella G.U. 184 del 09/08/2018 il D.M. che disciplina le modalità operative per l’erogazione dei contributi per l’avvio di progetti di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto per progetti di formazione professionale nella gestione d'impresa e sviluppo competitività, a partire dal 25 settembre 2018

I soggetti destinatari della presente misura incentivante e, quindi, delle azioni di formazione professionale, sono le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, i cui titolari, soci, amministratori, nonchè dipendenti o addetti inquadrati nel Contratto collettivo nazionale logistica, trasporto e spedizioni, partecipino ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale volte all'acquisizione di competenze adeguate alla gestione d'impresa, alle nuove tecnologie, allo sviluppo della competitività ed all'innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro.

Da tali iniziative sono esclusi i corsi di formazione finalizzati all'accesso alla professione di autotrasportatore e all'acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l'esercizio di una determinata attività di autotrasporto.

L’attività formativa dovrà essere avviata a partire dal 4 dicembre 2018 e dovrà terminare entro il 3 giugno 2019.

Il contributo massimo erogabile per l’attività formativa varia da euro 15.000 per le microimprese (che occupano meno di 10 persone) ad euro 200.000 per le grandi imprese (che occupano un numero pari o superiore a 250 unità).

Potranno essere ammessi costi di preparazione ed elaborazione del piano formativo anche se antecedenti a tale data, purché successivi alla data di pubblicazione in G.U. del presente decreto.

Le domande di accesso ai contributi vanno presentate, a partire dal 25 settembre 2018 ed entro il termine perentorio del 29 ottobre 2018, in via telematica accedendo al sito https://www.ilportaledellautomobilista.it,sottoscritte con firma digitale dal rappresentante legale dell’impresa, del consorzio o della cooperativa richiedente, seguendo le specifiche modalità pubblicate sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nella sezione Autotrasporto merci - Documentazione - Autotrasporto contributi ed incentivi.

Incentivi per rinnovo veicoli per imprese di autotrasporto.


Il Ministero dei Trasporti, con D.M. 8.05.2018, n. 237, ha stanziato € 33,6 milioni per gli investimenti delle imprese di autotrasporto. La domanda deve essere presentata in via telematica tramite il ilportaledellautomobilista entro il 15.04.2019 per l’ acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano, gas naturale liquefatto, ibrida (diesel + elettrico) ed elettrica (full electric), o di dispositivi idonei a operare la riconversione di autoveicoli per trasporto merci tradizionali in veicoli a trazione elettrica; radiazione per rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con la contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto merci di massa complessiva pari o superiore alle 11,5 tonnellate, di categoria Euro VI; acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario e marittimo, dotati di dispositivi innovativi di refrigerazione e simili; acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse mobili e un rimorchio o semirimorchio porta casse. Gli investimenti agevolabili sono esclusivamente quelli avviati dalla data di pubblicazione del D.M. 221/2018 in Gazzetta Ufficiale 9.08.2018, n. 184.

Soggetta a tracciabilità anche l’indennità di trasferta.


l’INL, con nota 7.369 del 10 settembre, interviene nuovamente fornendo ulteriori indicazioni operative al proprio personale ispettivo per definire il corretto ambito di applicazione delle nuove disposizioni contenute nei comma 910 e seguenti dell’art. 1 della L. 205/2017.

Secondo tale norma, a far data dal 1° luglio 2018 non è più possibile retribuire in contanti i propri dipendenti, in quanto la disposizione impone, evidentemente a fini di piena tracciabilità dei flussi retributivi ed a tutela dei lavoratori, di servirsi unicamente di alcuni strumenti tipizzati, attraverso una banca o un ufficio postale.

L’utilizzo degli strumenti tracciabili non è obbligatorio per la corresponsione di somme dovute a diverso titolo, quali, ad esempio, quelle imputabili a spese che i lavoratori sostengono nell’interesse del datore di lavoro e nell’esecuzione della prestazione (es: anticipi e/o rimborso spese di viaggio, vitto, alloggio), che potranno, quindi, continuare ad essere corrisposte in contanti.

Viceversa, viene confermato l’obbligo della tracciabilità per l’indennità di trasferta.

Peraltro, sottolinea la nota, tale orientamento risulta in linea con la ratio della norma, rappresentata dalla possibilità di “mettere in condizione il personale ispettivo di verificare gli effettivi importi versati al lavoratore “forfettariamente”, anche al fine di verificare il rispetto dei limiti di imponibilità fiscale e contributiva previsti dalla disciplina in materia di trasferte (art. 51, comma 5 del TUIR)”.

Corso online gratuito per Revisori Legali.


Disponibile online il corso e-learning gratuito in materia di Revisione legale. Il corso consente di acquisire la totalità dei 20 crediti formativi richiesti per l'anno 2018 ai fini dell'assolvimento dell'obbligo formativo di cui all'art. 5 del D.Lgs. 29 gennaio 2010, n. 39.

Ciascuno dei 20 moduli didattici offerti ha la durata di un'ora e dà diritto, previo superamento del questionario finale, all'acquisizione di 1 credito formativo.

Per accedere al Corso è necessario collegarsi al sito www.commercialisti.it e cliccare sul banner "E-learning Revisione Legale". Per assistenza e chiarimenti è attiva l'email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pratiche SUAP Napoli assoggettate a diritti di istruttoria dal 03/09/2018.


Dal 3 settembre 2018 le pratiche trasmesse telematicamente al SUAP Napoli sono assoggettate a diritti d’istruttoria. Il Consiglio Comunale, con deliberazione 19 del 16.4.2018, dichiarata immediatamente eseguibile per l’urgenza ai sensi dell’art. 134 TUEL, ha approvato la proposta di G.C. n. 712 del 14.12.2017 circa “l’approvazione dei diritti per l’istruttoria telematica delle pratiche di Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)”. La Giunta, con Deliberazione di Giunta Comunale n. 373 del 27 luglio 2018 pubblicata all’albo pretorio in data 3 agosto 2018, avente ad oggetto:” Istituzione dei diritti per l’istruttoria telematica delle pratiche di Sportello Unico per le Attività Produttive. Determinazione degli importi”, ha deliberato gli importi dei diritti per l’istruttoria telematica delle pratiche di Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) riportati nella tabella allegata alla predetta Deliberazione di Giunta.

Al link: comune napoli sono riportate informazioni di come effettuare i pagamenti.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

Informativa diritto societario

Pubblicato il terzo numero dell’informativa "Diritto Societario" che contiene un aggiornamento sull’attività istituzionale e ai documenti pubblicati negli ultimi mesi dal CNDCEC e dalla FNC. Nella sezione "Giurisprudenza e Prassi" è presente una rassegna delle pronunce giurisprudenziali e delle prassi in uso relativamente ad ambiti del diritto societario e del diritto di impresa più in generale, in cui il dibattito della dottrina e della giurisprudenza è particolarmente vivace.

Consulta l’informativa

L'ambito applicativo della "nuova" transazione fiscale.

Il documento approfondisce l’ambito di applicazione della “nuova transazione fiscale” a seguito delle modifiche intervenute con la legge di stabilità 2017 (art. 1, comma 81 L. n. 232/2016). Consulta il documento

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fiabe d’autunno all’Orto Botanico di Napoli.


Dal 15 settembre al 18 novembre 2018, si terrà la ventitreesima edizione di Fiabe d’Autunno nella suggestiva cornice dell’Orto Botanico di via Foria, nel cuore di Napoli.

Ogni sabato e domenica, a partire dalle ore 11, verranno proposti ben otto spettacoli tratti da alcune delle fiabe più conosciute da grandi e piccini.

Sabato 15 settembre sarà il giorno dell’inizio della manifestazione con Nello specchio di Biancaneve, ispirato agli storici racconti dei fratelli Grimm. Tra gli altri protagonisti, sarà dato ampio spazio al Mago di Oz, Peter Pan, Pinocchio, al Brutto Anatroccolo e all’Albero del Sole, al Pifferaio Magico e al Popolo del Bosco.

Programma di Fiabe d’Autunno 2018 16 settembre “Nello specchio di Biancaneve”, 22 e 23 settembre “Nel Regno di Oz”, 29 e 30 settembre “Con le ali di Peter”, 6 e 7 ottobre “Gli alberi di Pinocchio”, 13 e 14 ottobre “Un Brutto Anatroccolo”, 20 e 21 ottobre “L’albero del sole”, 27 e 28 ottobre “Nello specchio di Biancaneve”, 3 e 4 novembre Il Magico Pifferaio, 10 e 11 novembre Il Magico Pifferaio, 17 e 18 novembre Il popolo del bosco,

Real Orto Botanico, via Foria 223, sabato e domenica dalle ore 11, biglietto di ingresso da 8 euro, fino ad un massimo di 80 spettatori. Informazioni: Sito I Teatrini | Pagina Facebook | tel. 081 033 06 19 (dalle 9.30 alle 17.00) | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ingresso serale alla Chiesa delle Anime del Purgatorio per le Giornate del Patrimonio.


Sabato 22 settembre 2018, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, nel cuore della città di Napoli, aprirà eccezionalmente in orario serale con ingresso e visita guidata a soli 3 euro. Dalle ore 19.30 alle ore 23.00 si potrà così partecipare all’affascinante visita notturna della chiesa.

Il Complesso museale e la chiesa “delle anime pezzentelle”, si trovano nel cuore del centro antico di Napoli, lungo via dei Tribunali e nota al popolo partenopeo anche come la chiesa “de’ ’e cape ’e morte”, ossia dei teschi.

L’ipogeo della chiesa custodisce infatti resti umani anonimi oggetto di un vero e proprio culto in passato in quanto intermediari per invocazioni, preghiere, richieste di intercessioni.

Via dei Tribunali 39, Napoli dalle ore 19.30 alle ore 23.00. Le visite guidate partono ogni 30 minuti.

Prezzo: 3 euro Info: Sito ufficiale | Evento facebook

Osservatorio professionale


Focus tributario


L’avviso con verifica ‘a tavolino’ deve essere preceduto dal Pvc.


Sia che si tratti di una verifica cosiddetta “a tavolino” o di un accesso nei locali del contribuente, nelle controversie che riguardano tributi armonizzati e non, la mancata redazione di un Pvc al termine della verifica, è causa di nullità dell'atto di accertamento.

A ribadirlo la Commissione tributaria regionale di Milano con la sentenza 2506/9/2018.

Nel caso analizzato un contribuente presentava ricorso nei confronti di un atto risultante da indagini finanziarie, contestando, fra l'altro, la mancata redazione del Pvc da parte dell'ufficio dopo la richiesta di giustificazione dei movimenti bancari contestati.

I giudici di primo grado rigettavano il ricorso. Il contribuente impugnava la sentenza.

La sentenza di appello riformava la decisione dichiarando la nullità dell'atto.

Focus societario


Diligenza degli amministratori di S.r.l. in caso di diminuzione del capitale sociale oltre il terzo.


Le condizioni di cui all’art. 2482-bis c.c. possono verificarsi, e normalmente si verificano, non al termine dell’esercizio, ma nel corso di esso. Gli amministratori sono perciò obbligati a monitorare la consistenza del patrimonio sociale anche durante l’esercizio, in ragione del livello di diligenza minimo cui sono tenuti. Naturalmente, quando il patrimonio netto sta per raggiungere i minimi di legge (art. 2482-ter c.c.), le regole dell’ordinaria diligenza imporranno agli amministratori di effettuare controlli più frequenti ed accurati. Una volta accertata la sussistenza delle condizioni prescritte, gli amministratori devono senza indugio convocare l’assemblea. L’organo competente alla convocazione è, come di consueto, il consiglio di amministrazione (o l’amministratore unico). Essa va disposta “senza indugio”, dizione questa che deve essere interpretata come convocazione per una data ragionevolmente prossima, tenuto conto delle circostanze del caso concreto [nel caso di specie, il Tribunale ha accertato la responsabilità dell’amministratore unico di una S.r.l., avendo questi convocato l’assemblea quasi sei mesi dopo che il capitale sociale era sceso sotto il limite del terzo].

Una volta che la diminuzione del capitale oltre il terzo sia percepibile agli amministratori, questi devono interrompere la gestione in senso imprenditoriale della società per destinare tale gestione ai soli fini della conservazione dell’integrità e del valore del patrimonio sociale.

Il danno subito dalla società per l’illecita prosecuzione dell’attività d’impresa nonostante la perdita integrale del capitale sociale non deriva dal compimento di uno specifico atto di mala gestio, ma deriva direttamente dalla prosecuzione dell’attività di impresa, nonostante che la situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell’azienda, per legge, non lo consenta. Infatti, premesso che una tempestiva interruzione dell’ordinario esercizio dell’impresa arresterebbe il prodursi di nuove perdite, l’aggravamento della perdita, quale fattore che riduce progressivamente il patrimonio sociale e, dunque, le prevedibili percentuali di soddisfo dei creditori, deriva non da singoli atti dannosi, ma direttamente dall’avere proseguito una gestione caratterizzata dall’eccedenza dei costi sui ricavi. Se è vero che l’attività di impresa è attività costituita da un insieme di operazioni, una correlata all’altra, dove ciascuna non è di norma singolarmente sindacabile, mentre lo è il risultato di tutte, nel caso in esame non vengono in rilievo operazioni che siano singolarmente illecite, ma ad essere illecita è il fatto stesso di essere state poste in essere. Come è stato efficacemente affermato, in questi casi, non esistono atti di mala gestio, ma mala gestio tout court, data la continuazione illecita dell’attività di impresa.

Il danno subito dalla società per l’illecita prosecuzione dell’attività d’impresa nonostante la perdita integrale del capitale sociale deve essere calcolato come differenza tra i patrimoni netti individuati nel momento in cui si verifica la causa di scioglimento e nel momento del passaggio alla fase di liquidazione.
Il danno subito dalla società ed il danno subito dal socio sono danni ontologicamente diversi e il secondo non può essere quantificato in una misura percentuale del primo. Infatti, a volere così ragionare si liquiderebbe, a favore del socio, non già un danno “direttamente” subito, ma un danno riflesso costituito dalla perdita del valore della propria partecipazione alla società per effetto delle condotte di mala gestio che hanno leso (non già quella partecipazione, ma) il patrimonio sociale.

L’azione individuale del socio nei confronti dell’amministratore di una società di capitali non è esperibile quando il danno lamentato costituisca solo il riflesso del pregiudizio al patrimonio sociale, giacché l’art. 2395 c.c. (così come l’art. 2476 c.c.) esige che il singolo socio sia stato danneggiato «direttamente» dagli atti colposi o dolosi dell’amministratore, mentre il diritto alla conservazione del patrimonio sociale appartiene unicamente alla società (cfr. Cass., 23 ottobre 2014, n. 22573; Cass., 11 dicembre 2013, n. 27733; Cass., 25 ottobre 2016, n. 21517; Trib. Torino, 27 marzo 2015).

Focus Enti Locali


Ordinamento contabile: approvato il Decreto che modifica i Principi contabili armonizzati allegati al D.lgs. n. 118/11.


Pubblicato sul sito istituzionale della Ragioneria generale dello Stato il testo del D.m. Mef 29 agosto 2018, emanato di concerto con il Ministero dell’Interno e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, su proposta della Commissione Arconet riunitasi lo scorso 11 luglio 2018, avente ad oggetto la modifica dei Principi contabili e del Piano dei conti integrato allegati al D.lgs. n. 118/11.

Il Decreto, ancora in attesa di pubblicazione in G.U., sarà in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione predetta.

Ciascuno dei primi 4 articoli del Decreto modifica uno dei 4 Principi contabili generali applicati, Allegati da 4/1 a 4/4 del D.lgs. n. 118/11.

In particolare, l’art. 4 del Dm. in commento integra il Principio contabile Allegato 4/4 del D.lgs. 118/2011, inerente al bilancio consolidato, di un’Appendice tecnica recante esempi di consolidamento secondo il “metodo integrale” e quello “proporzionale” che, in occasione dell’imminente scadenza del termine di approvazione del bilancio consolidato (30 settembre), rappresentano un importante contributo per gli Uffici finanziari degli Enti Locali che, in queste settimane, sono alle prese con l’elaborazione del Documento contabile.

L’art. 5 del Decreto modifica il Piano dei conti integrato di cui all’Allegato 6 del D.lgs. 118/2011; le modifiche al Piano dei conti entreranno in vigore dal 1° gennaio 2019.

Il testo del Decreto

Albo nazionale dei Commissari di gara: è attivo l’applicativo per trasmettere la domanda di iscrizione.


Attivo dal 10 settembre 2018 il servizio telematico messo in campo da Anac per veicolare le iscrizioni all’Albo nazionale dei Commissari di gara, che sarà operativo a partire dal 15 gennaio 2019. In applicazione dell’art. 78 del D.lgs. n. 50/2016, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico, quando il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, competerà infatti a una Commissione giudicatrice composta da esperti nello specifico Settore cui afferisce l’oggetto del contratto.

Per poter far parte della Commissione, gli esperti dovranno necessariamente essere iscritti all’Albo in questione, anche se appartenenti alla stazione appaltante che indice la gara.

Gli esperti che intendono candidarsi devono essere in possesso di credenziali username e password rilasciate dall’Autorità, di una casella Pec e di un dispositivo di firma digitale.

Questo il link per accedere al servizio: servizi.anticorruzione.it/questionari-commissari.

L’ANAC ha diffuso le istruzioni operative per il versamento della tariffa (pari a 168,00 Euro) dovuta per l’iscrizione all’Albo da coloro che intendono svolgere questa funzione.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 85 e 7 i concordati. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 4 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall 85 07/08/18 Suriano Nicola Dott. CE Satta Cristiana
n.d. Fall 84 27/07/18 Dell’Aversano Raffaella Ilaria Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 83 27/07/18 Carbone Carmela Dott. NN Satta Cristiana
n.d. Fall 82 27/07/18 Galloppi Carlo Dott. Na Lamonica Maria Grazia
n.d. Fall 81 27/07/18 Galloppi Carlo Dott. Na Lamonica Maria Grazia
n.d. Fall 80 27/07/18 Dell’Aversano Raffaella Ilaria Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 79 n.d. Damiano Salvatore Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 78 n.d. Macchione Maria Dott. NN De Vivo Maria
n.d. Fall 77 n.d. Damiano Salvatore Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 76 n.d. Petruzzelli     Pietro Dott. CE Satta Cristiana
n.d. Fall 75 n.d. Petruzzelli     Pietro Dott. CE Satta Cristiana
n.d. Fall 74 n.d. Macchione Maria Dott. NN De Vivo Maria
n.d. Fall 73 09/07/18 Ombrato Carmela Dott NN Lamonica Maria Grazia
n.d. Fall 72 06/07/18 Marrone Luigi Dott NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 71 06/07/18 Brescia Pasquale Dott NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 70 05/07/18 Matacena Chiara Nicoletta Dott NN Satta Cristiana

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d.   3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d.   2 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d. C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 15 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 18 del 01/08/18

Questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche di cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, emerse nell’ambito del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano - pdf

  • Circolare n. 17 del 23/07/18

Cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di efficienza energetica nonché per gli interventi relativi all'adozione di misure antisismiche – articoli 14 e 16 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 – ulteriori chiarimenti - pdf

  • Circolare n. 16 del 23/07/18

Trattamento dei crediti tributari e contributivi - Articolo 182-ter del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, come modificato dall’articolo 1, comma 81, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 - pdf

  • Circolare n. 15 del 12/07/18

La disciplina dei beni significativi alla luce della norma di interpretazione autentica dell’articolo 7, comma 1, lettera b), della legge 23 dicembre 1999, n. 488, introdotta dall’articolo 1, comma 19, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 - pdf

  • Circolare n. 14 del 06/07/18

Studi di settore e parametri – periodo di imposta 2017 - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Estensione delle modalità di versamento di cui all’art. 17 del D.Lgs. 241/97, alle somme dovute in relazione alla registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria richieste dall’Agenzia delle entrate

  • Risoluzione n. 64 del 14/09/18

Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Applicabilità del regime forfetario di cui all’articolo 1, commi da 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n.190, da parte del contribuente che ha optato per il regime semplificato di cui all’articolo 18, comma 5 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 - pdf

  • Risoluzione n. 63 del 09/08/18

Interpello ordinario – Conferimento da parte di un soggetto non residente in Italia di un ramo d'azienda appartenente alla sua stabile organizzazione in Italia a favore di un altro soggetto residente - pdf

  • Risoluzione n. 62 del 09/08/18

Super e iper ammortamento - Ulteriori chiarimenti relativi agli investimenti in magazzini autoportanti - Articolo 1, comma 93, della legge n. 208 del 2015 - pdf

  • Risoluzione n. 61 del 08/08/18

Regime IVA del servizio di ricerca in materia di investimenti - pdf

  • Risoluzione n. 60 del 07/08/18

Aliquota IVA applicabile alla cessione di alimenti per cani e gatti - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc

26.09.2018

14:30-19:00

La Fatturazione Elettronica obbligatoria: aspetti organizzativi e fiscali.

Hotel del Sole

P.zza Mazzini, 27 81031 Aversa

ANC Napoli Nord

UN.I.CO. Napoli Nord

CAF CGN SpA

ODCEC

Napoli Nord

Gratuito aula 4 fpc

27.09.2018

09:00-19:30

IL SISTEMA DI BILANCIO DEGLI ENTI LOCALI, IL BILANCIO CONSOLIDATO Sala convegni ODCEC Napoli Sede - Piazza dei Martiri, 30 - 80121 Napoli

Ancrel Campania

ODCEC Napoli

Gratuito aula

8 fpc

8 EE.LL.

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese