TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

     

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 32-2019 della nostra newsletter settimanale, sperando di fare cosa gradita. Ti invitiamo a consultare il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi. Nel segnalarti che potrai seguire le attività dell’Associazione Napoli Nord anche sul nostro profilo Facebook, ti ricordiamo che le informative precedenti, relative agli anni precedenti ed all’anno in corso, sono consultabili sul sito nell'apposita sezione. Un caro saluto e una buona lettura!

Un caro saluto e una buona lettura!

Informativa ANC Napoli Nord n° 32-2019 – 5 ottobre 2019

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord

Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo,

In primo piano


Presidio Sindacati al MEF: Associazioni ricevute e ottenuto un tavolo tecnico.


Il presidio organizzato dalle sigle sindacali dei commercialisti Adc, Anc, Sic e Unico presso il Ministero delle Finanze, per chiedere un incontro nell’ambito della mobilitazione di categoria di questi giorni, si è concluso con la disponibilità da parte del Sottosegretario Baretta a ricevere una delegazione nel pomeriggio.

Il sit-in, autorizzato dalla Prefettura per 100 persone, ha preso il via alle ore 11:00 e ha visto la presenza di circa 200 persone, tra le quali i quadri delle quattro sigle sindacali, rappresentanti degli ordini territoriali e del Consiglio Nazionale, come anche singoli professionisti che hanno voluto portare il loro sostegno alla protesta.

Il presidio, che è stato seguito in diretta tv da La7 e dalla stampa specializzata, è stato anche occasione di dibattito con i parlamentari Chiara Gribaudo (Vicepresidente gruppo PD alla Camera), che ha annunciato l’apertura del Mef all’incontro, per il quale si è adoperata, Galeazzo Bignami, Alberto Gusmeroli (Lega), Andrea De Bertoldi (FdI), che si è espresso anche per la consulta dei commercialisti parlamentari, nel corso del convegno nazionale organizzato da ANC ad Alessandria.

Il Sottosegretario Baretta, pur riconoscendo che lo strumento degli Isa presenta ancora diverse criticità, ha comunicato l’impossibilità di dare seguito alla disapplicazione per l’anno 2018, una delle richieste oggetto della mobilitazione di questa settimana. Ha tuttavia annunciato l’apertura di un tavolo tecnico nei prossimi giorni, finalizzato ad un’interlocuzione con le associazioni allo scopo di rendere questo strumento adeguato e pienamente efficace.

Durante l’incontro sono stati evidenziati dalle associazioni il disagio della categoria e le istanze che hanno determinato l’astensione collettiva: oltre ad un concreto impegno sugli Isa, è stato chiesto il rispetto delle regole e dello Statuto del Contribuente, quale principio elementare per la costruzione del rapporto di fiducia tra cittadino e Stato.

VIDEO INTERVISTE: UNA PROTESTA GIUSTA

Comunicato Stampa 01.10.2019_Incontro al MEF

DASPO per i commercialisti: uno slogan inutile.


Sospendere temporaneamente o definitivamente l’attività di un professionista abilitato, in caso di certificazione di crediti tributari inesistenti. Questa sembra essere una delle idee partorite per recuperare gettito erariale. L’effettiva efficacia in termini di riscossione è impalpabile, mentre è di tutta evidenza la (scarsa) considerazione e la (mancata) conoscenza del mondo professionale da parte dei proponenti.

Le professioni dei dottori commercialisti e consulenti del lavoro, in quanto professioni ordinistiche, hanno come pilastro della loro esistenza la deontologia.

La violazione delle norme deontologiche comporta sanzioni quali la sospensione e la radiazione.

Non esiste nel sistema di norme soggetto diverso dal Consiglio di Disciplina degli Ordini legittimato a sospendere l’attività di un collega, al più organi esterni segnalano al Consiglio dell’Ordine competente il fatto. La potestà del giudizio è però rimessa all’autonomia del Consiglio di Disciplina nominato dal Tribunale.

Perché dunque sbandierare un ipotetico Daspo, quasi come fossimo “teppistelli” da stadio? Non si conoscono le regole delle professioni o è un atto di sfiducia nei nostri riguardi?

Nel primo caso, consigliamo vivamente di studiare leggi e norme. Nel secondo caso, sarebbe ancora più grave, perché i commercialisti sono anni che reggono la baracca della riscossione diretta (IVA – IRPEF – IRAP), con sacrifici enormi, marginalità ridotta all’osso e con spese sempre maggiori per infrastrutture e formazione.

Piuttosto si riservino tali misure per quanti, privi di albo professionale, di iter formativo e di norme deontologiche, sono stati inopinatamente ammessi alle stesse funzioni dei dottori commercialisti e dei consulenti del lavoro, generando confusione e ponendo il cittadino nel rischio di un improvvido affidamento.

Lo diciamo da tempo: è ora che ognuno faccia la sua parte, nel rispetto dei ruoli e pari dignità.

Esistono diritti costantemente violati dei contribuenti, uno statuto del contribuente disatteso in più punti. Lo si tenga ben presente nella prossima emanazione di norme di entrata e di spesa, e si governi la spesa con lo stesso rigore con cui si intendono governare le entrate.

 Comunicazione ADC-AIDC-ANC- ANDOC-FIDDOC-SIC-UNAGRACO-UNGDCEC-UNICO

COMUNICATO CONGIUNTO 02.10.2019 – DASPO COMMERCIALISTI

Astensione collettiva delle attività – Indicazioni e strumenti.


Terminerà il 7 ottobre la prima forma di astensione collettiva proclamata dalle sigle sindacali, che ha visto i Professionisti astenersi:

-       dall’attività di trasmissione dei Modelli F24 degli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili dalle ore 24:00 del giorno 29.09.2019 alle ore 24:00 del giorno 01.10.2019.

-       dall’attività di partecipazione in udienza presso le Commissioni Tributarie provinciali e regionali da dalle ore 24:00 del 29.09.2019 alle ore 24:00 del 07.10.2019.

Si ritiene importante mettere a disposizione dei Colleghi alcune semplici indicazioni che sono previste dal nostro codice di autoregolamentazione delle astensioni collettive dalle attività, che è consigliabile seguire in modo scrupoloso al fine di non incorrere in sanzioni.

L’articolo 3 e l’articolo 4 punto b) del codice di autoregolamentazione stabiliscono, per il professionista che aderisce all’astensione, l’obbligo di informare, in via preventiva e in forma scritta, rispettivamente la clientela e le segreterie delle commissioni tributarie. Le comunicazioni devono effettuarsi nel rispetto della tempistica e delle modalità prescritte dal codice di autoregolamentazione.

In particolare, al cliente la comunicazione preventiva deve essere effettuata entro 10 (dieci) giorni dall’inizio dell’astensione (il termine, in tal caso, sarebbe il 19 settembre), mentre la comunicazione preventiva alla segreteria della commissione tributaria almeno 2 (due) giorni prima della data stabilita dell’udienza (il 27 settembre, cadendo il 28 di sabato).

Si precisa che per l’astensione dalle udienze in commissione tributaria, l’astensione può essere anche dichiarata dal professionista personalmente all’inizio dell’udienza (art. 4 punto a) del codice di autoregolamentazione).  

Ai link sottostanti si possono scaricare i fac-simile di lettera predisposti dalle associazioni sindacali per effettuare le comunicazioni al cliente ed alla segreteria della commissione tributaria.

È disponibile anche il link per la consultazione del codice di autoregolamentazione, la cui conoscenza si ritiene indispensabile per aderire all’astensione in modo responsabile e consapevole.

Codice autoregolamentazione        Mod. lettera cliente      Mod. lettera CTP CTR

Affida i tuoi affari solo a Commercialisti iscritti all’Ordine: campagna comunicazione ANC.


Un anno fa è stata realizzata la prima campagna di comunicazione targata ANC Napoli Nord con l’obiettivo di informare aziende, lavoratori autonomi e privati cittadini circa i vantaggi derivanti dall’affidare i propri affari ed interessi esclusivamente a Professionisti iscritti all’Ordine.

La campagna, autofinanziata interamente ed esclusivamente dagli Associati ANC Napoli Nord, ha utilizzato cartellonistica stradale, quotidiani a tiratura provinciale, portali internet e social media per diffondere messaggi sulla qualità dei servizi offerti dai Commercialisti, sull’esclusività del titolo di Commercialista (e sul reato commesso da chiunque ne faccia indebitamente uso), sull’assoggettamento dei Commercialisti ad obblighi assicurativi e formativi a garanzia delle prestazioni rese a tutela dei committenti.

L’iniziativa ha raccolto molti favori, ma anche alcune voci dichiaratesi contrarie per incomprensibili motivi. Ebbene, ad oggi, trascorso un anno, tale iniziativa resta l’unica sul territorio di riferimento volta ad informare il grande pubblico sul ruolo e sulla funzione del “Commercialista”, e ciò nonostante le cospicue somme accantonate nei bilanci degli Ordini a tale scopo (e spese…).

Condividi la Campagna informativa #affidatiaduncommercialistaiscrittoallordine

Nuove convenzioni per gli Associati.


Si informa che il Consiglio direttivo dell’Associazione ha deliberato l’adesione a nuove convenzioni che mirano ad offrire agli Associati ANC Napoli Nord vantaggi di carattere economico e professionale, che si aggiungono a quelle già esistenti in materia di privacy, fatturazione elettronica, e newsletters professionali. Le convenzioni si aggiungono altresì

Per approfondimenti e informazioni sui vantaggi legati allo status di Associato ANC Napoli Nord è possibile inviare una richiesta a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Offerta Digital Key e SPID Namirial

È pervenuta alla nostra Associazione proposta per consentire agli Associati di poter acquisire la qualifica di RAO, frequentando apposito corso di formazione abilitante ad un costo che potrà essere scalato dal prezzo di acquisto dei dispositivi eventualmente ordinati. Gli interessati potranno inviare una richiesta di informazioni alla casella Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Convenzione APPC per attestazioni contratti locazione a canone concordato.

Durante il convegno tenutosi il 04 aprile presso la sala convegni dell’ODCEC di Napoli Nord sulle agevolazioni fiscali per gli immobili è stata presentata la convenzione tra ANC Napoli Nord e le APPC (Associazione Piccoli Proprietari Case) di Napoli Metropolitana, per il calcolo e la corretta compilazione dei contratti a canone concordato. Per ulteriori informazioni inviare una mail a: info@ancnapolinord.it

Convenzione programma garanzia giovani

ANC Napoli Nord e Inversione di Marcia APS hanno sottoscritto un protocollo d’intesa volto a valorizzare il ruolo del Commercialista in tutte le attività di promozione delle politiche attive del lavoro sul territorio di riferimento.

Grazie a tale intesa gli Associati ANC Napoli Nord, che per vocazione sono il naturale punto di riferimento di imprese e lavoratori, potranno ricevere un servizio informativo sulle misure agevolative esistenti a livello nazionale e territoriale finalizzate all’occupazione giovanile ed all’inclusione sociale.

Con tale accordo, in particolare, Inversione di Marcia APS ed ANC Napoli Nord convengono di avviare un rapporto di collaborazione per la promozione del Programma Garanzia Giovani e delle misure di volta in volta attivate dalla Regione Campania al fine di favorire l’incontro della richiesta e dell’offerta di lavoro.

Tale collaborazione prevede incentivi economici per aziende e professionisti legati ad una serie di parametri, preventivamente di volta in volta individuati con l’Associato.

Le due Associazioni, per dare immediato avvio alle attività, hanno creato un servizio di prima consulenza grazie al quale l’Associato potrà fornire alle aziende clienti una rapida informativa circa le agevolazioni esistenti per il tipo di assunzione e/o risorsa individuata o da individuare.

Dalla consulenza ricevuta scaturirà la possibilità di diventare successivamente parte integrante del Programma di promozione, anche dal punto di vista economico.

Per ulteriori informazioni inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Banca Dati FISCOPIU’

La nostra Associazione ha sottoscritto con la casa editoriale Ipsoa-Giuffrè-Lefebvre condizioni di particolare favore nell’acquisto della banca dati FISCOPIU’.

Grazie all’accordo commerciale abbiamo la possibilità di concedere al singolo associato l’uso dell’intera collana (Fiscopiù, Tributariopiù, Societapiù, Bilanciopiù, Lavoropiù, Fallimentarepiù) attraverso accessi personalizzati al costo di 120,00 euro (il valore della banca data descritta supera il costo di 1.500,00 euro).

L’adesione consente la consultazione illimitata dei contenuti del portale; l’accesso integrale ai link contenuti nei contributi pubblicati; l’aggiornamento quotidiano via newsletter; la consultazione di Fonti normative, Prassi, Giurisprudenza, Dottrina, Formulari, Modulistica.

Si può contare sul valido supporto delle circolari per i clienti: uno strumento fondamentale nel rapporto con la clientela, oltre su un puntuale servizio di risposta ai quesiti, perun confronto operativo sulle problematiche della vita professionale.

L’adesione è soggetta a limitazioni per quanto concerne il numero massimo delle adesioni ed è riservata ai soli associati in regola con le quote di iscrizione.

È necessario inviare una richiesta di preiscrizione segnalando la propria disponibilità all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., ed indicando un indirizzo di posta elettronica al quale si riceveranno le istruzioni per l’attivazione. Per approfondimenti sulla banca dati: www.fiscopiu.it

Convergence 4.0: la soluzione di ANC per la gestione della Fatturazione Elettronica


Convergence Studio 4.0, è una piattaforma multiutenza con diversificazione degli accessi tramite “profili” che l’Associato ANC ha facoltà di assegnare ai propri clienti.

La piattaforma, integrabile con il software gestionale di studio, può gestire: l’emissione del documento informatico; l’invio in conservazione sostitutiva; l’invio tramite il Sistema di Interscambio delle fatture elettroniche ai clienti, comprese le Pubbliche Amministrazioni; l’invio telematico delle fatture in copia cortesia ai destinatari, oltre ulteriori funzionalità per la fidelizzazione del cliente, come invio di messaggistica e newsletter. Ciascun profilo potrà emettere e trasmettere documenti contabili in numero illimitato (fattura, note di credito e di debito ecc. personalizzabili con il logo aziendale). I servizi documentali della piattaforma permettono dunque di archiviare digitalmente, classificare, ordinare, indicizzare, contabilizzare, esportare dati contabili ai gestionali e conservare a norma di legge, ricercare, consultare e stampare documenti (anche xml) in formato pdf (ad un costo omnicomprensivo).

Convergence è fruibile a costi estremamente contenuti ed in modalità “pay per use”. Gli Associati possono consultare in area riservata le videoguide ed i tutorial.

Presentazione video di Convergence 4.0

La presentazione di Convergence - Giugno 2018

GDPR: la soluzione sviluppata da ANC Napoli Nord per la gestione della Privacy


ANC Napoli Nord ha sottoscritto un accordo con una primaria software-house e con uno studio legale specializzato in consulenza privacy, per la gestione degli adempimenti introdotti dal nuovo regolamento europeo GDPR

Gli Associati ANC potranno, inoltre, avvalersi - con un minimo costo aggiuntivo - del consulente privacy per un assessment legale finalizzato alla redazione del piano oppure, a tariffe agevolate preconcordate tra il consulente privacy e ANC, gli iscritti ANC potranno offrire, altresì, a quei clienti con un'organizzazione e problematiche complesse, una consulenza “ad hoc”.

Per ogni informazioni è possibile contattare il Collega Carlo D’Abbrunzo (cell: 3394806841) o inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Guarda il video dimostrativo su YouTube

Ready to Start: agevolazioni e incentivi per il rilancio del territorio


Con questa sezione ANC intende avviare un nuovo percorso di crescita e specializzazione degli Associati nell’ambito delle agevolazioni utili al rilancio e allo sviluppo economico del territorio.

NEET 2018-2019: prorogati i termini per usufruire dell’incentivo.


L’incentivo occupazione Neet, attivo dal 1° gennaio 2018 per l’intero anno, e in sostanziale continuità con l’Incentivo occupazione giovani del 2017, riguarda i giovani iscritti al programma Garanzia Giovani.

Con decreto del 28 dicembre 2018, Anpal ha prorogato i termini per usufruire dell'Incentivo Occupazione NEET: l'incentivo è infatti riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, e riguarda i giovani iscritti al programma Garanzia Giovani.

L'incentivo, la cui attuazione è demandata all'Inps, prevede sgravi dei contributi a carico dei datori di lavoro privati, da fruire mediante conguaglio sui contributi Inps.

Leggi qui le indicazioni operative dell'INPS.

L’incentivo è cumulabile con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile (art. 1 comma 100, della legge 27 dicembre 2017, n. 205). Consulta le FAQ

     Altre notizie e documenti di interesse professionale


Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La fatturazione elettronica nel settore dei subappalti

Pubblicato il documento che illustra le novità relative all’obbligo di fatturazione elettronica nei subappalti pubblici, introdotto a far data dal 1 luglio 2018.

Consulta il documento

Le novità della V Direttiva antiriciclaggio

Pubblicato il documento che analizza le novità della V Direttiva antiriciclaggio con particolare attenzione agli aspetti di interesse per i professionisti coinvolti nell’attuazione della specifica normativa.

Consulta il documento

Sul sito della FNC sono pubblicati i seguenti strumenti operativi di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali:

CNDCEC: Ultime pubblicazioni


Diramata dal Consiglio Nazionale una circolare recante prime riflessioni e indicazioni sul D.lgs n. 14/2019 recante il “Codice della crisi e dell’insolvenza”. In particolare sono analizzate le norme relative all’istituzione dell’albo dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui al codice della crisi.

Pronto Ordini


Si segnalano le seguenti risposte fornite dal Consiglio Nazionale ai quesiti formulati dagli Ordini in merito allo svolgimento della professione.

Trasmissione crediti formativi in caso di trasferimento di un iscritto (PO 20/2019)

Visualizza il documento


Reiscrizione di un professionista cancellato per morosità dall’albo (PO 199/2018)

Visualizza il documento


STP unipersonale (PO 14/2019)

Visualizza il documento


Trattamento ai fini IVA del contributo dovuto dai Soggetti Autorizzati agli ODCEC per l’organizzazione di attività FPC (PO 117/2017)

Visualizza il documento

Non solo tasse…


Questa sezione è stata attivata per fornire informazioni su attività culturali, ludiche e ricreative in programma nell’ambito del circondario.

Per segnalazioni:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tornano le domeniche gratuite al museo: dal 6 ottobre si entrerà gratis nei musei statali.


Da domenica 6 ottobre 2019 tornano le domeniche gratuite al museo: ogni prima domenica del mese è possibile accedere alle sedi museali e ai luoghi di cultura statali gratuitamente. 

Sul sito del MiBACT è possibile consultare l’elenco completo dei luoghi statali aperti gratuitamente per questa iniziativa.

Mostra Napoli di lava, porcellana e musica al Museo di Capodimonte.


Napoli… di lava: una mostra di porcellane, costumi teatrali, strumenti musicali e tanto altro al Museo di Capodimonte dal 21 settembre 2019 al 21 giugno 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte la mostra “Napoli di lava, porcellana e musica”. Museo e Real Bosco di Capodimonte

Per info sulla mostra Napoli di lava consultare il sito del Museo di Capodimonte

Osservatorio professionale


Focus tributario


Il compenso del professionista è deducibile solo a incarico concluso.


In tema di imposte sui redditi, i costi relativi a prestazioni di servizio sono, ai sensi dell’articolo 109, comma 2, lett. b), Tuir, di competenza dell’esercizio in cui le prestazioni medesime sono state ultimate, senza che rilevi il momento in cui viene emessa la relativa fattura o effettuato il pagamento.

È quanto ribadito dalla Cassazione con la sentenza 23855 del 25.09.2019, che ha deciso un contenzioso che vedeva una società impugnare l’avviso di accertamento con il quale era stata contestata l’indeducibilità di una serie di costi, tra cui anche spese legali, con conseguente rideterminazione del reddito di impresa, del valore della produzione netta e dell’Iva dovuta.

Il ricorso della contribuente veniva accolto in primo grado e respinto nel secondo; in particolare, la C.T.R. Lombardia aveva ritenuto corretta la ripresa a tassazione delle spese per prestazioni professionali, dovendosi, secondo i Giudici, fare riferimento alla data dell’ultimazione della prestazione.

La Società impugnava la sentenza di secondo grado, lamentando tra l’altro la violazione e falsa applicazione dell’articolo 109 Tuir, poiché i Giudici di seconde cure avevano ritenuto corretto l’operato dell’Ufficio che aveva escluso la deducibilità del costo relativo ad una fattura emessa da uno studio legale in data 10 maggio 2004, perché ritenuta di competenza dell’anno precedente.

La Cassazione ha respinto il motivo di ricorso, rammentando che l’articolo 109 Tuir in tema di imposte sui redditi d’impresa ha sancito, quale regola generale per l’imputazione temporale dei componenti di reddito, il principio di competenza, ossia che i ricavi, le spese e gli altri componenti positivi e negativi concorrono a formare il reddito nell’esercizio in cui è sorto l’obbligo giuridico al sostenimento dell’onere e non in quello in cui il costo è stato assolto.

In particolare, secondo la Suprema Corte, i costi relativi a prestazioni di servizio sono – ai sensi dell’articolo 109, comma 2, lett. b), Tuir, – di competenza dell’esercizio in cui le prestazioni medesime sono ultimate, senza che abbia rilevo alcuno il momento in cui viene emessa la relativa fattura o effettuato il pagamento, con l’unica eccezione per i contratti di locazione, mutuo, assicurazione o altri contratti da cui derivino corrispettivi periodici, in relazione ai quali le spese per i corrispettivi sono imputabili all’esercizio di maturazione degli stessi .

I componenti negativi che concorrono a formare il reddito possono, peraltro, essere imputati all’anno di esercizio in cui ne diviene certa l’esistenza o determinabile in modo obiettivo l’ammontare, qualora di tali qualità fossero privi nel corso dell’esercizio di competenza.

Ne deriva che, secondo la Cassazione, anche in questi casi l’esercizio di competenza è quello nel quale nasce e si forma il titolo giuridico, limitandosi il legislatore soltanto a prevedere una deroga al principio della competenza, consentendo la deducibilità di queste particolari spese nel diverso esercizio nel quale si raggiunge la certezza della loro esistenza ovvero la determinabilità, in modo obiettivo, del relativo ammontare.

Analogo principio era già stato, peraltro, enunciato anche nelle precedenti sentenze 27296/2014 e, più recentemente, nella sentenza 16969/2016, la quale ha precisato che, in materia di prestazioni professionali, vige la regola della postnumerazione, secondo la quale il diritto al compenso pattuito matura una volta posta in essere una prestazione tecnicamente idonea a raggiungere il risultato a cui la prestazione è diretta. Tale regola è mitigata da un duplice ordine di diritti del professionista:

Quello all’anticipo delle spese occorrenti all’esecuzione dell’opera e quello all’acconto da determinarsi secondo gli usi sul compenso da percepire una volta portato a termine l’incarico.

Secondo la Cassazione, la prestazione difensiva ha così carattere unitario e ciò comporta che gli onorari di avvocato debbano essere liquidati in base alla tariffa vigente nel momento in cui la prestazione è condotta a termine per effetto dell’esaurimento o della cessazione dell’incarico professionale, unitarietà che va rapportata ai singoli gradi in cui si è svolto il giudizio, e quindi al momento della pronunzia che chiude ciascun grado.

Focus societario


Illegittima convocazione dell'assemblea del socio accomandante.


L'avviso di convocazione dell'assemblea a opera del socio accomandante resta un atto irrilevante e altresì nullo, non tanto perché il disposto codicistico di cui all'art. 2320 C.C. stabilisce il divieto di non ingerenza dei soci a cui non è affidata l'amministrazione della società, piuttosto perché il legislatore non ha posto alcun obbligo relativamente alla costituzione di un organo assembleare. Pertanto, nelle s.a.s. e nel silenzio del contratto di società, quando la legge richiede una deliberazione senza null'altro disporre, la volontà sociale può costituirsi in qualunque modo, senza che sia necessaria né la convocazione di una riunione, né la determinazione degli argomenti da trattare e individuati all'ordine del giorno.

I soci accomandanti non potranno nemmeno ricorrere in via cautelare al Tribunale affinché intimi all'amministratore (nominato esclusivamente tra i soci accomandatari) di convocare l'assemblea sociale, posto che quest'ultimo è l'unico soggetto capace di provvedere a tale onere.

Recente giurisprudenza di legittimità ha però ammesso la convocazione dell'assemblea sottoscritta dal solo socio accomandante posto che “l'atto di convocazione è avvenuto su carta intestata alla società amministratrice” (Cass. Civ. 335/2017).

Continua la Corte stabilendo che ciò che rileva è la spendita del nome della persona giuridica e la conseguente imputazione giuridica alla stessa dell'avviso di convocazione assembleare essendo l'atto imputabile alla società, seppur sottoscritto dal solo socio accomandante.

Sicché, in merito all'approvazione del bilancio, il legislatore, che ha liberato la società in accomandita semplice dall'obbligo di dotarsi di un organo sociale, e consolidati orientamenti della giurisprudenza di legittimità dispongono che tale prerogativa spetta esclusivamente ai soci accomandatari con la conseguenza che se uno è il socio accomandatario, il momento dell'approvazione del bilancio

coincide con quello della sua presentazione agli altri soci (Cass. Civ. 17.02.1996, 1240).

Parallelamente, i soci accomandanti hanno il diritto di avere comunicazione annuale del bilancio e del conto dei profitti e delle perdite e di controllarne l'esattezza consultando i libri e gli altri documenti della società (art. 2320, c. 3 C.C.).

Ne consegue che la convocazione dell'assemblea per l'approvazione del bilancio da parte del socio accomandante è già superflua prima ancora di essere tacciata di nullità. Pertanto, il socio accomandatario, piuttosto che convocare l'assemblea per ragioni strettamente legate al controllo amministrativo (posto che è uno dei pochi poteri riconosciutogli), avrebbe dovuto intimare il diritto di ispezione e controllo. In caso di gravi inadempimenti e irregolarità, è infatti l'accomandatario ad incorrere nella “revoca per giusta causa” allorquando si verifichino la violazione dell'obbligo della corretta tenuta delle scritture contabili, la redazione del bilancio e del conto dei profitti e delle perdite, nonché la mancata comunicazione degli stessi all'accomandante.

Tale conclusione è da ritenersi fondata esclusivamente laddove l'atto costitutivo non disponga diversamente.

Focus Enti Locali


Enti locali: pronta la rinegoziazione dei mutui.


Con il comunicato Stampa 161 del 18/09/2019, il MEF ha annunciato che è stato dato il via al nuovo piano di rinegoziazione dei mutui che Comuni, Province e Città Metropolitane hanno sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e che sono stati poi trasferiti al Ministero dell’Economia e Finanze in attuazione del Dl n. 269 del 2003, noti anche come “mutui MEF”.

In particolare, con la pubblicazione sulla G.U. 218 del 17 settembre 2019 del DM 30/08/2019, adottato in attuazione delle disposizioni contenute nella Legge di Bilancio 2019, vengono infatti rese note le modalità operative per procedere alla rinegoziazione, sono elencati tutti i mutui oggetto di rinegoziazione e sono stabilite le modalità con le quali si procederà alla stessa.

Il perfezionamento delle operazioni di rinegoziazione avverrà tramite il portale dedicato di CDP e comporterà la firma di un apposito contratto e l’individuazione di un nuovo piano di ammortamento. L’operazione consentirà agli enti che aderiranno di ottenere risparmi sulle rate dei mutui, che libereranno risorse per interventi sul territorio. Con successiva comunicazione sul proprio sito (www.cdp.it), CDP renderà nota la data a partire dalla quale gli enti avranno 20 giorni lavorativi per poter aderire alla proposta di rinegoziazione. La procedura sarà gestita da Cassa Depositi e Presiti attraverso il portale “Enti Locali”.

Il comunicato termina chiarendo che sul sito del Dipartimento del Tesoro (www.dt.mef.gov.it)sono pubblicati il decreto ministeriale, lo schema del contratto e l’elenco delle operazioni e degli enti coinvolti nella rinegoziazione dei mutui.

Estrazione revisori Enti Locali


Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

Economia del territorio


Si riporta l’elenco provvisorio delle ultime procedure concorsuali la cui pubblicazione è disponibile sui portali di servizio a curatori e creditori che operano in collaborazione con il Tribunale di Napoli Nord. L’elenco è relativo alle ultime procedure dichiarate, disponibili sino alla n°68/2019.

In netta diminuzione le procedure fallimentari. Nel 2018 le procedure sono state 116, mentre nel 2017 sono state 190. Si ricorda che complessivamente nel 2016 si sono registrate 168 sentenze dichiarative di fallimento; nel 2015 sono state 218 le sentenze emesse, contro le 140 procedure dichiarate nel corso del 2014. Nel 2015 si è registrata l’apertura di 8 concordati e di 3 procedure di composizione di crisi da sovraindebitamento. Nel 2016 i concordati sono stati 12, mentre nel 2017 sono stati 16 e 11 nel 2018. Nel 2019 si registra sui siti di servizio il progressivo procedura n° 8. Nel dettaglio si riportano i dati riscontrabili sui siti di servizio:

Procedure fallimentari

n.d. Fall. 73 03/10/19 Caterino Vincenzo Dott. NN De Vivo Maria
n.d. Fall. 72 03/10/19 Franzese Gianpaolo Avv. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 71 03/10/19 Franzese Gianpaolo Avv. Na Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 70 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall. 69 20/09/2019 Cascone Giuseppina Dott. NN De Vivo Maria
n.d. Fall. 68 20/09/19 Flagiello Domenico Dott. NN Satta Cristiana
n.d. Fall. 67 20/09/19 Fulgente Rosalba Dott. NN Lamonica M.G.
n.d. Fall. 66 19/09/19 Flagiello Domenico Dott. NN Satta Cristiana
n.d. Fall. 65 19/09/19 Fulgente Rosalba Dott. NN Lamonica M.G.
n.d. Fall. 64 07/08/19 Credendino Fabio Dott. NN Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 63 31/07/19 Santarpia Generoso Avv. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 62 29/07/19 Barone Mario Avv. Na De Vivo Maria
n.d. Fall. 61 29/07/19 Accurso Giuseppina Dott. NA De Vivo Maria
n.d. Fall. 60 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. Fall. 59 19/07/19 Soprano Luigi Dott. NA Lamonica M.G.
n.d. Fall. 58 18/07/19 Sorbo Chiara Avv. NN Satta Cristiana
n.d. n.d. 57 Rabuano Arminio Salvatore Santarpia Generoso Avv. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. Fall. 56 18/07/19 Sorbo Chiara Avv. NN Satta Cristiana
n.d. n.d. 55 18/07/19 Soprano Luigi Dott. NA Lamonica M.G.
n.d. n.d. 54 n.d. n.d. n.d. n.d.
G.m.a. Generale Meccatronica Applicata Srl Fall. 53 04/07/19 Iaccarino Angela Dott. CE Di Giorgio Giovanni
n.d. Fall. 52 20/06/19 Rumboldt Carolina Dott. NA Rabuano Arminio Salvatore
n.d. n.d. 51 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 50 n.d. n.d. n.d. n.d.

Altre procedure

Procedura Tipo Num. Data aper. Commiss. Titolo Giudice Delegato
n.d. C.P. 8 02/08/19 Pannella Paolo

Avv.

Na

Di Giorgio Giovanni
n.d. C.P. 7 22/08/19 Caterino Vincenzo Dott. NN De Vivo Maria
n.d. C.P. 6 17/07/19 Marrone Luigi Dott. NN Rabuano Arminio Salvatore
n.d. n.d. n.d. n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 4 18/04/19 Cesiano Davide

Avv.

Na

Lamonica M.G.
Farmacia Manna Giuseppe S.a.s. Del Dott. Manna Mario E C.   CR 3 17/04/19 Coppola Domenico Dott. SA Di Giorgio Giovanni
G.r.a. S.r.l. In Liquidazione   CR 2 17/04/19

Scutiero Francesco 

Sibilio Valentino 

Avv. SA

Dott. NN

De Vivo Maria
n.d. n.d. n.d. n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 11 25/10/18 Petruzzelli Pietro Dott. SMCV Lamonica M.G.
n.d. n.d. 10 07/11/18 Grimaldi Paolo Dott. NA Di Giorgio Giovanni
n.d. n.d. 9 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. n.d. 8 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 7 23/08/18 Orabona Francescopaolo

Dott.

NN

Lamonica M.G.
n.d. n.d. 6 n.d. n.d. n.d. n.d.
n.d. C.P. 5 04/07/18

Corbello Francesco

Trombetta Gabriele

Dott.

NN

Avv

SMCV

De Vivo Maria
n.d. C.P. 4 08/06/18

Capone Angelo

Barone Mario

Dott. NN

Avv Na.

Satta Cristiana
n.d. C.P. 3 08/06/18

Cantone Michele

Cesàro Vincenzo Maria

Dott.

NN

Avv.

Na

Rabuano Arminio Salvatore
n.d. C.P. 2 19/09/18

Pannella Paolo

Sorvillo Giuseppe

Avv.

Na

Dott.

NN

Satta Cristiana
n.d. C.P. 1 n.d. Grimaldi Paolo

Dott.

NA

Lamonica M.G.

Tribunale Napoli Nord: sezione sovra indebitamento.

Il tribunale di Napoli Nord ha attivato una sezione dove sono pubblicati i piani omologati con tutta la documentazione inerente. Per consultare la sezione è possibile raggiungere il seguente link:

http://www.tribunale.napolinord.giustizia.it/sovraindebitamenti.aspx

Fonte: Portale dei Fallimenti di Napoli Nord -realizzato da Zucchetti software giuridico srl; “Procedure.it” di Aste Giudiziarie inlinea Spa; sito internet Tribunale Napoli Nord.

L’ANC Napoli Nord declina qualsiasi responsabilità per errori, inesattezze ed omissioni eventualmente presenti negli elenchi, rinviando i lettori alla verifica dei dati pubblicati presso il Tribunale per verificarne la completezza e l'esattezza dei dati riportati.

Circolari di altri Enti di interesse professionale


Si rende noto che sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Banca dati CERDEF integrata di normativa, prassi e giurisprudenza in materia fiscale.

Accedi alla Banca Dati CERDEF

Le ultime circolari dell'A.d.E.

  • Circolare n. 20 del 9/09/2019

Indici sintetici di affidabilità fiscale – periodo di imposta 2018 – ulteriori chiarimenti in risposta ad alcuni quesiti pervenuti da associazioni di categoria e ordini professionali - pdf

  • Circolare n. 19 del 8/08/2019

Indirizzi operativi e linee guida sulla prevenzione e contrasto dell’evasione fiscale e sull’attività relativa alla consulenza, al contenzioso e alla tutela del credito erariale - pdf

  • Circolare n. 18 del 7/08/2019

Legge di bilancio 2018, n. 205, del 27 dicembre 2017. Articolo 1, commi 937-943. Depositi Fiscali e regime IVA per benzina, gasolio e altri prodotti carburanti o combustibili - pdf

  • Circolare n. 17 del 2/08/2019

Indici sintetici di affidabilità fiscale – periodo di imposta 2018 – primi chiarimenti - pdf

Ultimi Provvedimenti e Risoluzioni A.d.E.

  • Provvedimento del 13/09/2019

Individuazione di immobili di pregio ai sensi dell’art. 3, comma 13, del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351 - pdf - (Pubblicato il 16/09/2019)

Il provvedimento è stato sostituito il 18/09/2019 per la correzione di alcuni errori formali

  • Provvedimento del 12/09/2019

Cambio valute estere del mese di agosto 2019 - pdf - (Pubblicato il 12/09/2019)

  • Provvedimento del 27/08/2019

Cambio valute estere del mese di luglio 2019 - pdf - (Pubblicato il 27/08/2019)

  • Provvedimento del 09/08/2019

Definizione delle modalità di presentazione della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici a far data dal 24/08/2016, di cui all’articolo 18-quater del d.l. 8/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge 45/2017, e del credito d’imposta per gli investimenti nelle zone economiche speciali, di cui all’articolo 5 del d.l. 91/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge 123/2017. Modificazioni al modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, istituito dall’articolo 1, commi da 98 a 108, della legge 208/2015, approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 14/04/2017, come modificato con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 29/12/2017 - (Pubblicato il 09/08/2019)

  • Provvedimento del 08/08/2019

Disposizioni di attuazione dell’articolo 11, comma 4, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201. Sperimentazione di una procedura di analisi del rischio di evasione per le società con l’utilizzo delle informazioni comunicate all’Archivio dei rapporti finanziari - pdf - (Pubblicato il 08/08/2019)

  • Risoluzione n. 84 del 4/10/2019

Modalità di versamento, tramite modello F24, della sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall’articolo 1, comma 7, del decreto legge 14 marzo 2005, n. 35, per il contrasto della contraffazione – Istituzione codice tributo - pdf

  • Risoluzione n. 83 del 27/09/2019

Istituzione dei codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per gli investimenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016, di cui all’articolo 18-quater del decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, e del credito d’imposta per gli investimenti nelle zone economiche speciali (ZES), di cui all’articolo 5 del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91 - pdf

  • Risoluzione n. 82 del 23/09/2019

Istituzione dei codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, dei crediti d’imposta per l’acquisto di veicoli nuovi di fabbrica di categoria M1 a basse emissioni di CO2 e di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e ed L7e elettrici o ibridi, di cui all’articolo 1, commi da 1031 a 1041 e da 1057 a 1064, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 - pdf

Risposte a interpelli e consulenze giuridiche

Ultime risposte a interpelli

  • Risposta n. 389 del 24/09/2019

Interpello articolo 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n. 212 – Data della fattura per le prestazioni di servizi - pdf

  • Risposta n. 388 del 20/09/2019

Articolo 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n. 212 – Decreto ministeriale 17 giugno 2014 - pdf

  • Risposta n. 387 del 20/09/2019

Interpello articolo 11, comma 1, lett. a) legge 27 luglio 2000, n. 212 - nota di variazione - accordo transattivo

  • Risposta n. 386 del 19/09/2019

Obblighi di monitoraggio fiscale e di liquidazione dell’IVAFE – Art. 11, comma 1, lett. a), legge 212/2000

Aliquota IVA applicabile agli integratori alimentari/prodotti sostitutivi dei pasti

Servizi Telematici

  • Modalità di utilizzo del canale di assistenza telematica CIVIS.

Accedi al servizio

  • Come prendere un Appuntamento con l'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale.

Accedi al servizio

  • Web Ticket - Prenotazione di biglietti elimina-code tramite internet:

Accedi al servizio

Le ultime guide fiscali pubblicate da A.d.E.

Si segnalano le seguenti guide edite dall’Agenzia delle Entrate e recentemente aggiornate

Aggiornamento luglio 2019

Aggiornamento giugno 2019

Aggiornamento giugno 2019

Aggiornamento maggio 2019

Aggiornamento marzo 2019

Aggiornamento ottobre 2017

Aggiornamento settembre 2017

INPS: ultimi documenti pubblicati


Si rende noto che sul sito dell’INPS sono stati pubblicati i seguenti documenti:

Vai alla pagina INPS - circolari

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA


In questa sezione verrà data segnalazione di eventi formativi accreditati ai fini della formazione professionale continua.

Calendario delle prossime attività formative

Data Titolo evento Sede

Organizzatore

Accreditante

Tipo Crediti fpc

21/11/2019

8:30 - 13:00

Antiriciclaggio e Privacy nello studio professionale

ODCEC Napoli Nord
Via Diaz,89

Aversa (CE)

ANC Napoli Nord

Unofromat CAF CGN

ODCEC Napoli Nord

Gratuito aula 4 materie obbl.

Avvisi e informazioni utili


Contributo d'iscrizione 2019 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord


Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2019 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in procinto di partire nel brevissimo periodo. Inoltre, attraverso l’adesione, si avrà diritto ad accedere a convenzioni vantaggiose, a ricevere quotidianamente un’utilissima rassegna stampa, oltre ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter sulle notizie di interesse locale e non e poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it. Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per chiedere informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassa Ragionieri: attivo lo sportello previdenza di ANC


Sportello Previdenza è il servizio destinato agli iscritti all’Associazione e curato dall’Associazione Nazionale Commercialisti, il cui obiettivo è di agevolare il rapporto di comunicazione degli iscritti alla Cassa di Previdenza Ragionieri con il proprio ente pensionistico, interessando la figura del Garante dell’Iscritto.

Per informazioni e contatti è possibile contattare la segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti.

Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Giuliana Di Caprio

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese