TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 39-2018 della nostra newsletter settimanale, sperando di fare cosa gradita. Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 39-2018 - 17 novembre 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo, Carlo D’Abbrunzo.

In primo piano


Fattura Elettronica e Privacy: il Garante si pronuncia su quanto segnalato da ANC.


Il Garante per la protezione dei dati personali, con provvedimento emanato nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, per la prima volta ha esercitato il potere correttivo di avvertimento che la nuova normativa europea attribuisce a questa Autorità. L’Associazione Nazionale Commercialisti, lo scorso 19 ottobre, aveva segnalato al Garante le pesanti criticità che caratterizzavano le procedure previste dalla normativa sulla fatturazione elettronica, in vigore dal prossimo 1 gennaio. In particolare era stato evidenziato il rischio che i dati contenuti nelle fatture,  che riportano informazioni personali e sulle transazioni commerciali, potessero essere oggetto di interesse da parte di terzi, motivati a conoscere le scelte degli operatori economici e profilarne le caratteristiche. Era stata anche richiesta una particolare attenzione all’esigenza di prevedere una norma che proibisse del tutto la cessione e qualsiasi uso di detti dati, che non fosse connesso allo specifico servizio.

Soddisfazione è stata espressa da Marco Cuchel, Presidente ANC, che, tuttavia, ha voluto sottolineare che “le nostre preoccupazioni non sono rivolte tanto alla gestione dello SDI da parte dell’Agenzia delle Entrate, la quale deve in ogni caso vigilare sulla correttezza della gestione dei dati, quanto verso tutti quegli operatori economici privati, come istituti di credito, software house, e altri grandi soggetti economici coinvolti, che in questo momento si lanciano nella realizzazione di applicazioni con la chiara finalità di acquisire tutti i dati derivanti dalla fattura elettronica. Si tratta di soggetti che indebitamente si troveranno a custodire e gestire informazioni che possono costituire oggetto di interesse e compravendita. Se non si corregge il tiro rischiamo di mettere a nudo l’intero sistema economico nazionale e di compromettere anche, in alcuni casi, la tutela dei brevetti industriali delle imprese italiane.”. Il numero uno di ANC, infine, ha voluto ribadire che “E’ illegittimo ed improprio l’affidamento della delega per i servizi di fatturazione elettronica a soggetti diversi dagli intermediari abilitati, come previsto dal provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 5 novembre.”.

Comunicato Stampa 16.11.2018 – E-fattura Garante Privacy

Fatturazione Elettronica: riunione del 17 novembre.


Si è tenuto lo scorso 17 novembre un informale incontro-dibattito aperto a tutti i Colleghiper analizzare gli adempimenti legati all’avvio della fatturazione elettronica. Nel corso della riunione si è dibattuto sulle criticità connesse alle modalità di conferimento agli intermediari della delega dei servizi di fatturazione elettronica e alle modalità di consultazione del cassetto fiscale; si sono poste in discussione le problematiche relative alla contrattualizzazione dei servizi eventualmente offerti dallo studio commerciale ai propri clienti. Durante l’incontro sono emersi diversi spunti di riflessione, che saranno sviluppati in un’ipotesi di contratto di servizio tra Studio e clienti. È stata altresì concordata una bozza di circolare informativa alla clientela. Entrambi i documenti saranno presto posti in pubblica consultazione per raccogliere eventuali ulteriori suggerimenti. L’intento è di offrire ai Professionisti indicazioni di comportamento uniformi nella predisposizione del mandato con la clientela, per quanto concerne gli eventuali servizi connessi alla fatturazione elettronica.

CONVERGENCE 4.0: al via il corso sulla piattaforma.


La nostra Associazione, in collaborazione con Studio Boost, ha organizzato il primo corso intensivo sull’utilizzo di Convergence Studio 4.0, la piattaforma targata ANC per la fatturazione elettronica e digitalizzazione di studio. Il seminario, destinato ai soli Associati ANC ed eventuali collaboratori di studio, si terrà il prossimo 29 novembre, dalle ore 10:00 alle ore 18:00 e sarà a numero chiuso. La quota di iscrizione è di circa 150 euro oltre IVA per gli Associati e 100 euro oltre IVA per i collaboratori di studio.

Con il corso i partecipanti verranno messi in grado di configurare gli ambienti di lavoro di studio, dei collaboratori di studio e dei clienti; emettere fatture elettroniche e gestire lo scadenziario; gestire il caricamento documentale di studio e dei clienti; operare sulla coda di lavoro documentale; esportare i movimenti contabili verso il gestionale di studio; gestire le funzionalità di ticketing tra i collaboratori di studio ed i clienti.

La piattaforma è nata dalla collaborazione a livello nazionale tra ANC e la startup emiliana “StudioBoost” per offrire agli Associati una soluzione per l'organizzazione “digitale” dello studio professionale e dei propri clienti. Quest’ultimi, infatti, attraverso un’area in cloud, che si interfaccia con lo studio, potranno agevolmente gestire tutte le fasi della fatturazione elettronica. La piattaforma, integrabile con il software gestionale di studio, permette: l’emissione e la ricezione di fatture elettroniche in numero illimitato; la conservazione sostitutiva di tutti i documenti inviati e ricevuti; l’invio tramite il Sistema di Interscambio delle fatture elettroniche ai clienti, comprese le Pubbliche Amministrazioni; l’invio telematico delle fatture in copia cortesia ai destinatari, l’archiviazione digitale di documentazione contabile, oltre a tante funzionalità studiate per la fidelizzazione del cliente, come invio di messaggistica, newsletter e reportistica.

Si ricorda che Convergence è disponibile gratuitamente agli associati ANC sino al 31.01.2019, Dal 01.02.2019 il servizio sarà fruibile a costi estremamente contenuti ed in modalità “pay per use”, senza cioè alcun vincolo di durata. Eventuali richieste di partecipazione possono essere inoltrate alla segreteria ANC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per motivi organizzativi, verranno prese in considerazione le sole richieste che perverranno entro e non oltre il prossimo 23 novembre.

Presentazione video di Convergence 4.0

La presentazione di Convergence - Giugno 2018

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy.


ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR

Numerosi i Colleghi che hanno già sottoscritto l'adesione, che ancora per breve è in offerta promozionale ad euro 50 oltre IVA. Entro i primi di dicembre sarà organizzato un mini corso finalizzato anche ad un migliore apprendimento dell'utilizzo del software.

La consulenza in ambito privacy è una opportunità concreta ed ANC ha ritenuto di dover intervenire anche in questa area professionale per offrire degli strumenti ai propri Associati,spiega il Presidente ANC Napoli Nord, Antonio Carboni. La soluzione che stiamo proponendo è studiata per trasformare un semplice adempimento in un’occasione di crescita professionale in un’importante area di servizi da proporre alle aziende clienti. Gli Associati ANC potranno, altresì, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “richiesta informazioni convenzione GDPR”.

Guarda il video dimostrativo su YouTube

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La fatturazione elettronica nel settore dei subappalti

Pubblicato il documento che illustra le novità relative all’obbligo di fatturazione elettronica nei subappalti pubblici, introdotto a far data dal 1 luglio 2018.

Consulta il documento

Le novità della V Direttiva antiriciclaggio

Pubblicato il documento che analizza le novità della V Direttiva antiriciclaggio con particolare attenzione agli aspetti di interesse per i professionisti coinvolti nell’attuazione della specifica normativa.

Consulta il documento

Indagine statistica 2018 sui dottori commercialisti ed esperti contabili. Anteprima dei risultati

Pubblicate le elaborazioni parziali (al 13/09/2018) dei risultati dell’Indagine statistica 2018. Al momento dell'elaborazione i questionari raccolti on line (attraverso il metodo CAWI) sono 7.318, con un tasso di completamento delle risposte pari al 69%. Si tratta del campione più "robusto" se confrontato con le indagini degli anni precedenti.

Consulta i risultati parziali

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fiera di Natale a San Gregorio Armeno.


Anche quest’anno torna la Fiera di Natale a San Gregorio Armeno, la famosissima strada dei presepi nel centro storico di Napoli, giunta alla 147esima edizione.

Da sabato 17 novembre 2018 la via con le botteghe artigiane sono ancora più ricche di pastori, presepi ed addobbi natalizi per far scoprire a cittadini e turisti la ricchezza della tradizione presepiale napoletana.

Organizzata come ogni anno dall’Associazione Artigianale Arte Presepiale San Gregorio Armeno e dall’Associazione Corpo di Napoli, riceve, all’inaugurazione, la benedizione del Parroco della Basilica di San Lorenzo Maggiore. Ogni anno sono circa 2 milioni i visitatori che affollano le strade per immergersi in questa bellissima atmosfera di Natale.

Il messaggio di questa edizione, similmente al passato, è quello di solidarietà e pace, sempre attuale e mai ridondante.

A tal proposito, all’inaugurazione sarà presente anche una delegazione di cittadini ivoriani che risiedono a Napoli ed in altre zone della Campania.

Inaugurazione alle 17.00. Successivamente, dalle 9.00 alle 20.00. Associazione Corpo di Napoli

Pietrarsa Express 2018 al museo ferroviario.


Torna il Pietrarsa Express, treno storico che trasporta i viaggiatori in un suggestivo itinerario.

Il percorso prevede la partenza da Napoli Centrale con fermate a Pietrarsa e Portici.

Oltre all’imperdibile viaggio in carrozze d’epoca, si avrà la possibilità di scoprire la storia delle prime vetture e della rete italiana. Nel biglietto del Pietrarsa Express, infatti, è compreso l’ingresso al museo ferroviario di Pietrarsa. Nella visita alla struttura, ex opificio borbonico del 1840, si potrà ammirare la vasta collezione del museo, che in un’area di circa 36.000 metri quadrati ospita rotabili, locomotive a vapore ed elettriche, macchinari e una sezione navale. I biglietti si prenotano direttamente sul sito Trenitalia. L’ unica data disponibile è il 2 dicembre. Prezzo Adulto, andata e ritorno € 12,00, Ragazzi (dai 4 ai 12 anni) andata e ritorno € 6,00, Bambini 0-4 anni gratisIl prezzo comprende l’ingresso al museo con visita libera. Biglietti acquistabili su tutti i canali Trenitalia. Contatti: Museo Ferroviario di Pietrarsa

Osservatorio professionale


Focus tributario


Liti tributarie pendenti in calo.


Le liti tributarie registrano un costante calo che dal 2012 continua fino ad oggi. È quanto si evince dal comunicato stampa pubblicato dal Ministero dell’Economia e delle finanze lo scorso 20 settembre. Nel comunicato infatti il Ministero offre un riepilogo dei dati relativi all’andamento del contenzioso tributario, secondo le analisi al 30 giugno scorso.

Il MEF registra un calo del 7,54% delle liti tributarie pendenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In particolare, confrontando i dati di aprile/giugno 2017 con quelli registrati a aprile/giugno 2018, si nota un incremento lieve, dello 0,16%, delle controversie instaurate in entrambi i gradi di giudizio, mentre le controversie definite si sono ridotte del 6,5%, per un totale di 65.835.

Le controversie presentate presso le Commissioni tributarie provinciali sono aumentare del 4,85% rispetto allo scorso anno, mentre i ricorsi definiti sono in calo, con una diminuzione del 10,26%.

Per quanto riguarda invece il secondo grado di giudizio, e quindi gli appelli pervenuti alle Commissioni tributarie regionali, si registra una diminuzione dell’11,97%. Crescono invece le definizioni, con un aumento del 6,36%.

Per quanto riguarda poi le modalità di trasmissione degli atti processuali, il Ministero sottolinea come il 46% sia pervenuto con modalità telematiche.

Sia nel primo grado che nel secondo grado di giudizio la maggior parte delle liti tributarie si conclude con esito favorevole all’Ente impositore.

Nel dettaglio, le liti tributarie di primo grado si concludono con:

  • il 46% dei giudizi completamente favorevoli all’Ente impositore
  • il 31% dei giudizi completamente favorevoli al contribuente
  • il 12% dei giudizi intermedi.

Nel secondo grado di giudizio, invece, si riscontrano:

  • sempre il 46% dei giudizi completamente favorevoli all’Ente impositore
  • il 37% dei giudizi completamente favorevoli al contribuente
  • l’8% dei giudizi intermedi.

Notifica della cartella al contribuente irreperibile valida solo se riceve la raccomandata informativa.


Per la validità della notificazione della cartella di pagamento, effettuata nei casi di irreperibilità c.d. relativa del destinatario, quali disciplinati dall'art. 140 c.p.c., è necessario non soltanto l'inoltro al destinatario della raccomandata informativa del deposito dell'atto presso la casa comunale, ma anche la sua effettiva ricezione. Ordinanza n. 12753/2018 Cassazione Civile - Sezione V

Per la validità della notificazione della cartella di pagamento, effettuata nei casi di irreperibilità c.d. relativa del destinatario, quali disciplinati dall'art. 140 c.p.c., è necessario non soltanto l'inoltro al destinatario della raccomandata informativa del deposito dell'atto presso la casa comunale, ma anche la sua effettiva ricezione, non essendo, per tale modalità di notificazione degli atti, sufficiente la sola spedizione.

Il perfezionamento della notifica effettuata ai sensi dell'art. 140 c.p.c., necessita del compimento di tutti gli adempimenti stabiliti.

In caso di omissione di uno di essi la notificazione è da considerarsi nulla; è invece inesistente quando essa manchi del tutto ovvero sia stata effettuata in modo assolutamente non previsto dalla legge, come, ad es., nel caso sia avvenuta in un luogo o con riguardo a persona che non abbiano attinenza alcuna (o che non presentino alcun riferimento o collegamento) con il destinatario della notificazione stessa, risultando a costui del tutto estranea.

Nel caso oggetto di decisione, il ricorrente aveva proposto impugnazione solo a seguito del pignoramento, e il Concessionario della riscossione aveva eccepito la tardività dell'impugnazione proposta oltre i termini: il Concessionario aveva poi sostenuto che il vizio di notifica fosse sanato per il cd. "raggiungimento dello scopo" (ai sensi dell'art. 156 codice di procedura civile), ma la Cassazione lo ha escluso proprio perché l'impugnazione è stata proposta tardivamente, avendo il contribuente avuto conoscenza dell'esistenza degli atti soltanto a seguito del pignoramento.

Accertamento induttivo società immobiliare.


È legittimo l'accertamento induttivo nei confronti di una società immobiliare basato sulle dichiarazioni rese dagli stessi acquirenti degli immobili che confermano la documentazione extracontabile acquisita dall'Amministrazione in sede di verifica fiscale: si esprime in questo senso la Cassazione con la sentenza 12.10.2018 n. 25476.

In particolare la Corte ha precisato che le dichiarazioni dei terzi acquisite in sede extraprocessuale hanno valore indiziario e possono assumere, per il loro contenuto intrinseco o per l'attendibilità dei riscontri offerti, valore di presunzione grave, precisa e concordante ex art. 2729 c.c., idonee a fondare e motivare l'atto di accertamento. In proposito la Corte tiene anche a sottolineare due aspetti importanti. In primo luogo, chiarisce che il divieto di prova testimoniale posto dall'art. 7, D.Lgs. 31.12.1992, n. 546 si riferisce alla sola prova acquisita in sede processuale; di conseguenza, è legittimo utilizzare, ai fini della decisione, le dichiarazioni che l'Amministrazione ha assunto dai privati in sede extraprocessuale, le quali possono rilevare quali elementi indiziari in grado di concorrere a formare, unitamente ad altri elementi, il convincimento del giudice. In secondo luogo e per altro verso, precisa come anche il contribuente, al pari dell'Amministrazione, ha la possibilità di introdurre dichiarazioni scritte rese da terzi, aventi valenza indiziaria in proprio favore, in conformità al principio del giusto processo sancito dall'art. 6 della Cedu.

Deducibili i costi correlati «in senso ampio» all'impresa.


Affinché un costo sostenuto dall'imprenditore sia fiscalmente deducibile dal reddito d'impresa non è necessario che esso sia stato sostenuto per ottenere una precisa e determinata componente attiva di quel reddito, ma è sufficiente che esso sia correlato in senso ampio all'impresa e cioè sia stato sostenuto al fine di svolgere un'attività potenzialmente idonea a produrre utili: lo precisa la Corte di Cassazione con l'ordinanza 18.10.2018, n. 26202.

In proposito la Corte ha anche sottolineato che non solo il sindacato di legittimità non può spingersi sino alla verifica oggettiva circa la necessità od opportunità di tali costi rispetto all'oggetto dell'attività, in quanto si tratta di valutazioni di strategia commerciale riservate all'imprenditore, ma anche che risulta ormai pacifico in giurisprudenza il fatto che sia configurabile come costo anche ciò che non reca alcun vantaggio economico, non assumendo rilevanza la congruità delle spese; ad avviso della Corte, infatti, il giudizio sull'inerenza è di carattere qualitativo e non quantitativo e pertanto non è possibile compiere alcuna valutazione in termini di utilità, anche solo potenziale o indiretta.

Focus societario


Partecipazione dell’organo amministrativo all’assemblea di approvazione del bilancio.


La partecipazione personale dell’organo amministrativo all’assemblea dei soci per la presentazione e discussione del progetto di bilancio ai fini della relativa approvazione costituisce un dovere dell’amministratore, non delegabile a terzi.

È pertanto annullabile la delibera ex art. 2479-ter, comma 1, CC. adottata su proposta di un soggetto delegato dall’amministratore, in quanto non abilitato. A tal proposito va evidenziato che, con particolare riguardo alle srl, non è prevista una specifica disciplina in materia di deleghe dei poteri amministrativi.

La legge, comunque, riconosce la possibilità di inserire nell’atto costitutivo/statuto le disposizioni che consentono di conferire ad altri soggetti (assemblea dei soci/singoli soci/terzi) alcune attribuzioni tipicamente assegnate all’organo amministrativo.

Tuttavia non possono essere delegati, in quanto di esclusiva competenza degli amministratori:

− la redazione del progetto di bilancio e dei progetti di fusione/scissione;

− le decisioni di aumento del capitale sociale.

Secondo quanto sostenuto dai Giudici nella pronuncia in esame, la limitazione delle deleghe in materia di redazione del progetto di bilancio non riguarda esclusivamente tale attività “stricto sensu”, ma si estende anche alla presentazione e discussione del bilancio in assemblea.

A tale interpretazione la Corte di Cassazione perviene considerando, tra l’altro che:

− “a voler ritenere rientrante nella competenza inderogabile dell’organo gestorio esclusivamente l’attività di «redazione del progetto di bilancio» … si ottiene l’inaccettabile risultato di vanificare l’effettiva ratio della previsione che è, evidentemente, volta ad assegnare all’amministratore l’intero procedimento di formazione del documento contabile”;

− “se si sottraessero alla sfera di competenza esclusiva degli amministratori determinate attività del tutto complementari alla redazione del progetto di bilancio - quali la sottoposizione del medesimo all’assemblea per l’approvazione e l’esposizione, in tale sede, di chiarimenti su istanza dei soci - si limiterebbero, ingiustificatamente (rectius: illegittimamente), le occasioni per gli stessi di dare conto, in maniera puntuale, della propria gestione anche al fine di poter loro imputare ogni responsabilità di legge, sia civile nei confronti della società e dei terzi … sia penale”:

Nullità della clausola che prevede il rimborso al socio dei finanziamenti soci utilizzati per ripianare le perdite sociali.


La clausola con la quale la società cessionaria di una quota di partecipazione in una terza società si impegna a retrocedere la predetta quota alla società cedente nonché socia della terza società, a fronte della restituzione del corrispettivo pagato, deve intendersi nulla nella parte in cui prevede che la società cessionaria sia anche tenuta a rimborsare alla società cedente la quota parte dei finanziamenti soci erogati da quest’ultima per ripianare le perdite della terza società. In particolare,  l’obbligazione della società cessionaria è nulla o per mancanza di causa, in quanto nel momento in cui la società cedente rientra nella titolarità della quota ceduta riceve (pro-parte) – proprio in quanto incorporati nella partecipazione sociale già al momento dell’utilizzo a copertura delle perdite – i finanziamenti appunto utilizzati a tale scopo; oppure è nulla per mancanza dell’oggetto, in quanto reca una prestazione giuridicamente impossibile, cioè appunto la restituzione al socio di una porzione del capitale sociale, in quanto il rimborso dedotto come prestazione ha ad oggetto finanziamenti utilizzati per il ripianamento delle perdite in sede di ricostituzione del capitale e suppone che questi finanziamenti vengano restituiti dalla società ai soci.

E’  noto, infatti, che il capitale sociale è indisponibile e che tale connotato ne costituisce aspetto saliente ed inderogabile, finendo  per caratterizzare a sua volta innumerevoli aspetti della disciplina delle società di capitali, quali, ad esempio, oltre alla disciplina dei conferimenti e delle riserve, oltre ai casi e alla disciplina della riduzione del capitale, oltre alla disciplina della distribuzione degli utili e della postergazione dei finanziamenti soci, oltre alla disciplina della distribuzione  del residuo attivo della liquidazione – istituti tutti che presuppongono i caratteri di effettività ed indisponibilità del capitale sociale – il precetto, la cui effettività è tutt’ora garantita da sanzione penale, costituito dal divieto di restituzione di conferimenti previsto dall’art. 2626 c.c. Tribunale di Milano sezione specializzata in materia di impresa, Sentenza 8331/2018 del 25/07/2018

Focus Enti Locali


Formazione gratuita e learning per Revisori Enti locali.


La Direzione Centrale della Finanza Locale ha progettato, in modalità e-learning, un programma di formazione per l’approfondimento di alcuni aspetti di particolare rilievo in materia di contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti locali.

Il corso è disponibile, gratuitamente, accedendo alla piattaforma di formazione a distanza all’indirizzo: https://www.concerto.it/258-cndcec.

Ciascuno degli 11 moduli, tenuti da docenti di eccellenza, sarà fruibile fino al 30/11/2018, ai fini del conseguimento dei crediti formativi richiesti per l’iscrizione all'Elenco dei Revisori dei conti degli enti locali dell’anno 2019. Inoltre, l'accesso al corso è consentito anche ai funzionari degli Enti locali e delle Prefetture che lo potranno seguire, fino al 30 novembre 2018, in visione libera o in modalità monitorata e certificata, previo superamento dei test finali, con rilascio dell'attestato di frequenza.

A dicembre il saldo “Fondo di solidarietà comunale”.


Con il Comunicato 13 novembre 2018, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto che il pagamento del saldo del “Fondo di solidarietà comunale” per l’anno 2018 non avverrà probabilmente prima della prima decade del mese di dicembre.

La Direzione centrale ha infatti spiegato di essere attualmente in attesa della riassegnazione, da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, delle risorse necessarie al pagamento della spettanza in questione. Le risorse spettanti per l’anno in corso e i criteri per l’assegnazione delle stesse sono stati fissati dal Dpcm. 7 marzo 2018, pubblicato sulla G.U. n. 83 (S.O. n. 17).

Come noto, il “Fondo di solidarietà comunale” è alimentato, in base a quanto stabilito dall’art. 1, comma 380, lett. b), della Legge n. 228/2012, con una quota dell’Imu di spettanza dei Comuni. Per la determinazione del “Fsc” per ciascun Comune si è tenuto conto dei “fabbisogni standard” approvati dalla Commissione tecnica per i “fabbisogni standard” nella seduta del 13 settembre 2017, e della stima delle “capacità fiscali” 2017 (Decreto Mef 16 novembre 2017), rideterminata alla luce dei mutamenti normativi intervenuti, del tax gap, nonché della variabilità dei dati assunti a riferimento.

Elenco dei revisori, domande 2019 dal 5 novembre al 17 dicembre.


Il ministero dell'Interno rende noto che dal 5 novembre fino al 17 dicembre (ore 18) gli aspiranti revisori possono dichiarare il mantenimento dei requisiti posseduti, aggiornando i dati già comunicati. Sempre dalla stessa data, i soggetti già iscritti dovranno dimostrare il permanere dei requisiti, pena la cancellazione dall'evento.

Le domande dei professionisti non ancora iscritti dovranno essere presentate al ministero dell'interno, dipartimento affari interni e territoriali, esclusivamente per via telematica con la compilazione del modello reperibile sul sito internet della direzione centrale, attraverso il link «Accedi all'area dei revisori» e successivamente «Accedi alle banche dati».

Una volta conclusa la compilazione del modello, si potrà generare un pdf che dovrà essere siglato con firma digitale dal professionista e inviato alla Pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Chi deve, invece, confermare il mantenimento dei requisiti, dovrà accedere sempre allo stesso link: una volta entrato troverà tutti i dati già inseriti nella precedente iscrizione che dovrà confermare senza la necessità di apporre la firma digitale. Se la procedura sarà eseguita in maniera corretta, entro 12 ore l'interessato riceverà una comunicazione con il riepilogo dei dati dichiarati, in cui viene confermato il buon esito dell'acquisizione della domanda.

Nel caso in cui dovrà modificare i dati inseriti, potrà procedere come il nuovo iscritto, compilando il modulo presente sul sito del ministero. I soggetti che risulteranno iscritti nell'elenco dovranno versare un contributo annuo di 25 euro entro il 30 aprile 2019.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle cinque province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Si segnala, altresì, che è stata resa disponibile una nuova funzione che permette la visualizzazione di alcuni dati statistici significativi relativi al numero di iscritti articolati per fascia e territorio, ai sorteggi effettuati e a quelli da effettuare.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 101 e 11 i concordati. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 7 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. Fall 101 07/11/18 Perna Felice Dott. Nola Lamonica M.G.
n.d. Fall 100 18/10/18 Chiusolo Errico Eduardo Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 99 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 98 18/10/18 Siciliano Giovanni Avv. Na Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 97 21/09/18 Siciliano Giovanni Avv. Na De Vivo Maria
n.d. Fall 96 21/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 95 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 94 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall 93 20/09/18 Leccia Francesca Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 92 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 91 20/09/18 Capone Ersilio Luca Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 90 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 89 n.d. Sagliocco Francesca n.d. Satta Cristiana

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 11 25/10/18 Petruzzelli Pietro Dott. SMCV Lamonica M.G.
n.d. n.d. 10 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 9 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d.   3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d.   2 19/09/18

Pannella Paolo

Sorvillo Giuseppe

Avv.

Na

Dott.

NN

Satta Cristiana
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d. C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 15 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 19 del 31/10/2018

IVA – Chiarimenti sulla disciplina del Gruppo IVA contenuta nel Titolo V-bis del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 e nel D.M. 6 aprile 2018 del Ministro dell’Economia e delle Finanze - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

Consulenza giuridica – Integrazione modello IVA TR - pdf

  • Risoluzione n. 80 del 24/10/2018

Cessione di diritti volumetrici - Agevolazioni ex art. 1, comma 88, legge n. 205/2017: imposte di registro, ipotecaria e catastale - pdf

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica: Il canale CIVIS può essere utilizzato sia dai contribuenti che dagli intermediari.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Giuliana Di Caprio

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese