TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 43-2018 della nostra newsletter settimanale, sperando di fare cosa gradita. Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Il Consiglio direttivo

Informativa ANC Napoli Nord n° 43-2018 - 15 dicembre 2018

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo, Carlo D’Abbrunzo.

In primo piano


L’ANC ricorre alla giustizia per salvaguardare la privacy relativa alla fattura elettronica.


L’Associazione Nazionale Commercialisti, per il tramite dello Studio legale Nania, ha il 14.12.2018, presso il Tribunale Civile di Roma un ricorso contro l’Agenzia delle Entrate, chiedendo, in via d’urgenza, il differimento dell’entrata in vigore della normativa sulla fatturazione elettronica, almeno fino a quando il sistema non sarà sanato da una serie di vizi relativi al possibile uso improprio dei dati, vizi che pongono gravissimi pregiudizi sulla privacy degli utenti  e sulla sicurezza del sistema economico del Paese.

L’associazione ha subito incassato il parere favorevole della Associazione Nazionale Forense, che ha condiviso le motivazioni che hanno coondotto alla proposizione del ricorso. Dispiace constatare che, invece, altre sigle sindacali di categoria hanno manifestato dissenso e distanza rispetto all’iniziativa intrapresa da ANC, con motivazioni peraltro non comprensibili.

È una misura estrema” dichiara il Presidente Marco Cuchel “alla quale siamo giunti alla fine di un estenuante percorso fatto di segnalazioni, istanze, richieste di incontro a tutte le istituzioni e le autorità coinvolte. Nel ricorso sono state denunciate le lesioni del diritto fondamentale alla protezione dei dati personali di cui all’art. 2 della Costituzione e all’art. 8, § 1 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e all’ art. 16, § 1 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, in relazione al Regolamento europeo 2016/679”.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha deliberato la presentazione del ricorso dopo incessanti perorazioni presso tutte le sedi deputate alla valutazione della normativa sulla fatturazione elettronica e relativa regolamentazione, che diverrà obbligatoria tra tutti i soggetti economici e privati dal 1 gennaio 2019.

Già dal 2017 ANC ha evidenziato tutte le storture, le anomalie e i rischi che il sistema comporta, che sono alla base delle motivazioni contenute nel ricorso e che necessitano pertanto di una valutazione urgente da parte della Giustizia ordinaria.

ANC nel mese di ottobre ha promosso un’azione presso il Garante per la Privacy e presso l’Autorità Garante per la concorrenza, segnalando il grave rischio che la normativa sulla fatturazione elettronica, consentendo la raccolta massiva di informazioni commerciali, possa mettere in pericolo la sicurezza di un intero sistema economico.

Alla nostra segnalazione è seguito il provvedimento del Garante per la privacy nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, la quale è stata avvertita e alla quale è stato ingiunto di far conoscere all’Autorità stessa le iniziative assunte per rendere il trattamento dei dati conforme alla normativa vigente. Non sappiamo, ad oggi, se l’Agenzia, abbia dato seguito e in quale modo al provvedimento del Garante.

Nel mese di novembre è seguita un’interrogazione parlamentare, alla quale il Sottosegretario al Ministero delle Finanze Villarosa non ha dato una risposta minimamente soddisfacente e sono state inoltrate tre distinte richieste urgenti di incontro alle massime autorità del Governo, nelle persone del Presidente del Consiglio Conte e dei Vicepresidenti Di Maio e Salvini, richieste che sono rimaste inascoltate.

Sono stati altresì respinti gli emendamenti al decreto fiscale che proponevano la modifica alla normativa sulla fatturazione elettronica. Le motivazioni, stando alle dichiarazioni del Ministro Tria e del Vicepresidente del Consiglio Salvini, sono da attribuire a mere esigenze di cassa.”

È giunto quindi il momento” dichiara ancora Cuchelinascoltati tutti i nostri avvertimenti, di affidarsi alla Giustizia, affinché siano ripristinate le regole che il diritto impone”.

Sono trascorsi esattamente due anni dalla manifestazione pubblica che i commercialisti organizzarono a Roma per esprimere con forza il loro disagio e dare un segnale contro l’indifferenza e l’inerzia della politica. “Oggi – conclude Cuchel – mediante l’azione che l’ANC è stata costretta ad intraprendere, la categoria esprime ancora una volta un’urgenza importante”.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA ANC

Proroga al 31 gennaio 2019 per il voucher digitalizzazione.


Con decreto del 14/12/2018, il MISE ha prorogato, al 31 gennaio 2019, il termine per l’ultimazione delle spese progettuali connesse agli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento, al fine di fruire del c.d. voucher digitalizzazione (art. 6 commi 1-3 del DL 145/2013). Per “data di ultimazione” si intende la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile riferibile al progetto stesso, mentre i pagamenti potranno essere effettuati successivamente alla predetta data di ultimazione, con modalità tracciabile e indicando la causale “bene acquistato ai sensi del decreto MISE 23 settembre 2014”. La richiesta di erogazione va presentata tramite apposita procedura informatica disponibile al seguente link https://agevolazionidgiai.invitalia.it.

Pubblicato dal MEF il Codice etico relativo all’attività di revisione legale dei conti.


Adottato il Codice dei principi di deontologia professionale, riservatezza e segreto professionale dei soggetti abilitati all’esercizio dell’attività di revisione legale dei conti, disponibile sul sito della revisione legale www.revisionelegale.mef.gov.it, applicabile a decorrere dal 2019.

L’uso del titolo di Commercialista deve essere oggetto di tutela!


Il giornale “Cronache della Campania” lo scorso 13/12/2018, ha redatto un articolo titolato “Due commercialisti napoletani erano le menti di una colossale frode fiscale da 63 milioni di euro: 13 arresti”. Non si vuole entrare nel merito del fatto di cronaca, che riguarda presunte indebite compensazioni di imposte con utilizzo di crediti inesistenti attraverso la predisposizione di modelli F24 con saldo debitore di 0,01 centesimi. È tuttavia doveroso segnalare quanto riportato dal giornalista a proposito degli ideatori della presunta truffa ai danni dell’Erario: due commercialisti napoletani.

Da verifiche effettuate sul portale ricerca.commercialisti.it/RicercaIscritti, i soggetti indicati nell’articolo ad oggi non risultano essere iscritti all’Albo.

ANC Napoli Nord si è attivata chiedendo informazioni alla testata giornalistica, mettendo a conoscenza dell’accaduto gli Ordini territorialmente competenti e il CN per ottenere immediata smentita laddove la notizia non rispondesse a verità.

ANC Napoli Nord, già da giugno 2018, ha avviato una campagna di comunicazione per tutelare la spendita impropria del titolo di Commercialista, in ogni sede. E’ ora di intervenire in maniera concreta in difesa del decoro e dell’immagine della Categoria.

Leggi l'articolo

Diffondi la campagna di comunicazione sui social

Segui le iniziative sindacali ANC Napoli Nord

Portale CNDCEC per la FE operativo a meno di 5 giorni lavorativi dal via.


Dopo che la stragrande maggioranza dei professionisti ha già contrattualizzato con le varie case software l’utilizzo di un portale per la fatturazione elettronica per se e per i propri clienti, il tanto atteso portale per la fatturazione elettronica promosso dal Cndcec, è stato reso noto che sarà disponibile per i Commercialisti dal 18 dicembre 2018, a meno di cinque giorni lavorativi dall’inizio dell’anno.

Gli interessati, forse riceveranno una Pec per registrarsi e accedere alla piattaforma ed iniziare a lavorare. Solo successivamente, (e non si sa quando) si potrà consentire l’uso ai propri clienti.

A disposizione degli iscritti solo 50 fatture gratuite.

Non sono previsti altri servizi gratuiti, come ad esempio la conservazione sostitutiva ed il sistema di importazione nei propri software gestionali.

Le uniche differenze rispetto al servizio gratuito offerto dall’Agenzia delle Entrate sono quelle che consentonodi memorizzare le tipologie di prodotti dei clienti, evitando che tali dati vengano inseriti manualmente a ogni nuova emissione e di non avere limiti in ordine all’inserimento dei dati riferiti ai DDT nell’ambito della fatturazione differita.

Servizio che, tra l’altro, a breve sarà implementato anche dall’Agenzia delle Entrate.

Aggiudicataria del servizio la “UNIMATICA spa”, società appartenente ad un noto gruppo bancario, già interessato alla consulenza alle aziende.

Infine, fa riflettere il fatto che il CN mentre da un lato promuove una gara con servizi base, dall’altro promuove un software specifico di una software house che partecipa al consorzio “rete dei valori” promosso e guidato proprio dal nostro Consiglio Nazionale.

Convergence 4.0: la soluzione di ANC per la gestione della Fatturazione Elettronica.


Convergence Studio 4.0, è una piattaforma multiutenza con diversificazione degli accessi tramite “profili” che l’Associato ANC ha facoltà di assegnare ai propri clienti.

La piattaforma, integrabile con il software gestionale di studio, può gestire: l’emissione del documento informatico; l’invio in conservazione sostitutiva; l’invio tramite il Sistema di Interscambio delle fatture elettroniche ai clienti, comprese le Pubbliche Amministrazioni; l’invio telematico delle fatture in copia cortesia ai destinatari, oltre ulteriori funzionalità per la fidelizzazione del cliente, come invio di messaggistica e newsletter. Ciascun profilo potrà emettere e trasmettere documenti contabili in numero illimitato (fattura, note di credito e di debito ecc. personalizzabili con il logo aziendale).

I servizi documentali della piattaforma permettono dunque di archiviare digitalmente, classificare, ordinare, indicizzare, contabilizzare, esportare dati contabili ai gestionali e conservare a norma di legge, ricercare, consultare e stampare documenti (anche xml) in formato pdf (ad un costo omnicomprensivo).

Convergence è disponibile in versione piena gratuitamente agli associati ANC sino al 31.01.2019, per poi essere fruibile a costi estremamente contenuti ed in modalità “pay per use”. Gli Associati possono consultare in area riservata le videoguide ed i tutorial.

Presentazione video di Convergence 4.0

La presentazione di Convergence - Giugno 2018

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy.


ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR

Gli Associati ANC potranno, inoltre, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “richiesta informazioni convenzione GDPR”.

Guarda il video dimostrativo su YouTube

Innovazione, riapre il bando “Marchi+3”.


E’ stato pubblicato l’avviso di riapertura del bando Marchi+3, che potrà contare su un incremento finanziario di € 2 milioni. Si tratta di una misura particolarmente apprezzata dalle PMI, in quanto ha l'obiettivo di sostenerne la competitività nei mercati esteri attraverso una maggiore tutela del marchio.

Le agevolazioni sono dirette a favorire la registrazione di marchi comunitari all'EUIPO (Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale) e la registrazione di marchi internazionali presso l'OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale).

Le domande potranno essere presentate dal 11.12.2018.

Assegno sociale: innalzamento dei requisiti.


 Con il messaggio 4.570 del 6 Dicembre 2018, l’INPS comunica che a partire dal 1° gennaio 2019, il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale è innalzato di 5 mesi e, pertanto, l’età richiesta per poter accedere alle prestazioni in oggetto sarà pari a 67 anni rispetto ai 66 anni e 7 mesi previsti per il 2018.

Per effetto del suddetto innalzamento del requisito anagrafico, a decorrere dal 1° gennaio 2019, la pensione d’inabilità civile e l’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali di cui agli articoli 12 e 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118, nonchè la pensione non reversibile ai sordi di cui alla legge 26 maggio 1970, n. 381, saranno concesse, a seguito del riconoscimento del requisito sanitario e sussistendo le altre condizioni socio-economiche previste, ai soggetti d’età non inferiore al diciottesimo anno e fino al compimento del sessantasettesimo.

Si sottolinea che coloro i quali compiono l’età prevista dalla normativa attualmente vigente (66 anni e 7 mesi) entro il 31 dicembre 2018, a prescindere dalla data di presentazione dell’istanza di assegno sociale, sono da considerare “ultrassessantacinquenni”.

Dillo al Consiglio di ANC Napoli Nord.


Il Consiglio direttivo di ANC Napoli Nord ha istituito la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dedicata ad acquisire indicazioni e suggerimenti da parte degli iscritti sull’operatività o su eventuali disservizi degli uffici finanziari, giudiziari, previdenziali ed in generale degli uffici della P.A. d’interesse generale. Si invitano gli iscritti a segnalare anomalie riscontrate negli uffici frequentati al fine di consentire di individuare le principali criticità o problematiche di interesse generale per realizzare interventi mirati, il tutto sempre nell’ottica e con lo spirito di una collaborazione costruttiva a favore della Categoria.

Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La fatturazione elettronica nel settore dei subappalti

Pubblicato il documento che illustra le novità relative all’obbligo di fatturazione elettronica nei subappalti pubblici, introdotto a far data dal 1 luglio 2018.

Consulta il documento

Le novità della V Direttiva antiriciclaggio

Pubblicato il documento che analizza le novità della V Direttiva antiriciclaggio con particolare attenzione agli aspetti di interesse per i professionisti coinvolti nell’attuazione della specifica normativa.

Consulta il documento

Indagine statistica 2018 sui dottori commercialisti ed esperti contabili. Anteprima dei risultati

Pubblicate le elaborazioni parziali (al 13/09/2018) dei risultati dell’Indagine statistica 2018. Al momento dell'elaborazione i questionari raccolti on line (attraverso il metodo CAWI) sono 7.318, con un tasso di completamento delle risposte pari al 69%. Si tratta del campione più "robusto" se confrontato con le indagini degli anni precedenti.

Consulta i risultati parziali

Si informa, infine, che sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Il Consiglio nazionale dei Dottori Commerciali e degli Esperti Contabili ha pubblicato i seguenti documenti:

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Harry Potter al Palazzo Fondi a Napoli con la scuola di magia.


Il Palazzo Fondi di Napoli diventa sede del magico mondo di Harry Potter per la gioia di tutti i bambini fan del maghetto più famoso di questo secolo. L’evento si svolgerà per due weekend consecutivi, dal 15 al 18 dicembre 2018 in un’atmosfera davvero incredibile. Negli spazi del Palazzo i bambini saranno accolti dai personaggi della saga. Per prima cosa, dovranno presentarsi al Cappello Parlante che li smisterà nelle quattro case di Hogwarts, poi potranno iniziare le attività come dei veri studenti della scuola di magia. Ci saranno corsi per imparare ad usare le pozioni, altri per imparare a costruire le bacchette magiche e le armi per difendersi dalle arti oscure ed anche magici tornei. Possono partecipare i bambini dai 7 ai 12 anni.  Ricordiamo che è a numero chiuso ed è, per questo, necessaria la prenotazione ai numeri 327/7306533 – 347/0094457. Palazzo Fondi, via Medina 24. Quota di partecipazione 15 euro a bambino. Orari: 16 dicembre: 11.00 – 15.00 – 17.00 – 19.00; 17 e 18 dicembre: 15.00 – 17.00 – 19.00. Informazioni: Evento facebook

Aperture straordinarie gratuite della Reggia di Carditello.


Ritornano gli appuntamenti con le aperture straordinarie gratuite della Reggia di Carditello con un’iniziativa che è partita già dal mese di ottobre e che proseguirà fino al 3 febbraio 2019.

La Fondazione Real Sito di Carditello apre nuovamente al pubblico le proprie porte. In questo modo chiunque potrà scoprire ancora meglio questo pezzo di storia della nostra terra e che è parte dei 22 siti appartenuti alla famiglia reale dei Borbone. Le visite guidate sono articolate in un percorso realizzato con la collaborazione dei volontari dell’Associazione Agenda 21 per Carditello e i Regi Lagni e condurranno i visitatori negli ambienti del piano nobile e nella zona di fronte la palazzina. Non c’è bisogno di prenotazione. Si ricorda che la Reggia di Carditello fu commissionata da Ferdinando IV di Borbone all’architetto Francesco Collecini, allievo di Luigi Vanvitelli, e fu costruita nel 1787. Date apertura dicembre 2018 domenica 6, 13, 20, 27 dalle ore 9 alle 12.30. Reale Tenuta di Carditello, San Tammaro (CE).

Contatti: Sito Fondazione CarditelloPagina Facebook

Mercatini di Natale al Museo ferroviario di Pietrarsa.


La magia del Natale quest’anno coinvolge anche il bellissimo Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a Napoli, che accoglierà dal 2 al 21 Dicembre 2018 deliziosi mercatini Natalizi.

Ogni angolo del Museo sarà invaso dalla magia del Natale con l’allestimento di casette in legno dove ognuno potrà comprare oggettini e decorazioni Natalizie, addobbi per la casa e l’albero di Natale e ancora idee regalo creative e prodotti artigianali. Gli ospiti potranno usufruire anche di un’area food, dove si potranno gustare cibi e dolci locali. Ma ancora chi entrerà ai mercatini Natalizi potrà anche visitare il Museo di Pietrarsa che è costituito da 7 padiglioni e che ospita locomotive a vapore, locomotive elettriche trifase, a corrente continua, locomotori diesel, elettromotrici, automotrici e carrozze passeggeri. Non mancherà sicuramente il divertimento, sia per i grandi che per i piccoli, infatti per questi ultimi ci sarà Babbo Natale e i suoi elfi, giocolieri e maghi con parate e spettacoli durante tutta la giornata, potranno visitare la casa di Babbo Natale e spedire la letterina all’ufficio postale, incontrare i personaggi delle fiabe e tanto altro ancora.

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa Napoli dal lunedì al venerdì ore 16:00-23:00, Sabato e domenica 10:00-01:00. Contatti: evento facebook

Autunno Musicale 2018 – XXIV edizione.


Fino al 26 Dicembre si svolgerà presso la Reggia di Caserta ed altri siti, la XIV^ edizione dell'Autunno Musicale - Suoni & Luoghi d'Arte. La kermesse si svolgerà con la collaudata formula del week-end itinerante e sarà articolata in varie sezioni: Pianofestival, Musica da Camera, A-Solo, Il Pianoforte nel ‘900 & Piano Lab, Suono & Sacro, Itinerari Barocchi, Opéra-Ballet, I Concerti dell'Orchestra da Camera di Caserta, Pocket Orchestra, Around Rossini, Electronics Lab/ Antichi & Nuovi Linguaggi e altri Eventi.

La manifestazione si svolgerà presso la Reggia di Caserta, il Museo Campano di Capua, i Musei Archeologici di Teano e di Maddaloni, il Duomo di Casertavecchia e l'Eremo di S. Vitaliano di Casola, in varie Chiese e siti monumentali di Piedimonte Matese, Aversa, Carinola, Sessa Aurunca, S. Nicola La Strada, al Real Sito di Carditello ed ospiterà artisti di consolidata carriera e giovani vincitori dei più importanti concorsi internazionali.Per ulteriori info clicca qui.

Osservatorio professionale


Focus tributario


Novità in sede di conversione del decreto fiscale per la definizione agevolata liti pendenti.


Approvato in maniera definitiva il decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2019. In particolare, in sede di conversione in Legge del decreto fiscale 119/2018 contenente le misure urgenti, è stata modificata la definizione agevolata delle liti pendenti. In particolare, l'articolo 6 consente di definire con modalità agevolate le controversie tributarie pendenti, anche in cassazione e a seguito di rinvio, in cui è parte l’Agenzia delle entrate, aventi ad oggetto atti impositivi.

Le controversie possono essere definite con il pagamento, in relazione ai ricorsi pendenti iscritti nel primo grado, con il pagamento del 90% del valore della stessa; in caso di soccombenza dell’Agenzia nella pronuncia di primo grado con il pagamento del 40% del valore della stessa; in caso di soccombenza dell’Agenzia nella pronuncia di secondo grado, la definizione può avvenire a seguito del pagamento del 15% del valore della controversia.

In riferimento alle controversie tributarie pendenti innanzi alla Corte di Cassazione alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto 119/2018, per le quali risulti soccombente l'Agenzia delle entrate in tutti i precedenti gradi di giudizi, le controversie possono essere definite con il pagamento di un importo pari al 5% del relativo valore.

Valida la cartella via pec anche se priva di firma digitale e in formato pdf.


Lo ha precisato la Ctr Lombardia con la sentenza 4754/19/2018, depositata il 06/11/2018, nella quale affronta la questione della nullità della cartella inviata via Pec.

La cartella di pagamento in esame è stata notificata a mezzo PEC e quindi inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata della contribuente che la ha regolarmente ricevuta; come dimostrato dalla stessa formalizzazione dell’atto di impugnazione, alla quale è allegata, e dalle analitiche contestazioni e censure mosse al suo contenuto.

La notifica è avvenuta e si è perfezionata in piena aderenza al disposto di cui all’art. 26 DPR 602/1973 che rinvia, sul punto, al DPR 11.02.2005 n. 68.

L’art. 3 del DPR 68/2005 stabilisce che l’atto trasmesso per via telematica si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all’indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella del destinatario messa a disposizione dal gestore. L’art. 6 del DPR citato precisa che la ricevuta di avvenuta consegna fornisce al mittente prova che il suo messaggio di posta elettronica certificata è effettivamente pervenuto all’indirizzo elettronico del destinatario e certifica il momento della consegna tramite un testo, leggibile dal mittente, contenente i dati di certificazione. La ricevuta di avvenuta consegna del messaggio di posta elettronica è rilasciata contestualmente alla consegna di posta elettronica messa a disposizione del destinatario dal gestore, indipendentemente dall’avvenuta lettura da parte del soggetto destinatario.

La notifica nel caso di specie è quindi avvenuta in conformità alla legge e molte sono le pronunce giurisprudenziali di merito che hanno riconosciuto la validità di questo tipo di notifica (per tutte CTR Lombardia n. 5104/23/2017; CTR Lombardia n. 231/4/2017). Peraltro l’interposizione di uno o più gestori che garantiscono la regolarità del servizio, fa sì che nessuna delle parti (mittente e destinatario) possa contestare l’inoltro o la ricezione del messaggio, e proprio da tale sistema discende anche la non necessità della firma digitale da parte del mittente.

E’ infatti il gestore che sottoscrive la busta di trasporto con propria firma elettronica avanzata, basata su chiavi asimmetriche a coppia, e tale sistema garantisce la provenienza, l’integrità e l’autenticità del messaggio di posta elettronica certificata secondo le modalità previste dalle regole tecniche di cui all’art. 17.

L’invio via PEC della cartella esattoriale può poi essere qualificato come invio del documento informatico originale o al più di una sua copia informatica; per cui non è dovuta una attestazione di conformità.

Diventa pertanto anche del tutto irrilevante anche l’estensione del file (.pdf), non essendo prevista la necessità del formato “.p7m.” Infatti il carattere immodificabile “.p7m”, richiamato dalla parte appellante, riguarda la diversa e specifica ipotesi di disciplina della procedura di notificazione degli atti giudiziari, che prevedono la necessità della firma digitale.

Il formato p7m gestisce l’algoritmo che presiede alla firma e che rende l’atto informatico unico e immodificabile. Laddove il caso della notifica della cartella di pagamento è diverso, trattandosi di atto che deriva dagli estratti di ruolo e che non necessita di alcuna firma in calce, ma solo dei dati ed elementi stabiliti dalla norma, tutti presenti nel caso in esame.

In altri termini non si è in presenza di un caso di notifica di atti giudiziari bensì di notifica di atti esattoriali (vedi per tutte Cass. Civ. 16.02.2018 n. 3805; Cass. Civ. 14:03.2017 n.6518; Cass. Civ. 18.04.2016 n. 7665).

Focus societario


Responsabilità dell’amministratore di società di persone per prelievi ingiustificati.


L’amministratore di società di persone è equiparato al mandatario quanto al regime di responsabilità applicabile, che ha natura contrattuale. Ne consegue che egli, convenuto in un giudizio di responsabilità per prelievi ingiustificati dalle casse sociali, è onerato di dimostrare la specifica finalità – diversa dalla mera locupletazione – per la quale il prelievo è stato effettuato (ad esempio: come retribuzione dell’incarico, per fini sociali, come anticipo sugli utili futuri).

L’amministratore che deduca di aver effettuato prelievi dalle casse sociali a titolo di acconto sugli utili deve fornire le circostanze in fatto sulla cui base ha ritenuto che la società fosse in grado di generare ricchezza futura pur in presenza di rilevanti perdite di esercizio.

Risponde in solido del danno da prelievo ingiustificato l’amministratore che, pur entrato in carica successivamente, non si sia attivato per il recupero delle somme e per la reintegrazione del patrimonio sociale.

La legittimazione ad agire del titolare di impresa individuale. Il recesso unilaterale dal contratto preliminare.


L’impresa individuale non ha soggettività distinta da quella della persona fisica dell’imprenditore sicché quest’ultimo è legittimato ad agire per conto dell’impresa anche nell’ipotesi in cui non ne specifichi la qualità.

In assenza di una clausola di recesso tra le parti non trova applicazione l’art. 1373 c.c. bensì l’art. 1372 c.c. che pone il divieto di scioglimento del contratto in mancanza di mutuo consenso delle parti o di altre cause previste dalla legge.

La pretesa di recedere unilateralmente dall’impegno assunto con il contratto preliminare in ragione di fatti non dimostrati si presenta come inadempimento degli obblighi assunti con il preliminare, considerato che l’impegno a contrarre derivante da tale contratto ha lo scopo di vincolare le parti a concludere l’affare alle condizioni concordate, anche nel caso di valutazioni soggettive di convenienza economica del singolo contraente.

Focus Enti Locali


Pubblicate le “Linee-guida” per la revisione periodica delle partecipate.


Entro il prossimo 31 dicembre 2018, tutte le Pubbliche Amministrazioni, come definite dall’art. 2, comma 1, del D.gs. n. 175/2016 (Tusp), sono tenute ad effettuare la revisione periodica delle proprie partecipate dirette e indirette, detenute al 31.12.2017. La rilevazione dovrà avvenire in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 20 del Tusp, e secondo gli schemi-tipo contenuti nelle linee guidapubblicate sul Portale Tesoro da parte della Struttura di monitoraggio delle partecipazioni pubbliche.

Elenco dei revisori, domande 2019 fino al 17 dicembre.


In scadenza lunedì 17 dicembre (entro le ore 18) il termine periscriversi all’elenco tenuto dal Ministero per i Revisori degli Enti locali sia per i nuovi iscritti che per confermare la precedente iscrizione. Le domande dei professionisti non ancora iscritti dovranno essere presentate al ministero dell'interno, dipartimento affari interni e territoriali, esclusivamente per via telematica con la compilazione del modello reperibile sul sito internet della direzione centrale, attraverso il link «Accedi all'area dei revisori» e successivamente «Accedi alle banche dati».

Una volta conclusa la compilazione del modello, si potrà generare un pdf che dovrà essere siglato con firma digitale dal professionista e inviato alla Pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Chi deve, invece, confermare il mantenimento dei requisiti, dovrà accedere sempre allo stesso link: una volta entrato troverà tutti i dati già inseriti nella precedente iscrizione che dovrà confermare senza la necessità di apporre la firma digitale. Se la procedura sarà eseguita in maniera corretta, entro 12 ore l'interessato riceverà una comunicazione con il riepilogo dei dati dichiarati, in cui viene confermato il buon esito dell'acquisizione della domanda.

Nel caso in cui dovrà modificare i dati inseriti, potrà procedere come il nuovo iscritto, compilando il modulo presente sul sito del ministero. I soggetti che risulteranno iscritti nell'elenco dovranno versare un contributo annuo di 25 euro entro il 30 aprile 2019.

Estrazione revisori Enti Locali.


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate.

Dall’inizio dell’anno alla data odierna le procedure pubblicate sui portali di servizio sono 109 e 11 i concordati. Nel 2017 sono state 190 le procedure fallimentari e 14 i concordati.

Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 7 nel 2018. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

Procedura Tipo Num. Data aper. Curatore Titolo Giudice Delegato
n.d. n.d. 109 06/12/18 Martucci Anna Dott. Ce Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 108 06/12/18 Taralbo Adele Dott. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 107 06/12/18 Taralbo Adele Dott. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 106 06/12/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott. NN

Avv. Na.

Rabuano Arminio Salvatore
Mace Srl Fall. 105 05/12/18

Casillo Gianluca

Pirro Ferdinando

Dott

CE

n.d.

Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall 104 22/11/18 Ciaramella Gennaro Dott. NN Satta Cristiana
n.d. Fall 103 22/11/18 Perna Felice Dott. Nola Lamonica M.G.
n.d. Fall 102 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall 101 07/11/18 Perna Felice Dott. Nola Lamonica M.G.
n.d. Fall 100 18/10/18 Chiusolo Errico Eduardo Avv. Na De Vivo Maria
n.d. n.d. 99 n.d. n.d. n.d. n.d.

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 11 25/10/18 Petruzzelli Pietro Dott. SMCV Lamonica M.G.
n.d. n.d. 10 07/11/18 Grimaldi Paolo Dott.Na Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 9 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d. C.P. 3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d. C.P. 2 19/09/18

Pannella Paolo

Sorvillo Giuseppe

Avv.

Na

Dott.

NN

Satta Cristiana
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.
n.d. C.P. 16 06/12/17 Megale Massimiliano

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 15 n.d. n.d. n.d. n.d.
Bollicine Marotta s.a.s. di Mallardo Francesco & C. C.P. 14 14/09/17

Rossi

Guido

Villano

Enrico

Dott.

NN

Dott.

NN

Di Giorgio Giovanni
PERILLO COSTRUZIONI GENERALI SRL C.P. 13 07/09/17


D'Alò Ferdinando

Dott.

NA

Caria Enrico
WATTSUD L.E.P. SPA C.P. 12 04/10/17

Giordano Francesco

Nappi

Severino

Dott.

NA

Avv Na

Rabuano Arminio Salvatore
MACE Srl C.P. 11 06.07.17

Soprano

Luigi

Dott.

NA

Satta Cristiana
Diversificazioni Bonifiche Fabbricazioni Industriali s.r.l. C.P. 10 05.07.17

Macchioni Riccardo

Caruso Giuseppe

Prof.

Na

Avv Na

Di Giorgio Giovanni
COCCOFRESCO s.a.s. di Crispino Pasquale & C. C.P. 9 30.05.17

Volpe

Sergio

Dott.

NA

Caria Enrico
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 19 del 31/10/2018

IVA – Chiarimenti sulla disciplina del Gruppo IVA contenuta nel Titolo V-bis del D.P.R. 633/1972 e nel D.M. 6 aprile 2018 del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

  • Risposte a interpelli

Ultime risposte a interpelli

  • Risposta a consulenza giuridica n. 2 del 22/11/18

Tassazione sentenze aventi ad oggetto reclami ex art. 630 c.p.c.

  • Risposta n. 1 del 04/10/18

Individuazione del dies a quo da cui far decorrere il termine di decadenza per la presentazione delle istanze di rimborso - Articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602 - pdf

Cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per interventi di riqualificazione energetica degli edifici nonché per quelli finalizzati alla riduzione del rischio sismico

  • Risoluzione n. 82 del 14/11/2018

Consulenza giuridica – Integrazione modello IVA TR

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica CIVIS.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento febbraio 2018

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

Aggiornamento aprile 2017

Aggiornamento gennaio 2017

Aggiornamento gennaio 2017

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc
           

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2018 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2018 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Giuliana Di Caprio

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese