TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 37-2018 della nostra newsletter settimanale, sperando di fare cosa gradita. Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 37-2018 - 3 novembre 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo, Carlo D’Abbrunzo.

In primo piano


Convergence 4.0: la soluzione di ANC per la gestione della Fatturazione Elettronica.


Convergence Studio 4.0 è la piattaforma tecnologica nata dalla collaborazione a livello nazionale tra ANC e la startup emiliana “StudioBoost” per offrire agli Associati una soluzione per l'organizzazione “digitale” dello studio professionale. Convergence, infatti, consente all’Associato ANC di assegnare ai propri clienti un’area in cloud, attraverso la quale gli stessi potranno agevolmente gestire tutte le fasi della fatturazione elettronica.

La piattaforma, integrabile con il software gestionale di studio, permette: l’emissione e la ricezione di fatture elettroniche in numero illimitato; la conservazione sostitutiva di tutti i documenti inviati e ricevuti; l’invio tramite il Sistema di Interscambio delle fatture elettroniche ai clienti, comprese le Pubbliche Amministrazioni; l’invio telematico delle fatture in copia cortesia ai destinatari, l’archiviazione digitale di documentazione contabile, oltre a tante funzionalità studiate per la fidelizzazione del cliente, come invio di messaggistica, newsletter e reportistica.

Ciascun profilo potrà dunque emettere e trasmettere documenti contabili in numero illimitato (fattura, note di credito e di debito ecc. personalizzabili con il logo aziendale). Ma anche archiviare digitalmente, classificare, ordinare, indicizzare, contabilizzare, esportare dati contabili ai gestionali e conservare a norma di legge, ricercare, consultare e stampare documenti (anche xml) in formato pdf (ad un costo omnicomprensivo).

Convergence è disponibile gratuitamente agli associati ANC sino al 31.01.2019, per poi essere fruibile a costi estremamente contenuti ed in modalità “pay per use”.

Gli Associati possono consultare in area riservata le videoguide ed i tutorial.

Si informa, infine, che è in via di definizione l’organizzazione di un corso intensivo sull’utilizzo della piattaforma, riservato agli Associati e destinato ad un minimo di 4 partecipanti ed un massimo di 20. Il corso, a pagamento, rilascerà una certificazione ai partecipanti.

Essendo già pervenute diverse richieste di partecipazione, si invitano gli interessati ad inviare una manifestazione di interesse alla segreteria ANC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione video di Convergence 4.0

La presentazione di Convergence - Giugno 2018

L’Antitrust apre un fascicolo sulle società di software per l’e-fattura su segnalazione ANC.


L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, interpellata da ANC per segnalare condotte commerciali improprie da parte di alcuni soggetti fornitori di sistemi contabili e gestionali, relativamente alle procedure di fatturazione elettronica obbligatorie dal prossimo 1° gennaio, ha comunicato all’Associazione Nazionale Commercialisti la Direzione alla quale la segnalazione è stata attribuita per competenza e il funzionario referente.

La competente Direzione Comunicazioni della Direzione Generale per la concorrenza dell’AGCM verificherà la rilevanza dei fatti segnalati ai fini dell’applicabilità delle disposizioni in materia di tutela della concorrenza e del mercato di cui alla legge n. 287 del 10 ottobre 1990.

ANC, afferma il Presidente Marco Cuchel, ha espresso alla Direzione interessata la sua piena disponibilità ad essere convocata in audizione per fornire ulteriori elementi utili ad approfondire i contenuti della segnalazione”.

Anche sul fronte dei timori che sono stati rappresentanti all’Autorità garante per la protezione dei dati personali, connessi all’introduzione dell’obbligatorietà della fattura elettronica e alla gestione di una mole enorme di dati sensibili, da parte di più soggetti, l’ANC ha inteso comunicare all’Autorità garante la sua disponibilità a fornire ulteriori elementi a sostegno delle criticità prospettate nonché ad essere audita”.

Le criticità – evidenzia il Presidente Cuchel – riguardano dati sensibili, come sono quelli di natura economica, e conseguentemente l’assenza di un intervento tempestivo da parte delle Istituzioni rischia concretamente di rivelarsi estremamente dannosa per tutti i soggetti economici che operano sul mercato”.

Sulla gravità dei rischi connessi alle procedure di fatturazione elettronica, i quali investono temi di particolare rilevanza come la concorrenza del mercato e la privacy, l’ANC – conclude Cuchel – ha ravvisato l’opportunità di interessare il Parlamento e il Governo affinché sia possibile garantire un’azione di vigilanza volta a contrastare ogni forma di abuso, i cui possibili effetti destabilizzanti generano inevitabilmente preoccupazione”.

Comunicato Stampa ANC 29.10.2018 – Procedimento AGCM

Ansa Professioni 29.10.2018 – Fattura elettronica

Fisco Più 30.10.2018 – fattura elettronica

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy.


ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR. Numerosi i Colleghi che hanno già sottoscritto l'adesione, che ancora per breve è in offerta promozionale ad euro 50 oltre IVA. A breve si avvierà un mini corso con la partecipazione di uno specialista, finalizzato anche ad un migliore apprendimento dell'utilizzo del software.

La consulenza in ambito privacy è una opportunità concreta ed ANC ha ritenuto di dover intervenire anche in questa area professionale per offrire degli strumenti ai propri Associati,spiega il Presidente ANC Napoli Nord, Antonio Carboni. La soluzione che stiamo proponendo è studiata per trasformare un semplice adempimento in un’occasione di crescita professionale in un’importante area di servizi da proporre alle aziende clienti.

Gli Associati ANC potranno, altresì, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “richiesta informazioni convenzione GDPR”.

Guarda il video dimostrativo su YouTube

Novembre: tempo di bilanci...


Novembre, si sa, è tempo di bilanci di previsione. Come consuetudine di quest’Associazione, anche per quest’appuntamento si rivolge invito al Consiglio dell’Ordine di Napoli Nord di trasmettere il documento di previsione economica finanziaria in via preventiva rispetto alla data di convocazione dell’assemblea per l’approvazione dello stesso. Nel contempo si ricorda l’impegno assunto dal Consiglio di Napoli Nord, in occasione dell’ultima assemblea di approvazione del rendiconto consuntivo 2017, di portare alla “prossima assemblea” le proposte avanzate da ANC Napoli Nord circa gli avanzi derivanti dalle attività formative a pagamento, consultabili sul portale ANC Napoli Nord, unitamente alle risposte pervenute alle istanze di accesso civico formulate dall’Associazione.

Leggi le osservazioni e proposte all'assemblea per il consuntivo 2017

Le risposte agli accessi

Fuga di Commercialisti dagli Ordini del Sud.


Rallenta la crescita degli iscritti all’Albo nel 2017 (+0,4%) caratterizzata da un andamento asimmetrico tra Nord (+0,9%) e Sud (-0,2%) che, per la prima volta, fa registrare un calo degli iscritti. Stesso andamento asimmetrico nei dati reddituali relativi all’anno 2016 (dichiarazioni 2017). A fronte di un aumento dell’1,1% del reddito medio nazionale e di una diminuzione dello 0,3% del reddito mediano, nel Nord l’andamento è positivo (+2,1% la media e +1,2% la mediana), mentre al Sud è negativo (-0,5% la media e -3,8% la mediana). Nonostante la crescita nel 2016, il reddito medio resta al di sotto dei livelli pre-crisi e, al netto dell’inflazione, risulta aver perso il 12% dal 2007. È il valore più basso mai fatto registrare dall'Albo che nasconde un andamento divergente sul territorio. Nel Nord, infatti, gli iscritti aumentano dello 0,9%, mentre nel Sud si riducono dello 0,2%. Questo e molti altri dati relativi all'andamento degli iscritti, sono riportati nel Rapporto 2018 sull'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della FNC, giunto quest'anno alla undicesima edizione. Il Rapporto è consultabile sul sito della Fondazione in versione integrale, con i dati relativi ai singoli Ordini territoriali, oppure in versione sintetica, con i dati relativi alle singole regioni e macroaree. È anche possibile consultare alcune slide che offrono una veloce panoramica dei principali dati contenuti nel Rapporto

Rapporto 2018 – Sintesi dei dati

Rapporto 2018 – Versione integrale

Guida all’internazionalizzazione


Si informa che sul sito dell’ODCEC di Roma è stata pubblicata la “Guida all’internazionalizzazione - Variabili, criticità e opportunità per assistere l’impresa - Il ruolo del Commercialista” redatta dall’Ordine di Brescia con la prefazione dell’Osservatorio Internazionale delle Imprese (OI) dell’Ordine di Roma.

Consulta la Guida

Osservatorio sui Conflitti e sulla Conciliazione


Si informa che sul sito dell’ODCEC di Roma è stata pubblicata la Newsletter dell’Osservatorio sui Conflitti e sulla Conciliazione del 12 ottobre 2018. Di seguito il link.

Consulta la Newsletter

Pubblicate nuove FAQ sul sito Agenzia Entrate Riscossione per la Rottamazione-ter.


Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato le FAQ per rispondere ai principali quesiti sulla “rottamazione ter”.

Nel primo chiarimento, è stato precisato che l’art. 3 del Decreto Legge n. 119/2018 stabilisce che è possibile mettersi in regola pagando le rate scadute di luglio, settembre e ottobre 2018 entro il prossimo 7 dicembre.

Chi paga nei termini rientra automaticamente nei benefici previsti dalla “Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione” dal 1/01/2000 al 31/12/2017 (rottamazione-ter). 

Come chiarito, chi ha pagato rientra automaticamente nei benefici previsti dalla “rottamazione-ter” pertanto Agenzia delle entrate-Riscossione, senza alcun ulteriore adempimento, invierà al contribuente entro il 30/06/2019 una nuova “Comunicazione” con il differimento dell’importo residuo da pagare relativo alla Definizione agevolata 2000/17 (rottamazione bi”) ripartito in 10 rate di pari importo (5 anni) con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno, a partire dal 2019.

In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento delle rate della Definizione agevolata 2000/17 (rottamazione-bis) in scadenza nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018, entro il prossimo 7 dicembre, per gli stessi carichi non si potrà più accedere alla nuova definizione agevolata (rottamazione-ter).

In un altro quesito è stato chiesto cosa succede nel caso in cui il contribuente abbia pagato in ritardo rispetto alla scadenza prevista (31 luglio, 30 settembre, 31 ottobre) le rate del piano della definizione agevolata. L'Agenzia delle Entrate-Riscossione ha chiarito che le precedenti scadenze del 31 luglio, del 30 settembre e del 31 ottobre sono state differite, dal D.L. n. 119/2018, al 7 dicembre 2018. Per cui tutti i pagamenti effettuati per le predette rate, entro il 7 dicembre, sono considerati tempestivi.

Per effettuare il pagamento delle rate scadute è necessario utilizzare i bollettini delle rate di luglio, settembre e ottobre 2018 allegati alla “Comunicazione delle somme dovute” già inviata da Agenzia delle entrate-Riscossione.

Copia della “Comunicazione” è disponibile sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.itnell’area riservata. Inoltre, senza necessità di pin e password personali, è possibile chiederne copia compilando l’apposito form online.

Prenota Ticket di Agenzia Entrate Riscossione.


Dal 27.10.2018 è attivo in tutti gli uffici dei capoluoghi regionali di Agenzia delle Entrate-Riscossione il servizio “Prenota Ticket” che consente di fissare un appuntamento online, azzerando i tempi di attesa.

Oltre a giorno e ora in cui si desidera essere ricevuti, si può anche anticipare il motivo dell’incontro, così da ottenere informazioni precise con più facilità.

Ogni ticket è abbinato a un appuntamento e valido per una sola operazione. Il servizio consente di prenotare un appuntamento per il giorno stesso e per i 4 giorni lavorativi successivi, ricevendo online il codice per essere ricevuti allo sportello prescelto.

“Prenota Ticket” è disponibile nell’area pubblica del portale agenziaentrateriscossione.gov.ite dell’app Equiclick, senza necessità di pin e password.

Dopo la conferma, il contribuente riceverà nella casella di posta segnalata una email con i dettagli dell’appuntamento prenotato e il numero di ticket assegnato.

Nell'impossibilità di presentarsi all’appuntamento, si può annullare il ticket e renderlo disponibile ad altri: basta cliccare sul link “Può annullare il ticket prenotato” presente nella email ricevuta, oppure dall’app Equiclick, cliccare sulla voce “I tuoi ticket”, selezionare la prenotazione effettuata e procedere con l’annullamento.

Rilevazione dei ricavi in bilancio basata sul controllo di beni e servizi.


A partire dai bilanci 2018, i ricavi dovranno essere rilevati in base al trasferimento del controllo del bene o del servizio oggetto del contratto, così come previsto dal nuovo modello di rilevazione dei ricavi introdotto dal principio contabile internazionale Ifrs 15.

Il principio che sostituisce gli Ias 11 e 18, supera la distinzione tra ricavi da vendita di beni, rilevati in base al trasferimento di rischi e benefici, e ricavi da servizi o commesse, rilevati sulla base dell’attività svolta, sostituendola con un unico modello in base al quale il ricavo è rilevato quando il cliente acquisisce il controllo del bene o del servizio.

Questa impostazione pone rimedio al proliferare di disposizioni specifiche per settore e dei conseguenti diversi approcci, con l’effetto che transazioni sostanzialmente simili erano trattate in modo diverso

Proroga iscrizioni al Registro Imprese e Rea per gli agenti di commercio.


La Circolare n. 3709/C del Ministero dello Sviluppo Economico illustra la proroga dei termini per l’iscrizione nel Registro delle Imprese e nel REA per agenti e rappresentanti di commercio. L’obbligo, disposto dal decreto Milleproroghe (D.L. 25.07.2018, n. 91), investe tutti gli agenti e i rappresentanti iscritti nel ruolo alla data del 13/05/2012, in seguito alla soppressione del ruolo stesso operata dall’art. 74 D.Lgs. 59/2010.

Il decreto Milleproroghe ha riaperto i termini per aggiornare telematicamente le posizioni nel Registro delle imprese/REA in modo tale da consentire a coloro che non vi avevano provveduto di far valere la pregressa iscrizione nel soppresso ruolo, quale requisito professionale abilitante per iscriversi al Registro delle imprese: ciò, al fine di procedere all’immediato inizio dell’attività, o per transitare nell’apposita sezione del REA, al fine di mantenere il requisito valido per un’eventuale, futuro, avvio o ripresa dell'attività stessa.

L’adempimento deve essere effettuato mediante la compilazione di un’apposita sezione del modello “ARC”, da presentare in via telematica alla Camera di Commercio competente per territorio rispetto alla sede principale dell’azienda.

SPID in sostituzione dei pin code.


L’Agenzia delle Entrate che consente attraverso SPID di accedere ai servizi online del Fisco e che si prefigge, entro la fine dell'ultimo trimestre del 2018, la dismissione del sistema di rilascio delle credenziali Fisconline per le persone fisiche, sostituite dalle credenziali SPID.

Sarà quindi necessario richiedere le credenziali SPID, per il tramite di Identity Provider con cui registrarsi (Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte o Tim) e fornire dati anagrafici e di contatto (mail e cellulare). Ottenute le credenziali (username e password) si avrà accesso a tutti i servizi online della PA e si potranno cestinare le decine di chiavi e codici sino ad allora posseduti.

Un'unica identità digitale e un processo di autenticazione molto sicuro che consente agli utenti di loggarsi da pc, tablet e smartphone ed ecco perché anche il sistema bancario e le aziende private stanno cominciando a “simpatizzare” per SPID, per garantirsi nuovi plus competitivi nel processo di dematerializzazione relativo alla negoziazione e alla sottoscrizione di documenti.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La fatturazione elettronica nel settore dei subappalti

Pubblicato il documento che illustra le novità relative all’obbligo di fatturazione elettronica nei subappalti pubblici, introdotto a far data dal 1 luglio 2018.

Consulta il documento

Le novità della V Direttiva antiriciclaggio

Pubblicato il documento che analizza le novità della V Direttiva antiriciclaggio con particolare attenzione agli aspetti di interesse per i professionisti coinvolti nell’attuazione della specifica normativa.

Consulta il documento

Indagine statistica 2018 sui dottori commercialisti ed esperti contabili. Anteprima dei risultati

Pubblicate le elaborazioni parziali (al 13/09/2018) dei risultati dell’Indagine statistica 2018. Al momento dell'elaborazione i questionari raccolti on line (attraverso il metodo CAWI) sono 7.318, con un tasso di completamento delle risposte pari al 69%. Si tratta del campione più "robusto" se confrontato con le indagini degli anni precedenti.

Consulta i risultati parziali

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Musei gratis a Napoli domenica 4 novembre 2018.


Domenica 4 novembre 2018 tornano i musei gratis a Napoli, sempre grazie all’ormai famosa iniziativa “Domenicalmuseo” che consente a tutti di non pagare il biglietto per visitare i nostri splendidi luoghi della cultura. Sono aperti gratuitamente tutti i musei statali, i monumenti, i palazzi storici, i giardini monumentali e i parchi, gli scavi archeologici, alcune importanti terme romane e altri siti preziosi. Per info dettagliate clicca su www.beniculturali.it

Concerto di musica classica al Teatro San Carluccio.


Penultimo appuntamento con il “Maggio del Pianoforte” domenica 4 novembre ore 11,00 al Museo del Tessile Elena Aldobrandini - Piazzetta Mondragone, 18. Al pianoforte Emanuele Vito De Caria, musiche di F. Chopin, J. Brahms. Biglietto intero 15.00, ridotto 10.00. Per info 081.556.13.69, 392.91.61.691. Per maggiori info clicca suSito Maggio della Musica

Pietrarsa Express 2018 al museo ferroviario.


Torna il Pietrarsa Express, treno storico che trasporta i viaggiatori in un suggestivo itinerario.

Il percorso prevede la partenza da Napoli Centrale con fermate a Pietrarsa e Portici. Oltre all’imperdibile viaggio in carrozze d’epoca, si avrà la possibilità di scoprire la storia delle prime vetture e della rete italiana. Nel biglietto del Pietrarsa Express, infatti, è compreso l’ingresso al museo ferroviario di Pietrarsa. Nella visita alla struttura, ex opificio borbonico del 1840, si potrà ammirare la vasta collezione del museo, che in un’area di circa 36.000 metri quadrati ospita rotabili, locomotive a vapore ed elettriche, macchinari e una sezione navale. I biglietti si prenotano direttamente sul sito Trenitalia. Le date disponibili sono 4 e 18 novembre, 2 dicembre. Prezzo Adulto, andata e ritorno € 12,00, Ragazzi (dai 4 ai 12 anni) andata e ritorno € 6,00, Bambini 0-4 anni gratisIl prezzo comprende l’ingresso al museo con visita libera. Biglietti acquistabili su tutti i canali Trenitalia. Contatti: Museo Ferroviario di Pietrarsa

Osservatorio professionale


Focus tributario


Pace fiscale anche per gli enti locali che sono parte di controversie tributarie.


Il nuovo Decreto fiscale n. 119/2018, collegato alla Legge di bilancio 2019, attraverso il comma 16 dell’articolo 6, consente agli enti locali di poter stabilire, attraverso l’emanazione di propri atti, le modalità con cui poter applicare l’istituto della definizione agevolata delle controversie tributarie alle liti in cui risultano parte i suddetti enti.

Il citato comma 16, infatti, stabilisce che “Ciascun ente territoriale può stabilire, entro il 31 marzo 2019, con le forme previste dalla legislazione vigente per l’adozione dei propri atti, l’applicazione delle disposizioni di cui al presente articolo alle controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte il medesimo ente.”

Visto che ciascun ente territoriale dovrà emanare i propri atti entro il prossimo 31 marzo 2019, al momento, rimangono sospese, sino all’emanazione delle predette delibere, le modalità operative con cui si potrà aderire all’istituto. Dalla lettura della norma in oggetto, si evince che le controversie definibili sono quelle “attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte il medesimo ente”: rimangono dunque escluse le controversie rimesse a giurisdizioni diverse da quella tributaria, come quelle relative al canone di occupazione del suolo pubblico, di competenza del giudice ordinario.

Sono definibili le controversie aventi ad oggetto atti impositivi pendenti in ogni stato e grado del giudizio purché il ricorso in primo grado sia stato notificato alla controparte (in questo caso, l’ente locale) entro il 24 ottobre 2018, data di entrata in vigore del Decreto fiscale.

Non sono oggetto di definizione le liti di rimborso, dato che la norma parla solo “atti impositivi”.

La definizione si dovrebbe perfezionare con la presentazione di apposita istanza entro il termine che sarà indicato nella delibera dell’ente impositore e, previo, pagamento degli importi dovuti, per i quali potrebbe risultare ammessa la rateazione.

Detraibile l’IVA dal cliente della cartiera “inconsapevole”.


La Ctp di Teramo, con la sentenza 350/1/2018 depositata lo scorso 16 ottobre, conferma che in caso di contestazione di operazioni soggettivamente inesistenti effettuate nell’ambito di una frode carosello, l’Iva è indetraibile in capo all’acquirente solo nel caso in cui l’ufficio fornisca la prova della compartecipazione consapevole del contribuente al disegno criminoso.

Ordini, fatture e bonifici hanno escluso la malafede dell’impresa acquirente. In giudizio era stato dimostrato che le compravendite erano avvenute al prezzo di mercato e che l’impresa fornitrice era stata presentata alla contribuente da una impresa leader nel mercato quale propria struttura logistica. Inoltre dalla visura camerale della società ritenuta cartiera non emergevano elementi sospetti usando l’ordinaria diligenza. La cartiera ‘inconsapevole’ può dunque detrarre l’Iva.

La comunicazione d’irregolarità è un atto impugnabile.


La comunicazione d’irregolarità è, per consolidata giurisprudenza, un atto impugnabile.

Cosi la Cassazione con la ordinanza della sezione VI n. 26319/2018, pubblicata il 18/10/2018.

Secondo il costante orientamento, in tema di contenzioso tributario, l’elencazione degli atti impugnabili contenuta nell’art. 19 del d.lgs. n. 546 del 1992 ha natura tassativa, ma, in ragione dei principi costituzionali di tutela del contribuente e di buon andamento della P.A., ogni atto adottato dall’ente impositore che porti, comunque, a conoscenza del contribuente una specifica pretesa tributaria, con esplicitazione delle concrete ragioni fattuali e giuridiche, è impugnabile davanti al giudice tributario, senza necessità che si manifesti in forma autoritativa, con la conseguenza che è immediatamente impugnabile dal contribuente anche la comunicazione d’irregolarità, ex art. 36 bis, c. 3, del D.P.R. 600/1973 (avviso bonario)” (Cass. ord. 3315/16, 27494/16, 14373/10).

Focus societario


La mancanza di giusta causa nella delibera di revoca deve essere specificamente dedotta dall’amministratore di s.r.l.


L’amministratore di s.r.l. che ritenga di essere stato ingiustamente revocato dall’incarico non può ottenere il risarcimento del danno in un giudizio da lui introdotto esclusivamente sul presupposto dell’invalidità della delibera assembleare di revoca.

Infatti in tal caso il thema decidendum sarà cristallizzato attorno all’individuazione di eventuali cause di invalidità della delibera impugnata.

Per ottenere il risarcimento del danno l’amministratore dovrà, invece, specificamente dedurre la mancanza di giusta causa della revoca, ovvero l’assenza di un congruo preavviso.

Al potere di nomina degli amministratori attribuito ai soci della s.r.l. si collega inscindibilmente anche il potere di revoca degli stessi.

L’assemblea dei soci è sempre investita della facoltà di revocare l’amministrazione, indipendentemente dalla ricorrenza di una giusta causa, trovando in tal caso applicazione le norme in materia di mandato, cui il rapporto di amministrazione può essere ricondotto.

Corte d’Appello di Brescia, Sezione Prima civile,Sentenza 853/2017 pubblicata il 15/06/2017.

Liquidazione del socio receduto e aumento di capitale.


Ai sensi dell'art. 2306 C.C., la delibera di riduzione di capitale, mediante rimborso ai soci delle quote pagate o mediante liberazione dall'obbligo di ulteriori versamenti, può essere eseguita soltanto dopo 3 mesi dal giorno dell'iscrizione nel Registro delle Imprese, purché entro questo termine nessun creditore sociale anteriore all'iscrizione abbia fatto opposizione.

Al riguardo, corre l'obbligo di precisare che, nel caso di recesso da una società di persone, la liquidazione di quanto dovuto al socio receduto da parte della società può essere sostenuta con disponibilità preesistenti nel patrimonio sociale, oppure conferite appositamente dagli altri soci. Nel caso i conferimenti vengano operati al patrimonio della società, nessuna modifica della misura nominale del capitale sarà determinata dalla liquidazione del socio receduto.
L'eventuale riduzione del capitale (soggetta all'art. 2306 C.C.) sarà allora connessa al solo scioglimento del rapporto sociale del socio receduto, quando non vi sia accordo degli altri soci volto ad accrescere a loro favore la quota di capitale del socio receduto. Nel caso invece tali conferimenti vengano operati dai soci a fronte di un aumento nominale del capitale sociale, strumentale alla liquidazione, la contestuale e connessa riduzione della misura finalizzata alla soddisfazione del socio receduto è sottratta al diritto di opposizione di cui all'art. 2306 C.C., in quanto tale riduzione non varia la misura del capitale sociale ante-recesso e non determina alcun pregiudizio dei creditori (così Consiglio notarile dei distretti riuniti di Firenze, Pistoia e Prato, massima n. 65/2018).

Nella citata massima, è chiarito che i creditori non subiscono alcun pregiudizio da tale procedura, sia perché la disponibilità per la liquidazione del socio receduto viene apportata ex novo al patrimonio della società dagli altri soci con apposito conferimento a ciò finalizzato, escludendo in radice qualsiasi impoverimento della società ed in particolare del suo capitale preesistente; sia perché la liquidazione del socio receduto in tal modo viene ad essere attuata nel pieno rispetto delle norme che regolano la distribuzione degli utili ai soci. La situazione appare in tutto e per tutto analoga al caso in cui la liquidazione del receduto venga operata attraverso l'acquisto della partecipazione da altri soci e dunque senza ricorrere ai mezzi patrimoniali della società, ipotesi che pacificamente è sottratta all'applicazione dell'art. 2306 C.C. in quanto non incidente sul capitale.

Focus Enti Locali


Elenco dei revisori, domande 2019 dal 5 novembre al 17 dicembre.


Con il decreto 22 ottobre pubblicato sul sito, il ministero dell'Interno rende noto che dal 5 novembre fino al 17 dicembre (ore 18) gli aspiranti revisori possono dichiarare il mantenimento dei requisiti posseduti, aggiornando i dati già comunicati.

Sempre dalla stessa data, i soggetti già iscritti dovranno dimostrare il permanere dei requisiti, pena la cancellazione dall'evento.

Le domande dei professionisti non ancora iscritti dovranno essere presentate al ministero dell'interno, dipartimento affari interni e territoriali, esclusivamente per via telematica con la compilazione del modello reperibile sul sito internet della direzione centrale, attraverso il link «Accedi all'area dei revisori» e successivamente «Accedi alle banche dati».

Una volta conclusa la compilazione del modello, si potrà generare un pdf che dovrà essere siglato con firma digitale dal professionista e inviato alla Pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Chi deve, invece, confermare il mantenimento dei requisiti, dovrà accedere sempre allo stesso link: una volta entrato troverà tutti i dati già inseriti nella precedente iscrizione che dovrà confermare senza la necessità di apporre la firma digitale. Se la procedura sarà eseguita in maniera corretta, entro 12 ore l'interessato riceverà una comunicazione con il riepilogo dei dati dichiarati, in cui viene confermato il buon esito dell'acquisizione della domanda.

Nel caso in cui dovrà modificare i dati inseriti, potrà procedere come il nuovo iscritto, compilando il modulo presente sul sito del ministero. I soggetti che risulteranno iscritti nell'elenco dovranno versare un contributo annuo di 25 euro entro il 30 aprile 2019.

Formazione gratuita e learning per Revisori Enti locali.


La Direzione Centrale della Finanza Locale ha progettato, in modalità e-learning, un programma di formazione per l’approfondimento di alcuni aspetti di particolare rilievo in materia di contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti locali.

Il corso è disponibile, gratuitamente, accedendo alla piattaforma di formazione a distanza all’indirizzo: https://www.concerto.it/258-cndcec.

Ciascuno degli 11 moduli, tenuti da docenti di eccellenza, sarà fruibile fino al 30/11/2018, ai fini del conseguimento dei crediti formativi richiesti per l’iscrizione all'Elenco dei Revisori dei conti degli enti locali dell’anno 2019. Inoltre, l'accesso al corso è consentito anche ai funzionari degli Enti locali e delle Prefetture che lo potranno seguire, fino al 30 novembre 2018, in visione libera o in modalità monitorata e certificata, previo superamento dei test finali, con rilascio dell'attestato di frequenza.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 100 e 11 i concordati. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 7 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall 100 18/10/18 Chiusolo Errico Eduardo Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 99 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 98 18/10/18 Siciliano Giovanni Avv. Na Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 97 21/09/18 Siciliano Giovanni Avv. Na De Vivo Maria
n.d. Fall 96 21/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 95 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 94 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 93 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 92 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 91 20/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 90 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 89 n.d. n.d. n.d. n.d.

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 11 25/10/18 Petruzzelli Pietro Dott. SMCV Lamonica M.G.
n.d. n.d. 10 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 9 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d.   3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d.   2 19/09/18

Pannella Paolo

Sorvillo Giuseppe

Avv.

Na

Dott.

NN

Satta Cristiana
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d. C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 15 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 19 del 31/10/2018

IVA – Chiarimenti sulla disciplina del Gruppo IVA contenuta nel Titolo V-bis del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 e nel D.M. 6 aprile 2018 del Ministro dell’Economia e delle Finanze - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Cessione di diritti volumetrici - Agevolazioni ex art. 1, comma 88, legge n. 205/2017: imposte di registro, ipotecaria e catastale - pdf

  • Risoluzione n. 79 del 23/10/2018

Consulenza giuridica. Il trattamento fiscale dei Classic Repo - pdf

  • Risoluzione n. 78 del 19/10/2018

Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n.212 - Reddito di lavoro dipendente - Detassazione Premi di risultato - Art. 1, commi 182 a 189, legge n. 208 del 2015 e ss.mm. (legge n. 208 del 2015) - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Giuliana Di Caprio

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese