TX Nefario - шаблон joomla Форекс
logoanc nanord  
 

 

 

 
     

     

Gentile Collega,

Gentile Collega,

Ti trasmettiamo il numero 5-2021 della nostra newsletter, sperando di fare cosa gradita.

Ti ricordiamo che potrai consultare tutti i nostri canali digitali, attivi da sempre: in primis il nostro portale internet, dove potrai trovare tutti i riferimenti per effettuare o rinnovare l'iscrizione, che ti consentirà di accedere a tutti i nostri servizi associativi; il nostro profilo Facebook, ed il canale pubblico Telegram, liberamente consultabile e raggiungibile con o senza iscrizione al seguente indirizzo https://t.me/ancnapolinord

Informativa ANC Napoli Nord n° 5-2021 – 30 gennaio 2021

A cura del Consiglio direttivo ANC Napoli Nord. Hanno collaborato a questo numero:

Antonio Carboni, Mauro Galluccio, Giovanni Granata, Marco Idolo.

Iniziativa benefica: “Commercialisti a sostegno delle famiglie bisognose”.


Prosegue l’iniziativa benefica per aiutare le famiglie in difficoltà economica.

ANC Napoli Nord, UNICO Napoli Nord ed ADC di Napoli Nord hanno avviato una raccolta fondi rivolgendosi al cuore di tutti i Colleghi! Ad oggi già molte le donazioni ricevute. I fondi raccolti saranno destinati alle Caritas o altri enti benefici del territorio di Napoli Nord, eventualmente segnalati dai Colleghi e notoriamente meritevoli di contributo. Per Aversa è stata individuata la Caritas diocesana molto attiva a sostegno di famiglie bisognose.

Con una piccola donazione potremo regalare un sorriso a chi in questo momento ha più bisogno.

Sono accettate donazioni di qualsiasi importo attraverso bonifico appoggiato sull’IBAN IT52D0200874791000103632305 intestato a A.N.C. Napoli Nord – Causale: “raccolta fondi aiuto alimentare Natale 2020”. Grazie di cuore a chiunque vorrà partecipare.

 

 

IN PRIMO PIANO

 

Giustizia tributaria, eliminato il divieto di esercitare attività difensiva per i CTU. Prorogata la scadenza per la presentazione delle domande al 28 febbraio 2021.


Il Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria ha eliminato il divieto di iscrizione nell’albo dei CTU della Giustizia tributaria per i professionisti che esercitino attività di difesa davanti alle commissioni tributarie. Al riguardo si informa che è già disponibile il nuovo modello di domanda di iscrizione nell’elenco speciale dei CTU e dei commissari ad acta ausiliari della giustizia tributaria, nel quale è stato eliminato il requisito di non esercitare attività difensiva tributaria presso le C.T. Il CPGT proroga dal 31 gennaio al 28 febbraio il termine di presentazione della stessa domanda agli Ordini territoriali di appartenenza (in calce il link al fac simile). Si ricorda che l’interessato deve essere già iscritto all’albo dei C.T.U. del processo civile tenuto presso i Tribunali per potere accedere al nuovo albo istituito presso le Commissioni tributarie. Gli aspiranti dovranno inviare all’ Ordine di appartenenza apposita domanda utilizzando il fac simile disponibile sul sito del C.P.G.T. all’indirizzo nella sezione denominata “Albo CTU: modulistica” entro il 28/02/2021. https://www.giustizia-tributaria.it/documentazione

Scarica il modulo di iscrizione all'albo

 

 

 

Revisori Legali: pagamento quota iscrizione entro il prossimo 31 gennaio 2021.

 

 

Si ricorda che domani, 31 gennaio 2021, scade il termine per il versamento del contributo annuale di iscrizione al Registro di Revisori legali. Le istruzioni sulle modalità di pagamento, sono disponibili sul sito Revisione Legale del MEF - Contributi annuali (mef.gov.it)

 

 

Proposte di emendamento CNDCEC al D.Lgs. 139/2005. Sì a due su tre per ANC.

 

 

Il Consiglio Nazionale dell’Associazione Nazionale Commercialisti (ANC), dopo un attento esame delle proposte di emendamento formulate dal CNDCEC per modificare il nostro ordinamento professionale, e dopo aver ascoltato sull’argomento anche i rappresentanti degli Organismi Aderenti.

ha comunicato al Presidente del CNDCEC, Massimo Miani la posizione dell’Associazione in merito e le ragioni sottese.

Si rammenta al riguardo che tali proposte, da inserire nelle imminenti modifiche al milleproroghe, costituirebbero la soluzione individuata dal CNDCEC per superare la situazione di stallo elettorale venutasi a creare dopo il ricorso sulle “quote d genere”. Il Presidente Miani, a tal proposito, ha chiesto agli Ordini ed ai sindacati di esprimere il proprio formale assenso su tutto il pacchetto modificativo nel suo complesso, non offrendo alternative diverse.

In particolare le modifiche riguardano: 1) l’introduzione del principio della parità di genere nei Consigli degli ordini; 2) un’esplicita disposizione normativa che assicuri che gli organi attualmente in carica continuino a esercitare tutte le loro attribuzioni sino all’insediamento dei nuovi organi; 3) l’introduzione delle specializzazioni, senza però senza richiederne il riconoscimento giuridico, né tantomeno riserve o esclusive, anzi scrivendo nero su bianco che il titolo di specialista non comporta riserva di attività professionale.

Il Presidente di ANC, Marco Cuchel, nella lettera inviata al Presidente Miani ha riferito che “al termine delle consultazioni in seno all’Associazione ha prevalso il “senso di responsabilità”, essendo l’associazione “contraria” a riforme parziali e non organiche dell’ordinamento. Sulle specializzazioni, però, non si è riusciti a superare quella posizione critica espressa da tempo”. In sintesi ANC si è espressa concedendo il proprio consenso alle prime due proposte, e non sulla terza relativa alle specializzazioni.

Accorpare il testo sulle specializzazioni alle proposte 1 e 2, funzionali al ripristino di una situazione di legittimità che possa favorire il processo elettorale, non aiuta le stesse a trovare il positivo accoglimento da parte della politica, e risulti anzi di intralcio rispetto allo scopo che dovrebbe essere prioritario per la categoria. Per questo - ha concluso Cuchel nella propria missiva - si chiede al Consiglio nazionale di presentare solo i primi due emendamenti, rimandando il tema delle specializzazioni alla prossima dirigenza di categoria”. Su quest’ultimo punto molte critiche mosse al Presidente Miani, per il fatto di confondere situazioni che invece si riferiscono ad interessi ben diversi e che dovrebbero tenersi ben distinti: il completamento delle operazioni elettorali in corso (diritto e interesse generale della categoria) dalle specializzazioni (interesse non generale e con un obiettivo, in questo momento, di scarsa utilità, tanto più in assenza di prerogative/riserve di legge).

Si rinvia alla lettura della lettera di Cuchel per una piena comprensione delle ragioni sottese alla scelta di ANC, sinteticamente individuabili in una generale impossibilità di valutare esaustivamente il progetto da parte della Categoria; nella convinzione che le specializzazioni debbano essere rivolte a nuovi settori ambiti professionali e non a competenze che siano già ricomprese nel D.lgs. 139/2005; nella perdurante assenza di riserve e nel riconoscimento ad una sola specializzazione per “comprovata esperienza”; oltre ai costi previste per ottenerle, eccessivi vista l’attuale situazione economica che attraversano gli Studi.

Leggi la lettera di ANC al Presidente del CNDCEC

 

 

 

Sindacati divisi sulle modifiche all’ordinamento e gli Ordini?

 

 

Le associazioni sindacali hanno comunicato al Consiglio nazionale la propria decisione in merito ai tre emendamenti al D.Lgs 139/2005. Mentre da ANC è arrivato il sostegno solo alle prime due (quote di genere e prorogatio, ma non sulle specializzazioni),come già specificato, AIDC e Unione Giovani hanno espresso “tre sì” sulle proposte di emendamento, seppur con motivazioni diverse, mentre l’ADC si è detta contraria a tutte le proposte di modifica.

Intanto si attende di conoscere quanti ordini abbiano aderito all’invito di Miani, sebbene quest’ultimo, sembrerebbe aver già depositato le richieste di modifica! Alcuni Ordini si sarebbero espressi in maniera apertamente contraria (leggi l'informativa dell'ODCEC di Latina), mentre per altri non è dato sapere. Infine, da sottolineare che in molti Ordini territoriali non sia stato avviato alcun processo di ascolto degli Iscritti. Al riguardo l’Ordine di Napoli Nord non ha richiesto di esprimersi sull’argomento né agli Iscritti, né tantomeno alle Associazioni presenti sul territorio. Ci si chiede, pertanto, quale e quanto valore possa avere una consultazione di questo genere che, invece, mira ad incidere profondamente sull’ordinamento e sulle vicende stesse degli Ordini?! Intanto cominciano a farsi avanti voci che vogliono giustificare un’elezione ad aprile degli organi del CNDCEC da parte degli attuali (vecchi) consigli degli Ordini, sebben sul punto si sia espresso in maniera fortemente negativa anche lo stesso Prof. Luciani, interpellato proprio dal Presidente Miani per un parere sulle vicende elettorali.

 

 

Agevolazione TARI Comune di Aversa per imprese e professionisti: scadenza al 10 febbraio.

 

 

Si informa che il Comune di Aversa ha prorogato la scadenza del bando per l’esenzione o lo sconto relativo alla Tari per l’annualità 2020, con riferimento alle attività chiuse o che abbiano subito un calo del fatturato durante il primo lockdown della scorsa primavera. Lo ha reso noto il Sindaco della città normanna, Alfonso Golia. “La nuova scadenza, decisa con delibera proposta dall’assessore alle finanze Francesca Sagliocco, è fissata – annuncia Golia – al 10 febbraio. E saranno considerate valide tutte le domande pervenute dopo il termine fissato originariamente. Il bando e le modalità di presentazione della documentazione restano invece invariati. Abbiamo destinato a questo avviso – conclude il sindaco – tre milioni di euro, col chiaro intento di sostenere il principale tessuto economico della città”.

Due le tipologie di contributo previste: a) contributo sotto forma di esenzione dal pagamento della Tari, per quota fissa e variabile, per l’anno 2020, nella misura del 100 (riservato alle imprese e professionisti esercenti attività sottoposte a sospensione a causa dell’emergenza epidemiologica per Covid-19); b) contributo sotto forma di riduzione del pagamento della Tari, per quota fissa e variabile, per l’anno 2020, nella misura del 50% dell’importo complessivamente dovuto (riservato alle imprese e professionisti esercenti attività che, seppure non sottoposte a sospensione per Covid-19, dimostrino di aver subito un decremento del fatturato e dei corrispettivi, ai fini dell’Imposta sul Valore Aggiunto, almeno pari al 30%, desumibile dal confronto tra i dati contabili del I semestre 2020 e quelli relativi al I semestre 2019, a mezzo di apposita autocertificazione). Tra i requisiti occorre autocertificare di essere in regola con il pagamento della TARI dovuta al Comune di Aversa per l’anno 2019 e precedenti. Nell’ipotesi in cui il soggetto richiedente non sia in regola con il pagamento della TARI, dovuta al Comune di Aversa, dovrà regolarizzare il debito o aderire al rateizzo delle somme dovute sottoscrivendo l’Allegato 3 del bando.

Consulta il Bando e scarica la documentazione utile

 

 

Più tempo per l’invio dei dati delle spese sanitarie. La scadenza è l’8 febbraio.

 

 

Si rammenta che, dopo le proteste di ANC sul malfunzionamento del sistema Tessera sanitaria, l’Agenzia Entrate nella giornata del 22 gennaio scorso ha emesso un comunicato stampa con il quale anticipa il differimento della scadenza del 31 gennaio al giorno 8 febbraio. L’estensione del termine – si legge nel comunicato - va incontro alle esigenze rappresentate dalle categorie, anche in considerazione delle criticità tecniche di trasmissione riscontrate nei giorni scorsi. La proroga del termine si intende riferita alla trasmissione di tutte le spese sanitarie sostenute nel 2020, da parte di tutti i soggetti tenuti a tale obbligo.

 

 

DDL Malattia Professionisti: prosegue il pressing di ANC per una rapida approvazione.

 

 

Riprende in Commissione Giustizia al Senato l’esame del disegno di legge che regolamenta il differimento delle scadenze in caso di malattia o infortunio del professionista e l’Associazione Nazionale Commercialisti intende rivolgere a tutte le forze parlamentari il suo appello affinché questa proposta trasversale diventi presto legge.

L’Associazione, al fine di sensibilizzare tutti gli attori su questo argomento, che è ritenuta una vera e propria battaglia di civiltà, sta raccogliendo diverse testimonianze sui territori. Tra le prime segnaliamo quella del nostro Vicepresidente e Consigliere nazionale Mauro Galluccio.

Il riconoscimento del diritto alla salute dei professionisti è una battaglia di civiltà che la nostra Associazioneafferma il Presidente Marco Cuchelporta avanti da sempre e la cui urgenza, anche in ragione dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, è sotto gli occhi di tutti. Il tempo per analizzare ed anche per migliorare opportunamente il testo di questa proposta c’è stato, ora chiediamo a tutte le forze politiche di agire con responsabilità e di non disattendere le speranze di tutti i professionisti del nostro Paese, che da troppo tempo attendono questa legge. Ci aspettiamo dunqueconclude Cuchel – che la Commissione Giustizia decida per la procedura deliberante permettendo così di velocizzare l’iter di approvazione definitiva del testo.”.

Leggi il Comunicato Stampa ANC

Guarda la Videotestimonianza di Mauro Galluccio

 

 

Crediti formativi commercialisti: prorogato al 28 febbraio l'invio dell'autocertificazione.

 

 

Con informativa n 9 del 25 gennaio, il CNDCEC informa i Presidenti dei Consigli degli Ordini dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della proroga al 28 febbraio 2021 per la comunicazione dei crediti formativi conseguiti entro il 31 dicembre 2020. L'indirizzo utile a cui inviare l'autocertificazione è reperibile qui: AUTOCERTIFICAZIONE COMMERCIALISTI

Posticipando la data ultima per l'invio si assicura a tutti gli iscritti nell’albo dei Dottori Commercialisti, la possibilità del riconoscimento dei cfp conseguiti mediante la fruizione dei webinar di formazione per i quali sia stato abilitato il caricamento delle autocertificazioni.

Per quanto riguarda i crediti formativi si ricorda inoltre che con un'informativa del 28 settembre scorso il CNDCEC comunicava che di concerto con il Ministero dell'interno era stato "sospeso" l'obbligo del conseguimento di minimo 20 crediti formativi per l'anno 2020, obbligo recuperabile nelle annualità successive.

 

 

Incentivi imprese: "Selfiemployment" per donne e disoccupati.

 

 

Gli incentivi di "Selfiemployment" cambiano e si rivolgono ad una platea più ampia di destinatari 

Dal 22 febbraio 2021 i finanziamenti di "Selfiemployment" per avviare micro-attività imprenditoriali in tutta Italia e in qualsiasi settore saranno aperti, senza limiti di età, anche a donne inattive (donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative); disoccupati di lunga durata (maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupati in altre attività lavorative, hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)); Neet iscritti al programma Garanzia Giovani (Not in Education, Employment or Training – ovvero maggiorenni che, al momento della domanda risultino iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età e non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale). Le domande di finanziamento possono essere presentate dalle ore 12 del 22 febbraio 2021, esclusivamente online, sulla piattaforma informatica di Invitalia.  

Le richieste di finanziamento saranno valutate in base all'ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Le richieste potranno essere presentate a Invitalia anche prima di costituire la società, sottoponendo solo l'idea da sviluppare. I settori dei progetti imprenditoriali possono riguardareturismo, servizi, produttivo, commercio. Fino al 21 febbraio rimarrà operativo il "vecchio" Selfiemployment rivolto ai giovani fino a 29 anni iscritti al programma Garanzia giovani, privi di un lavoro e non impegnati in percorsi di studio o formazione (Neet). Per maggiori informazioni e notizie consulta la piattaforma informatica di Invitalia.

 

 

Alla Cassazione l’ultima parola in tema di terzo mandato.

 

 

Lo scorso 28 dicembre è stato presentato ricorso innanzi alla Suprema Corte di Cassazione per riformare la decisione emessa dal CNDCEC in tema di terzo mandato e depositata lo scorso 27 novembre. Il massimo organo di Categoria, infatti, rispondendo al reclamo elettorale presentato dai candidati della Lista Facciamo ORDINE, Antonio Carboni e Francesco Vallefuoco, avverso la delibera dell’ODCEC di Napoli Nord di ammissione della lista “ODCEC 2.0” e del suo candidato Presidente, ha ritenuto d’improvviso non più “attuale” il proprio orientamento, esprimendosi per l’ammissibilità della ricandidatura di chi, avendo interrotto anticipatamente il secondo mandato consecutivo con dimissioni volontarie, si è ripresentato nell’attuale procedura elettorale.

Le motivazioni alla base del ricorso sono state spiegate dai due Professionisti in una lettera aperta indirizzata ai candidati della lista antagonista, alla luce di alcune affermazioni formulate da quest’ultimi in un messaggio di auguri agli Iscritti.

Per una corretta informativa si riporta il ricorso notificato ai candidati della Lista ODCEC 2.0 e la lettera ai candidati della Lista “Odcec 2.0”.

Leggi il ricorso in Cassazione contro la decisione del CNDCEC

Leggi la Lettera aperta ai candidati della Lista ODCEC 2.0

 

My Solution: circolare monografica gratuita agli associati per quattro mesi.

 

 

Si informano i Colleghi che, grazie ad un accordo sottoscritto tra ANC Napoli Nord, ADC Napoli Nord e UNICO Napoli Nord con l’agente di zona di My Solution, viene offerta la possibilità di utilizzare in via sperimentale e gratuitamente, per un periodo di prova di 4 mesi, la Circolare Monografica My Solution, senza alcun vincolo di acquisto successivo.

La circolare monografica è un documento operativo che analizza in maniera approfondita l'argomento principale della giornata e, pertanto, può essere in questo particolare momento di emergenza un ulteriore strumento operativo a disposizione dei professionisti.

Per usufruire di tale iniziativa è necessario compilare il FORM cliccando nel link sottostante.

https://partnerup3438.activehosted.com/f/207

Dopo aver inserito ed inviato i dati si riceverà un messaggio di posta elettronica che confermerà l’adesione al servizio gratuito.

 

La Contabilità Economico-Patrimoniale nel settore Pubblico.

 

 

Pubblicato dalla Commissione Sistemi Contabili e Revisione negli Enti Pubblici dell’Ordine di Roma l’e-book “La Contabilità Economico-Patrimoniale nel settore Pubblico”. Il lavoro, curato dal Carlo Tixon, componente la Commissione, raccoglie documenti ed esperienze maturate in anni di attività lavorativa.

Leggi il documento

 

 

 

Osservatorio professionale


Focus tributario


Inapplicabile il principio della scissione della notifica agli avvisi di accertamento degli Enti locali.  

 

 

Tra le tante sentenze, in ultimo la C.T.P. Salerno (120 del 14/01/2021) statuisce che, per quanto concerne i tributi locali, coesiste sia la decadenza che la prescrizione. Pertanto, l’avviso di accertamento, anche se notificato nel termine di legge (31.12 del 5^ anno della annualità’ di riferimento) è illegittimo se lo stesso viene notificato\consegnato al contribuente dopo la scadenza del termine di decadenza. Ciò perché si è, comunque, formato il termine di prescrizione del credito e nulla può, quindi, essere richiesto dall’Ente Civico. In tal senso anche altre decisioni emesse dalla stessa Commissione Provinciale e Regionale, nonché dalla Commissione Provinciale di Caserta.

 

 

Amministratori e soci di SRL: non più dovuti i Contributi Commercianti.  

 

 

Pubblicata il 27/01/2021 l’ordinanza numero 1759 della Cassazione, sezione civile, che, finalmente, interviene sulla questione della doppia posizione contributiva per coloro che sono, al contempo, soci e amministratori di Società a responsabilità limitata, obbligati, da oltre dieci anni, al versamento dei contributi commercianti (per il reddito d’impresa prodotto dalla società) e dei contributi dovuti alla gestione separata (per l’eventuale retribuzione come amministratore).

L’attività di supervisione e di referente per i clienti o i fornitori, nonché l’assunzione di un dipendente, rientrano tutte nelle normali incombenze dell’amministratore, il quale, quindi, è tenuto ad iscriversi esclusivamente alla gestione separata Inpsnon essendo invece dovuti i contributi previdenziali per la gestione commercianti. L’ordinanza non esclude la possibilità della doppia iscrizione, che permane, ma detta un principio ben più importante: le mansioni intellettuali svolte dall’amministratore di una Società a responsabilità limitata non presentano, da sole, le caratteristiche necessarie per poter iscrivere il socio che svolge questo incarico alla gestione commercianti.

Questa annosa questione origina dalla norma di interpretazione autentica (quindi con efficacia retroattiva) contenuta nel comma 11 dell’articolo 12 del DL 78/2010, come convertito dalla Legge 12/2010, che stabiliva il principio generale in base al quale “le attività autonome, per le quali opera il principio di assoggettamento all'assicurazione prevista per l'attività prevalente, sono quelle esercitate in forma d'impresa dai commercianti, dagli artigiani e dai coltivatori diretti, i quali vengono iscritti in una delle corrispondenti gestioni dell'INPS”, restando esclusi i rapporti di lavoro per i quali è prevista l’iscrizione alla gestione separata.

La norma stabilisce che il principio dell’alternatività della contribuzione, in base alla prevalenza, è limitata alle gestioni dipendenti, commercianti, artigiani, coltivatori diretti; imponendo la doppia iscrizione a coloro che svolgono, contestualmente, una seconda attività soggetta a gestione separata. Il caso tipico è il lavoratore dipendente che esercita anche una attività di consulente, che sarà obbligato alla doppia contribuzione.

La prassi, per il caso di coloro che sono, al contempo, soci e amministratori di Società a responsabilità limitata, ha interpretato la norma sopra richiamata in maniera estensiva, ritenendo che costoro dovessero essere soggetti a gestione commercianti per l’attività espletata nell’impresa come socio-amministratore, produttrice di redditi di impresa, e a gestione separata per il reddito percepito per l’incarico. In questo ragionamento è la medesima attività di amministratore a giustificare due diversi obblighi contributivi.

La Corte di Cassazione, con la sopra richiamata ordinanza, interviene stabilendo che l’attività intellettuale di direzione e coordinamento svolta dall’amministratore di società di capitali, se retribuita, è soggetta a contribuzione separata (nei limiti del corrispettivo percepito); che questo incarico, da solo, non ha i requisiti necessari per poter essere inquadrato nella gestione commercianti, e che, in ogni caso, tale iscrizione è esclusa per coloro che sono solo soci di capitale. Graverà sull’INPS l’onere di dimostrare la “partecipazione diretta all'attività materiale ed esecutiva dell'azienda” se vorrà iscrivere il socio-amministratore di Società a responsabilità limitata alla gestione commercianti (di presumibile dimostrazione solo nel caso in cui l’azienda eserciti una attività d’impresa senza dipendenti o collaboratori), dovendosi escludere, grazie all’ordinanza in questione, la possibilità di una iscrizione d’ufficio per il solo fatto di ricoprire entrambe le posizioni di socio e amministratore, come invece finora avvenuto.

 

 

Focus Enti Locali


Revisori Enti Locali: scattano le prime modifiche all’Elenco 2021.

 

 

L’Elenco dei Revisori degli Enti Locali, approvato con il Decreto del Ministero dell’Interno 23 dicembre 2020 ed entrato in vigore lo scorso 1° gennaio 2021, è già stato oggetto di 2 revisioni.

La Direzione centrale per la Finanza locale del Viminale, con i propri Decreti datati 15 e 22 gennaio 2021, pubblicati sul proprio sito istituzionale, ha infatti complessivamente apportato 168 variazioni inerenti all’iscrizione nelle fasce e 4 cancellazioni.

Le modifiche, con i relativi nominativi, sono contenute negli Allegati “A” dei Provvedimenti.

 

Estrazione revisori Enti Locali

 

 

Si ricorda che è operativo sul portale del Dipartimento per la funzione pubblica una funzione di ricerca che agevolmente consente di visualizzare le ultime estrazioni effettuate presso le prefetture delle province della Regione per l’esercizio della funzione di revisore dell’Ente locale.

Consulta le estrazioni più recenti

Collegati al sito

 

 

SPECIALE CORONAVIRUS


Si informa che l’ODCEC di Milano ha attivato sul proprio sito web una sezione speciale dedicata all'emergenza COVID-19 dove sarà possibile reperire informazioni, ma anche indicazioni operative utili per tutti i colleghi in questo difficile momento.Leggi speciale-coronavirus

 

 

Confprofessioni - Linee guida test sierologici

 

 

Pubblicate da Confprofessioni specifiche linee guida sui test sierologici. Leggi le linee guida

 

 

Emergenza covid-19 e locazioni commerciali: brevi note operative.

 

 

Si informa che sul portale di ANC Napoli Nord è disponibile per la libera consultazione un interessante documento, redatto dal Collega Pasquale Ristorato, contenente brevi note operative sulle modalità di fruizione del credito d’imposta previsto per le locazioni commerciali e sulle diverse possibilità di modifica contrattuale delle locazioni, e relativi adempimenti, per venire incontro alle esigenze di conduttori e proprietari. Consulta il documento

 

CNPR: le iniziative a sostegno degli Iscritti.

 

 

Si riporta di seguito il link alle iniziative intraprese dalla cassa presieduta da Luigi Pagliuca, per venire incontro alle esigenze degli Iscritti.

I servizi attivati da CNPR

 

Confprofessioni – Misure a favore degli studi professionali

 

 

Trasmettiamo l’informativa di Confprofessioni che descrive le iniziative a supporto degli Iscritti e dei loro dipendenti.

Leggi l’informativa

 

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha pubblicato i seguenti documenti di ricerca:


Contributo a fondo perduto per i Comuni in stato di emergenza

Pubblicato dalla Fondazione un documento che esamina la disciplina prevista dal comma 4 dell’articolo 25 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto “Rilancio”) in materia di contributi a fondo perduto a favore dei contribuenti aventi il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi (sismi, alluvioni o altri eventi naturali avversi).

Consulta il documento

 

Le disposizioni in materia di società, enti e giustizia - Terzo aggiornamento

Il documento esamina le misure urgenti in materia di società ed enti nonché di giustizia civile, penale, amministrativa e contabile adottate dal Governo per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Leggi il documento

 

Le misure a sostegno della liquidità e delle attività - Terzo aggiornamento

Il documento passa in rassegna le misure in favore di famiglie, lavoratori e imprese e di sostegno della liquidità del tessuto economico produttivo adottate dal Governo per contrastare l'emergenza epide­miologica da COVID-19. Leggi il documento

 

 

Emergenza COVID-19. Raccolta circolari e decreti utili.


Normativa nazionale: provvedimenti emessi dal Governo.

 

 

Sul portale del Governo è disponibile l’archivio dei provvedimenti attualmente vigenti, approvati dal Governo in seguito all'emergenza sanitaria internazionale. Si possono consultare direttamente cliccando qui, oppure collegandosi alla sezione specifica sul portale, digitando il seguente link:

http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus-la-normativa/14252

 

Ordinanze emesse dal Presidente della Regione Campania

 

 

Sul portale della Regione Campania è riportato l’archivio di tutte le ordinanze emesse dal Presidente De Luca nel periodo emergenziale.

È possibile scaricare le ordinanze cliccando qui o collegandosi alla sezione specifica sul portale, digitando il seguente link:

http://www.regione.campania.it/regione/it/la-tua-campania/coronavirus-kyxz/ordinanze-del-presidente-della-regione-campania

 

 

NOTIZIE DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE


Risposte alle istanze di consulenza giuridica

Consulta la sezione

 

Risposta n. 1 del 14/01/2021

Articolo 17-bis del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 - Requisito dell'utilizzo di beni strumentali di proprietà del committente - pdf

 

Principi di diritto

Consulta la Sezione

 

Principio di diritto n. 1 del 11/01/2021

Articolo 26 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.633 - Limiti all'emissione della nota di variazione - pdf

 

Le ultime risposte agli interpelli

Consulta la sezione

 

Risposta n. 65 del 28/01/2021

Superbonus - Interventi di riqualificazione energetica su immobile ad uso promiscuo - Articolo 119 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio) - pdf

 

Risposta n. 64 del 28/01/2021

Superbonus - Fondazione iscritta all'anagrafe delle Onlus - Articolo 119 e 121 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio) - pdf

 

Risposta n. 63 del 28/01/2021

Superbonus - Situazione esistente all'inizio dei lavori - Articolo 119 e 121 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio versione in vigore al 31/12/2020) - pdf

 

Risposta n. 62 del 28/01/2021

Superbonus - Unità immobiliare funzionalmente indipendente e dotata di ingresso autonomo - articolo 119 e 121 del Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio versione in vigore al 31/12/2020) - pdf

 

Risposta n. 61 del 28/01/2021

Superbonus - Professionista abilitato e visto di conformità - articolo 119 e 121 del Decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio in vigore al 31/12/2020) - pdf

 

Le ultime circolari

Consulta la sezione

 

Circolare n. 1 del 22/01/2021

Rideterminazione del valore di partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e di terreni edificabili e con destinazione agricola – Art. 1, commi 693 e 694, della L. 27 dicembre 2019, n. 160, Articolo 137 del DL 19/05/2020, n. 34 convertito, con modificazioni, dalla L 17/07/2020, n. 77 e Art. 1, commi 1122 e 1123, della L.178/2020 – Ulteriori chiarimenti e recepimento dell’indirizzo espresso dalle Sezioni Unite della Cassazione con le sentenze nn. 2321 e 2322 del 2020

 

Ultimi Provvedimenti del Direttore

Consulta la sezione

 

Provvedimento del 29/01/2021

Provvedimento Lotteria degli scontrini (modifiche) - pdf - (Pubblicato il 30/01/2021)

 

Provvedimento del 27/01/2021

Modalità e termini delle comunicazioni all’anagrafe tributaria delle iscrizioni, variazioni e cancellazioni negli albi, registri ed elenchi tenuti dagli ordini professionali, enti ed uffici preposti, previsti dall’articolo 7, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 605 - (Pubblicato il 28/01/2021)

 

Provvedimento del 22/01/2021

Proroga dei termini per l’utilizzo, ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata 2021, dei dati delle spese sanitarie messi a disposizione dal Sistema Tessera sanitaria

 

Le ultime risoluzioni

Consulta la sezione

 

 

NOTIZIE DALL’INPS


Circolare n. 9 del 25/1/2021

Importo dei contributi dovuti per l’anno 2021 per i lavoratori domestici

 

Circolare n. 8 del 21/1/2021

Indennità antitubercolari. Importi da corrispondere per l’anno 2021

 

Circolare n. 7 del 21/1/2021

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, dell’indennità di disoccupazione agricola e dell’assegno per le attività socialmente utili relativi all’anno 2021

 

Gli ulteriori messaggi e circolari INPS sono prelevabili cliccando qui, o collegandosi alla sezione specifica sul portale, digitando il seguente link: https://www.inps.it/Search122/Circolari.aspx

 

 

Altre informazioni utili


ANC: onorari consigliati per l’anno 2020.

 

 

Si ricorda che sul portale ANC è disponibile per la pubblica consultazione il prontuario “onorari consigliati per l’anno 2020”, predisposto da ANC in collaborazione con ANC Livorno. Il prontuario contiene anche un’apposita sezione “Covid 19” dove sono stati valorizzati i compensi legati alle principali pratiche svolte alla clientela nel periodo emergenziale.

Un ringraziamento al collega Carlo Fabri che ha fornito un fattivo contributo alla redazione del documento. Nel merito si segnala altresì l’articolo pubblicato sulla testata Eutekne.info con un intervento del Presidente ANC. Scarica il prontuario "Onorari consigliati 2020"

 

 

Contributo d'iscrizione 2021 all'Associazione Nazionale Commercialisti Napoli Nord

 

 

Il Consiglio direttivo della sezione Napoli Nord dell’Associazione Nazionale Commercialisti ha determinato il contributo d'iscrizione annuale per l’anno 2021 in euro 60,00. Di tale importo si precisa che circa il 40% viene riversato dall’associazione locale all’ANC Nazionale.

Il contributo sarà utilissimo per finanziare tutte le attività sindacali che la nostra associazione sta portando avanti sul territorio e le altre che sono in programmazione, oltre che per accedere a tutte le convenzioni operative, a ricevere la rassegna stampa quotidiana, ad essere aggiornati settimanalmente con la newsletter, e a poter avere accesso ai percorsi formativi che l’associazione organizzerà, anche a quelli e-learning.

Il versamento della quota può essere effettuato con bonifico da appoggiare sul c/c bancario UNICREDIT intestato ad “Associazione Nazionale Commercialisti di Napoli Nord” - IBAN: IT52D0200874791000103632305 – specificando nominativo, ordine di appartenenza e matricola, codice fiscale. Le coordinate per il pagamento della quota d’iscrizione, assieme al modulo di adesione, saranno a breve anche compilabili sul portale internet all’indirizzo: www.ancnapolinord.it.

Per segnalare articoli e documenti di interesse comune è possibile inviare un messaggio con i propri riferimenti personali all’indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per chiedere informazioni generali:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

 

 

 

Associazione Nazionale Commercialisti  Napoli Nord

 

Consiglio direttivo

Presidente

Antonio Carboni

Vicepresidenti

Mauro Galluccio

Enza Pisano

Segretario

Marco Idolo

Tesoriere

Giuliana Di Caprio

Consiglieri

Filippo Cacciapuoti

Carlo D'Abbrunzo

Giovanni Granata

Salvatore Iorio

Nicola Padricelli

Vincenzo Panico

Pasquale Ristorato

Collegio dei revisori

Luigi Apicella

Corrado Civile

Felice Tranchese