TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 36-2018 della nostra newsletter settimanale, sperando di fare cosa gradita. Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 36-2018 - 27 ottobre 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo, Carlo D’Abbrunzo.

In primo piano


Convergence 4.0: la soluzione di ANC per la gestione della Fatturazione Elettronica.


Dopo il successo registrato a Salerno, Napoli e lo scorso 25 ottobre ad Aversa, è terminato ieri a Nola il Roadshow targato ANC per mostrare ad Associati e Colleghi della Campania le opportunità offerte da “Convergence Studio 4.0”, la piattaforma tecnologica nata dalla collaborazione a livello nazionale tra ANC e la startup emiliana “StudioBoost” per offrire uno strumento per l'organizzazione “digitale” dello studio.

Convergence Studio 4.0, è una piattaforma multiutenza con diversificazione degli accessi tramite “profili” che l’Associato ANC ha facoltà di assegnare ai propri clienti. La piattaforma, integrabile con il software gestionale di studio, può gestire: l’emissione del documento informatico; l’invio in conservazione sostitutiva; l’invio tramite il Sistema di Interscambio delle fatture elettroniche ai clienti, comprese le Pubbliche Amministrazioni; l’invio telematico delle fatture in copia cortesia ai destinatari, oltre ulteriori funzionalità per la fidelizzazione del cliente, come invio di messaggistica e newsletter. Ciascun profilo potrà emettere e trasmettere documenti contabili in numero illimitato (fattura, note di credito e di debito ecc. personalizzabili con il logo aziendale). I servizi documentali della piattaforma permettono dunque di archiviare digitalmente, classificare, ordinare, indicizzare, contabilizzare, esportare dati contabili ai gestionali e conservare a norma di legge, ricercare, consultare e stampare documenti (anche xml) in formato pdf (ad un costo omnicomprensivo). Convergence è disponibile in versione piena gratuitamente agli associati ANC sino al 31.01.2019, per poi essere fruibile a costi estremamente contenuti ed in modalità “pay per use”. Gli Associati possono consultare in area riservata le videoguide ed i tutorial. È prevista, infine la possibilità, agli Associati che hanno partecipato al convegno dello scorso 25 ottobre, di poter partecipare a corsi specialistici sull’utilizzo della piattaforma.

Presentazione video di Convergence 4.0

La presentazione di Convergence - Giugno 2018

ANC Napoli Nord: approvati i Bilanci consuntivo e previsionale ed illustrati i servizi attivi.


Al termine del convegno del 25 ottobre, alle 19:30, in un clima informale, si è tenuta l’assemblea degli Associati ANC per l’approvazione del bilancio consuntivo e previsionale. Grande soddisfazione è stata espressa dai partecipanti per le numerose attività svolte nel corso del 2017 e del 2018 e rappresentate dal Presidente del Consiglio direttivo, Antonio Carboni.

Tanti i servizi che ad oggi sono attivi, compresa la presente informativa, e tanti sono disponibili tramite accesso all’area riservata. Si ricordano, tra gli altri: la rassegna tributaria curata con cadenza trimestrale dallo studio Barusco Nocera Rovetta & Associati; le soluzioni per l’aggiornamento professionale curate da Edotto con la newsletter quotidiana fiscale e del lavoro, accesso a banche dati lavoro comprensive di contratti collettivi nazionali, tabelle, rinnovi, prontuari, approfondimenti ecc.. Fino a gennaio 2019 sarà ancora disponibile gratuitamente la piattaforma Convergence Studio 4.0, per la gestione della fatturazione elettronica di studio e dei propri clienti. Inoltre gli associati ricevono quotidianamente una rassegna stampa edita da Confprofessioni e partecipano alle attività di condivisione di documenti professionali, oltre a poter usufruire delle condizioni di favore praticate dai partners commerciali grazie alle convenzioni riservate agli associati (dalle assicurazioni, al noleggio auto o alla possibilità di disporre di una soluzione adeguata per fornire consulenza in materia di privacy alla propria clientela e adempiere agli obblighi di studio). Apprezzamenti sono stati espressi per la qualità degli eventi formativi svolti, e per l’incessabile attività di tutela degli associati e della categoria.

A tal riguardo il Presidente Carboni ha ricordato il successo ottenuto con la prima campagna di comunicazione svolta nel circondario di Napoli Nord, finanziata interamente da Associati ANC, volta a contrastare gli abusi dell’uso del titolo di Commercialista e a promuovere la figura ed il ruolo del Commercialista. Tutto ciò è stato reso possibile solo grazie all’impegno degli Associati, che ha consentito di lasciare invariata la quota associativa in 60 euro annui, di cui circa la metà riversata al Consiglio Nazionale ANC.

Si riporta di seguito il link al modulo con tutte le indicazioni per aderire all’Associazione.

Modulo iscrizione/rinnovo

ANC Napoli Nord: passaggio di testimone all’Ufficio di Tesoreria.


Nel corso dell’assemblea dello scorso 25 ottobre si è proceduto alla nomina del nuovo Tesoriere di ANC Napoli Nord, dopo le dimissioni presentate dalla Collega Marianna d’Orta.

Su indicazione dei presenti all’assemblea è stata nominata a rivestire il ruolo di Tesoriere la Collega Giuliana di Caprio, che ha accettato la carica, ringraziando i presenti per la fiducia riposta.

Si rivolge un caloroso ringraziamento alla Tesoriera uscente, Marianna D’Orta, che ha svolto il mandato con grande competenza e con un impegno sempre costante. A lei il sincero ringraziamento del Presidente, del Consiglio direttivo e dei Revisori per quanto fatto per l’Associazione, con un affettuoso augurio per il nuovo impegno professionale che, per incompatibilità, l’ha costretta a rimettere il mandato affidatole. Ad Maiora Marianna!

ANC scrive ad Assosoftware e all’Antitrust per chiedere il rispetto della concorrenza.


Alcune software house, visto il notevole interesse manifestato da sempre più numerosi Colleghi nei confronti dell'iniziativa “Convergence Studio 4.0”, hanno iniziato a veicolare informazioni tecniche non veritiere sulla soluzione proposta da ANC, con l’intento di screditarla a vantaggio dei propri applicativi o, ancora peggio, avviando pratiche commerciali tese a scoraggiare l’importazione di dati contabili da programmi e piattaforme terze (fino ad oggi gratuita).

Sul punto ANC ha segnalato la problematica ad Assosoftware ed all'autorità garante per la concorrenza contestando la condotta commerciale ed invitando gli Enti in indirizzo ad intervenire per quanto di loro competenza.

ANC scrive ad Assosftware - comunicato stampa 19.10.2018

Comunicato stampa ANC 19.10.18

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy.


Si ricorda che ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR

Numerosi i Colleghi che hanno già sottoscritto l'adesione, che ancora per breve è in offerta promozionale ad euro 50 oltre IVA. A breve si avvierà un mini corso con la partecipazione di uno specialista, finalizzato anche all'utilizzo del software.

La soluzione, spiega il Presidente ANC Napoli Nord, Antonio Carboni, è pensata dai Commercialisti per i Commercialisti al fine di gestire quest'importante opportunità che può vederci protagonisti in un importante area di servizi da proporre alle aziende clienti. Gli Associati ANC potranno, altresì, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “richiesta informazioni convenzione GDPR”.

Guarda il video dimostrativo su YouTube

PEC - Illiceità dell’uso della PEC per finalità promozionali


Nel febbraio 2018 il Garante Privacy è intervenuto sul tema dell’illiceità dell’uso della PEC per finalità commerciali o promozionali con uno specifico provvedimento “Invio di e-mail promozionali a indirizzi PEC raccolti da registri pubblici - 1° febbraio 2018”.

Consulta il provvedimento del Garante

Pace fiscale: pubblicazione il decreto in G.U.


Il Decreto fiscale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 119 del 23.10.2018 e le sue disposizioni entrano in vigore il 24.10.2018.

Tra le disposizioni previste suscitano sicuramente molto interesse le diverse sanatorie, alcune delle quali hanno come data di spartiacque per il loro accesso proprio il 24.10.2018. Pubblichiamo di seguito alcune delle disposizioni più interessanti.

Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione (PVC) - ART. 1:


I contribuenti possono regolarizzare gli importi che derivano dai processi verbali di constatazione (PVC), consegnati entro il 24.10.2018 (data di entrata in vigore del decreto fiscale) in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, contributi previdenziali, ritenute, imposte sostitutive, IRAP, IVIE, IVAFE E IVA presentando la relativa dichiarazione integrativa entro il 31.05.2019, secondo modalità che saranno stabilite con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Sarà possibile regolarizzare solo le posizioni per le quali, alla data del 24.10.2018, non sia stato ancora notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio.

Le imposte che risulteranno dalla dichiarazione integrativa presentata dovranno essere versate entro il 31.05.2019 senza applicazione di sanzioni e interessi.

E’ esclusa la possibilità di compensazione. Il contribuente, inoltre, non potrà utilizzare ulteriori perdite pregresse, rispetto a quelle già indicate nella dichiarazione presentata nei termini, per abbattere i maggiori imponibili risultanti dalla definizione del verbale. La definizione si considererà perfezionata con la presentazione della dichiarazione entro il 31.05.2019 e il versamento, sempre entro la stessa data, delle imposte dovute, in un’unica soluzione o come prima rata. Sarà possibile, infatti, rateizzare l’importo dovuto in un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.

Definizione agevolata di avvisi di accertamento, di rettifica, di liquidazione e atti di recupero – ART. 2


Tali atti, notificati entro il 24.10.2018, non impugnati e ancora impugnabili entro la stessa data, potranno essere definiti con il pagamento delle somme dovute per le sole imposte, senza sanzioni né interessi. Il versamento dovrà avvenire entro il 23.11.2018 (30 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto fiscale), oppure se più ampio entro il termine di proposizione del ricorso, in un’unica soluzione o come prima rata. Sarà possibile rateizzare l’importo dovuto in un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.

Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della Riscossione (c.d. rottamazione-ter) ART. 3, stralcio crediti ART. 4 e Definizione agevolata liti pendenti – ART. 6:


I debiti risultanti dai carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, potranno essere estinti senza sanzioni né interessi purché il contribuente:

  • manifesti tale volontà di definizione presentando apposita istanza entro il 30.04.2019, secondo la modulistica che l’agente della riscossione renderà disponibile sul proprio sito internet entro il 13.11.2018 (20 giorni dall’entrata in vigore del decreto fiscale);
  • versi l’importo dovuto (che sarà comunicato dall’Agente della riscossione entro il 30.06.2019) entro il 31.07.2019. Il versamento potrà avvenire in un’unica soluzione o in un numero massimo di 10 rate consecutive di pari importo, con scadenza il 31.7 e il 30.11 di ciascun anno dal 2019. In caso di pagamento rateale sono dovuti, dal 1° agosto 2019, gli interessi al tasso del 2% annuo. Ai fini del pagamento potranno essere utilizzati in compensazione i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazioni, forniture, appalti e servizi, anche professionali, maturati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

In caso di omesso o insufficiente o tardivo versamento di una sola rata, la definizione è inefficace e i versamenti effettuati saranno considerati acconti delle somme complessivamente dovute a seguito dell’iscrizione a ruolo. L’agente, pertanto, procederà al recupero coattivo del debito residuo.
Le somme eventualmente già versate, che si riferiscono a debiti definibili attraverso la procedura agevolata, si intendono acquisite e non sono pertanto rimborsabili.

La rottamazione-ter potrà essere utilizzata anche da coloro che sono decaduti dalla precedenti rottamazioni.

Per quanto riguarda la rottamazione-bis (D.l. 148/2017) coloro che pagheranno, entro il 7.12.2018, le rate (non pagate) scadenti a luglio, settembre e ottobre 2018, potranno usufruire, per il debito residuo, della dilazione di pagamento in 10 rate consecutive di pari importo, con scadenza 31/7 e 30/11 di ciascun anno, a decorrere dal 2019. Su tali rate saranno dovuti gli interessi dello 0,3% annuo a partire dal 1° agosto 2019;

Per quanto riguarda la prima rottamazione (D.l. 193/2016), potranno accedere automaticamente alla rottamazione –ter sia i contribuenti che sono decaduti dalla prima rottamazione o che, essendosi visti rigettare l'istanza di adesione alla prima rottamazione, per non aver pagato tutte le rate scadute a fine 2016, hanno presentato domanda di accesso alla rottamazione-bis, ma non vi hanno potuto accedere in quanto poi - entro lo scorso luglio- non hanno pagato in un'unica soluzione le rate scadute a fine 2016.

I debiti risultanti dai carichi affidati all’Agente della riscossione dal 01.01.2000 al 31.12.2010, di valore residuo fino a mille Euro (comprensivo di capitale, interessi e sanzioni) alla data del 24.10.2018 (di entrata in vigore del Decreto fiscale), saranno automaticamente annullati. L’annullamento sarà effettuato alla data del 31.12.2018.

Le controversie con le Entrate che, alla data del 24.10.2018 (entrata in vigore del Decreto fiscale) risultano pendenti in ogni stato o grado di giudizio, potranno essere definite pagando un importo pari al valore della lite (per valore della lite si intende l’importo del tributo al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni irrogate).

In caso di soccombenza dell’Agenzia delle Entrate nell’ultima o unica pronuncia giurisdizionale non cautelare, depositata alla data di entrata in vigore del Decreto fiscale, è previsto uno sconto in quanto il pagamento potrà avvenire nella misura del:

  • 50% del valore della lite, in caso di soccombenza nella pronuncia di 1° grado;
  • 20% del valore della lite, in caso di soccombenza nella pronuncia di 2° grado.

La definizione si intende perfezionata con la presentazione della domanda entro il 31.05.2019, e con il versamento- entro la stessa data- degli importi dovuti, comune unica soluzione o prima rata. E’ ammesso il pagamento rateale per gli importi dovuti che superano i mille Euro, in un massimo di 20 rate trimestrali, scadenti (per quelle successive alla prima) il 31/8, 30/11, 28/02 e 31/05 di ciascun anno a partire dal 2019.

Dichiarazione integrativa speciale – ART.9


I contribuenti potranno correggere errori o omissioni delle dichiarazioni presentate entro il 31.12.2017 ai fini delle imposte dirette e relative addizionali, delle imposte sostitutive delle imposte sui redditi, delle ritenute, dei contributi previdenziali, dell’IRAP e dell’IVA.

L’integrazione degli imponibili avverrà presentando una dichiarazione integrativa speciale entro il 31.05.2019, e versando gli importi dovuti. L’integrazione sarà possibile entro il limite di 100mila Euro di imponibile annuo, e purché non superi di oltre il 30% quello già dichiarato. Sul maggiore imponibile si applicheranno, per ciascun periodo d’imposta un’imposta sostitutiva del 20% e un’aliquota media per l’IVA risultante dal rapporto tra l’imposta relativa alle operazioni imponibili, diminuita di quella relativa alle cessioni di beni ammortizzabili e il volume d’affari dichiarato.

Nei casi in cui sia impossibile determinare l’aliquota media si potrà applicare l’aliquota ordinaria.

Le somme dovute dovranno essere versate, senza possibilità di compensazione, entro il 31.07.2019 in un’unica soluzione. In alternativa sarà possibile il pagamento rateale in 10 rate semestrali di pari importo, in tal caso la prima rata dovrà essere versata entro il 30.09.2019.  La dichiarazione integrativa speciale non può essere presentata se il contribuente non ha presentato anche solo una delle dichiarazioni cui era tenuto per i periodi d’imposta dal 2013 al 2016 o presenta la dichiarazione integrativa dopo aver avuto formale conoscenza di accessi, ispezioni, verifiche, o dell’inizio di qualunque attività di accertamento amministrativo o di procedimenti penali, per violazioni di norme tributarie, relativi all’ambito di applicazione di tale procedura agevolata.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La fatturazione elettronica nel settore dei subappalti

Pubblicato il documento che illustra le novità relative all’obbligo di fatturazione elettronica nei subappalti pubblici, introdotto a far data dal 1 luglio 2018.

Consulta il documento

Le novità della V Direttiva antiriciclaggio

Pubblicato il documento che analizza le novità della V Direttiva antiriciclaggio con particolare attenzione agli aspetti di interesse per i professionisti coinvolti nell’attuazione della specifica normativa.

Consulta il documento

Indagine statistica 2018 sui dottori commercialisti ed esperti contabili. Anteprima dei risultati

Pubblicate le elaborazioni parziali (al 13/09/2018) dei risultati dell’Indagine statistica 2018. Al momento dell'elaborazione i questionari raccolti on line (attraverso il metodo CAWI) sono 7.318, con un tasso di completamento delle risposte pari al 69%. Si tratta del campione più "robusto" se confrontato con le indagini degli anni precedenti.

Consulta i risultati parziali

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modigliani alla Reggia di Caserta.


Fino al 31 ottobre 2018 la Reggia di Caserta ospiterà la “Modigliani Opera”, una mostra dedicata a pittore e scultore Amedeo Modigliani. Una rassegna speciale, che guiderà il visitatore all’interno del mondo dell’artista livornese attraverso suggestioni multisensoriali, visive e sonore. La mostra è stata organizzata dalla Fondazione Modigliani e si sviluppa in quattro sale: un laboratorio didattico, una sala con visori VR, una con ologrammi in 4k e l’ultima sala dalla quale si accederà ad un’arena con schermo a 360° sul quale sarà proiettato un docu-film immersivo che ripercorrerà la vita e le opere del Modigliani. Dalle 8.30 alle 19.30 Informazioni: Pagina Facebook | Sito ufficiale

Pietrarsa Express 2018 al museo ferroviario.


Torna il Pietrarsa Express, treno storico che trasporta i viaggiatori in un suggestivo itinerario.

Il percorso prevede la partenza da Napoli Centrale con fermate a Pietrarsa e Portici. Oltre all’imperdibile viaggio in carrozze d’epoca, si avrà la possibilità di scoprire la storia delle prime vetture e della rete italiana. Nel biglietto del Pietrarsa Express, infatti, è compreso l’ingresso al museo ferroviario di Pietrarsa. Nella visita alla struttura, ex opificio borbonico del 1840, si potrà ammirare la vasta collezione del museo, che in un’area di circa 36.000 metri quadrati ospita rotabili, locomotive a vapore ed elettriche, macchinari e una sezione navale. I biglietti si prenotano direttamente sul sito Trenitalia. Le date disponibili sono 4 e 18 novembre, 2 dicembre. Prezzo Adulto, andata e ritorno € 12,00, Ragazzi (dai 4 ai 12 anni) andata e ritorno € 6,00, Bambini 0-4 anni gratisIl prezzo comprende l’ingresso al museo con visita libera. Biglietti acquistabili su tutti i canali Trenitalia. Contatti: Museo Ferroviario di Pietrarsa

Fiabe d’autunno all’Orto Botanico di Napoli.


Fino al 18 novembre 2018, si terrà la ventitreesima edizione di Fiabe d’Autunno nella suggestiva cornice dell’Orto Botanico di via Foria, nel cuore di Napoli.

Ogni sabato e domenica, a partire dalle ore 11, verranno proposti ben otto spettacoli tratti da alcune delle fiabe più conosciute da grandi e piccini. Programma di Fiabe d’Autunno 2018, il 27 e 28 ottobre “Nello specchio di Biancaneve”, 3,4, 10 e 11 novembre “Il Magico Pifferaio”, 17 e 18 novembre “Il popolo del bosco”. Real Orto Botanico, via Foria 223, sabato e domenica dalle ore 11, ingresso da 8 euro, fino ad un massimo di 80 spettatori. Info I Teatrini | Pagina Facebook | tel. 0810330619 (9.30/ 17.00) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Osservatorio professionale


Focus tributario


Novità per il processo tributario telematico.


Dal 24 ottobre è possibile utilizzare, in ogni grado di giudizio del processo tributario, le modalità telematiche senza rischiare la declaratoria di inammissibilità a prescindere da come sia avvenuto il rito di primo grado e dalle scelte operate dall'altra parte.

Il Dl 119/2018, entrato in vigore il 24 ottobre, infatti, fornisce un'interpretazione autentica della discussa norma sulle comunicazioni e notificazioni in via telematica.

Viene così chiarito che le parti possono utilizzare in ogni grado di giudizio il processo telematico indipendentemente dalla modalità prescelta da controparte nonché dall'avvenuto svolgimento del giudizio di primo grado con modalità analogiche.

Il Dm 163/2013 prevede che: “il ricorrente, nell'ipotesi di notifica via pec, debba costituirsi in giudizio telematicamente attraverso il Sigit”; la parte resistente si costituisca con le stesse modalità (la norma richiama a tal fine espressamente il comma per il deposito da parte del ricorrente).

Ora è intervenuta la norma interpretativa secondo la quale le parti possono utilizzare in ogni grado di giudizio la modalità telematiche indipendentemente da quanto prescelto dalla controparte nonché dall'avvenuto svolgimento del giudizio di primo grado con modalità analogiche.

Sicuramente la disposizione mette al riparo da inammissibilità molti atti dell'agenzia delle Entrate, considerato che, negli ultimi tempi, tutti gli Uffici, a fronte di ricorsi cartacei dei contribuenti si sono costituiti telematicamente, ma non vi è dubbio che anche i contribuenti ora potranno tranquillamente utilizzare il processo telematico che, in ogni caso, dal 1° luglio 2019 diventa obbligatorio.

Raddoppio dei termini nel caso di reato di natura tributaria.


In presenza di una notizia criminis di natura fiscale è legittimo il raddoppio dei termini dell’avviso di accertamento ai fini Irpef se il reato tributario è astrattamente configurabile, essendo irrilevante sia il mancato deposito della denuncia che l’eventuale prescrizione del reato.

Questo il sunto dei principi contenuti nell’ordinanza della Cassazione n. 5202 del 6 marzo 2018.
Nel caso in esame, i fatti hanno avuto origine dal ricorso presentato da un contribuente avverso un avviso di accertamento ai fini Irpef emesso dall’Agenzia delle entrate, notificato oltre il termine decadenziale ordinario, avendo invocato l’ufficio l’applicazione del raddoppio dei termini.
Il ricorso trovava accoglimento sia dinanzi al giudice di primo grado che a quello di secondo grado. La Ctr aveva ritenuto decaduto il potere accertativo dell’ufficio finanziario, “non trovando applicazione il raddoppio dei termini in quanto la denuncia non era stata prodotta nemmeno in grado di appello, risultando peraltro prescritto il reato ipotizzato dall’Ufficio”.

L’Agenzia delle entrate ha proposto ricorso per cassazione, lamentando falsa applicazione dell’articolo 43, comma 3 del Dpr 600/1973, vigente ratione temporis, perché i giudici di merito avrebbero dovuto ritenere legittimo il raddoppio dei termini, non rilevando a tal fine il mancato deposito della comunicazione di notizia di reato o la prescrizione del reato presunto.

La Cassazione ha ritenuto fondata la censura dell’Amministrazione finanziaria e ha cassato con rinvio la sentenza della Commissione tributaria regionale.

La disciplina del raddoppio dei termini di accertamento, in presenza di una notizia criminis di natura fiscale, ha subito diverse modifiche nel corso degli anni.

La novità è stata introdotta dall’articolo 37 del Dl 223/2006, in vigore dal 04 luglio 2006, che ha inserito nell’articolo 43 del Dpr 600/1973 la previsione che “in caso di violazione che comporta obbligo di denuncia ai sensi dell’art. 331 del codice di procedura penale per uno dei reati previsti dal decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, i termini di cui ai commi precedenti sono raddoppiati relativamente al periodo di imposta in cui è stata commessa la violazione.”

La norma in commento è stata modificata a opera dell’articolo 2 del Dlgs 128/2015, che ha vincolato l’operatività del raddoppio alla presentazione della denuncia entro i termini decadenziali ordinari.
Il successivo articolo 1 della legge 208/2015 (legge di stabilità 2016), applicabile relativamente al periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2016 e successivi, da un lato ha soppresso il raddoppio dei termini in presenza di violazioni penal-tributarie e, dall’altro, ha previsto nuovi e più ampi termini per la notifica degli avvisi di accertamento, che attualmente sono fissati in cinque anni dalla presentazione della dichiarazione, e in sette in caso di presentazione omessa o nulla.

In merito alla disciplina del raddoppio dei termini per l’azione accertatrice, negli anni in cui era vigente, i giudici della Corte suprema ritengono che conta “l’astratta configurabilità di un’ipotesi di reato e non rileva né l’esercizio dell’azione penale da parte del p.m., mediante la formulazione dell’imputazione, né la successiva emanazione di una sentenza di condanna o di assoluzione da parte del giudice penale”.
Tale principio trova conferma in una recente pronuncia della medesima Corte di cassazione secondo cui, ai fini del raddoppio dei termini di accertamento, ciò che interessa è unicamente “la sussistenza dell’obbligo di presentazione di denuncia penale”, a nulla valendo né l’esito del relativo procedimento né l’eventuale prescrizione del reato (Cassazione n. 9322/2017).

Nel caso di specie il giudice di merito non si è conformato a tali principi quando ha omesso di considerare la sussistenza dei requisiti legittimanti il raddoppio dei termini e ha deciso che lo stesso non trovasse applicazione in assenza di una comunicazione di notizia di reato da parte del pubblico ufficiale e in ragione dell’intervenuta prescrizione del reato.

I giudici di legittimità hanno altresì ribadito che è obbligo specifico del giudice tributario “controllare la sussistenza dei presupposti dell’obbligo di denuncia compiendo, se richiesto, una valutazione ora per allora circa la loro ricorrenza”.

Focus societario


Invalidità di delibera assembleare di s.r.l. in liquidazione per difetto di quorum.


E’ invalida la delibera di s.r.l. per difetto di quorum costitutivo previsto dallo statuto nell’ipotesi in cui, in presenza di un legittimo rappresentante comune della comunione ereditaria, tale rappresentante non abbia partecipato all’assemblea e quest’ultima sia stata approvata dal un solo coerede presumendo il consenso degli altri.

L’art. 1105, primo comma c.c. infatti deve essere letto congiuntamente all’art. 1106, che prevede  l’adozione di un regolamento della comunione e la nomina di un suo rappresentante, una volta nominato il quale, gli altri comunisti non possono, nei confronti dei terzi, dichiarare di rappresentare la comunione senza alcuna possibilità che possa essere presunto, in capo a uno dei coeredi non rappresentante , un consenso della maggioranza di comunisti che, evidentemente, manifestano viceversa il proprio dissenso al voto arbitrariamente espresso di fatto nell’interesse proprio di tale coerede.

L’assenza dell’amministratore della comunione impedisce in ogni caso di poterlo ritenere tacitamente assenziente ad atti altrui di gestione dell’asse.

Neppure appare invocabile nella specie la norma dettata dalla regola generale dell’art. 1110 c.c. Non solo infatti questa si riferisce a spese di conservazione della cosa comune, fra le quali neppure in via di analogia può essere inserito il voto per l’approvazione di un bilancio sociale. Ma soprattutto, l’eventuale intento di evitare l’avverarsi della fattispecie di cui all’art. 2490 ult. co. c.c. è in tale ipotesi del tutto inconferente. L’approvazione del bilancio da parte di società già in liquidazione non può neppur in astratto rivestire valore conservativo: atteso che l’eventuale cancellazione della società ai sensi della norma citata non muterebbe in ogni caso la consistenza del patrimonio sociale, limitandosi – con l’estinzione della persona giuridica- a produrre il fenomeno successorio del trasferimento ai soci, pro quota, degli eventuali cespiti non ancora liquidati.

Tribunale Ordinario di Milano, sezione specializzata in materia di impresa, sentenza n. 2846/2018 del 09/03/2018.

Focus Enti Locali


Revisori Enti Locali: vietato il terzo incarico nello stesso Comune.


Nella Sentenza n. 1273 del 5 ottobre 2018 del Tar Puglia, la questione controversa in esame riguarda il divieto di un terzo mandato da Revisore dei conti presso lo stesso Ente, ai sensi dell’art. 235 del D.lgs. n. 267/00, di recente novellato dall’art. 19, comma 1-bis, del Dl. n. 66/2014.

I Giudici pugliesi rilevano l’esigenza di favorire e garantire il ricambio dei soggetti chiamati a svolgere le delicate funzioni attribuite all’organo di revisione contabile, in aderenza ai principi di trasparenza e buon andamento sanciti dall’art. 97 della Costituzione.

Quindi, a fronte del tenore letterale della disposizione contenuta nell’art. 235, comma 1 del Tuel, anche nella sua formulazione originaria, i componenti dell’Organo di revisione contabile non possono svolgere l’incarico per più di 2 volte nello stesso Ente Locale; ciò a salvaguardia di un principio di rotazione, certamente in grado di contemperare tutte le esigenze in gioco. Ciò vale anche nel caso di eventuale nominativo sorteggiato dalla Prefettura.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 100 e 7 i concordati. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 7 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall 100 18/10/18 Chiusolo Errico Eduardo Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 99 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 98 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 97 21/09/18 Siciliano Giovanni Avv. Na De Vivo Maria
n.d. Fall 96 21/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 95 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 94 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 93 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 92 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 91 20/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 90 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 89 n.d. n.d. n.d. n.d.

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d.   3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d.   2 19/09/18

Pannella Paolo

Sorvillo Giuseppe

Avv.

Na

Dott.

NN

Satta Cristiana
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d. C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 15 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 18 del 01/08/18

Questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche di cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, emerse nell’ambito del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Cessione di diritti volumetrici - Agevolazioni ex art. 1, comma 88, legge n. 205/2017: imposte di registro, ipotecaria e catastale - pdf

  • Risoluzione n. 79 del 23/10/2018

Consulenza giuridica. Il trattamento fiscale dei Classic Repo - pdf

  • Risoluzione n. 78 del 19/10/2018

Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n.212 - Reddito di lavoro dipendente - Detassazione Premi di risultato - Art. 1, commi 182 a 189, legge n. 208 del 2015 e ss.mm. (legge n. 208 del 2015) - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Marianna D'Orta

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giuliana Di Caprio

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese