TX Nefario - шаблон joomla Форекс
cOMUNICATO sTAMPA 2  
 

 

 

 
     

     

logoanc nanord

 

 

Obbligo formativo

Per Napoli Nord occorrono principi diversi di valutazione per il triennio 2014/2016!

Sono pervenute all’attenzione di quest’Associazione diverse segnalazioni da parte di Iscritti all’Ordine di Napoli Nord, destinatari di comunicazioni in relazione a presunti inadempimenti dell’obbligo formativo. Sul tema si ritiene utile condividere pubblicamente alcune riflessioni e suggerimenti operativi, indirizzati agli organi preposti, premettendo di essere pienamente d’accordo sull’assunto generale che la formazione professionale continua sia uno specifico dovere (giuridico e deontologico) del Professionista, la cui violazione comporta senza dubbio un illecito disciplinare. e che l’Ordine debba vigilare sul corretto assolvimento dell’obbligo da parte degli Iscritti.

Appare doveroso, tuttavia, operare alcune considerazioni che riguardano il periodo formativo posto sotto osservazione: il triennio 2014/2016.

È utile ricordare, per una migliore comprensione della problematica, che il CNDCEC, al fine di uniformare l'azione dei Consigli di disciplina territoriali, ha definito una “griglia” di sanzioni da comminare in caso di inosservanza dell’obbligo, raccomandando la censura nel caso in cui l’iscritto abbia raggiunto meno di 90 crediti nel triennio, ma più di 60 (e meno di 9 crediti obbligatori) e la sanzione della sospensione, con graduazione diversa della pena, nei casi in cui siano stati maturati meno di 60 crediti.

Tale tabella, ad avviso di chi scrive, nel caso dell’ordine di Napoli Nord, non può essere recepita passivamente, per le motivazioni di seguito esposte.

Bisogna considerare, infatti, che il triennio 2014/2016 è stato un periodo durante il quale si sono verificati fatti straordinari: il 1° gennaio 2016, infatti, è entrato in vigore il nuovo Regolamento sulla Formazione Professionale Continua, che ha modificato la materia, interessando soggetti che prima erano esonerati e riformando anche le modalità di conseguimento dei crediti.

Altro evento straordinario, che ha interessato il triennio in esame, riguarda la costituzione dell’Ordine di Napoli Nord, nato a marzo 2014 e retto da un Commissario sino a luglio 2014, allorquando è stato eletto il primo consiglio dell’Ordine.

Tali accadimenti costituiscono l’imprescindibile premessa logica che è necessario adottare nell’iter di valutazione del corretto assolvimento dell’obbligo formativo da parte degli Iscritti all’Albo di Napoli Nord. Tali circostanze, del tutto straordinarie, giustificano una rimodulazione delle sanzioni raccomandate, a partire dall’eliminazione della censura per coloro che hanno maturato meno di 90 crediti ma più di 60. È bene ricordare, infatti, che le prime attività formative realizzate nel corso del 2014, risalenti ad ottobre, hanno scontato le lentezze legate all’avvio burocratico dell’Ente. In totale nel 2014 sono state realizzate 56 ore di formazione, tutte svolte nel periodo ottobre – dicembre, e quasi la metà delle quali proposte in un’area fortemente specialistica quale quella della revisione degli enti locali. Negli anni successivi, 2015 e 2016, l’offerta formativa dell’Ordine è stata sicuramente più attenta anche alle esigenze di una platea più numerosa di Iscritti. Tuttavia, le attività di comunicazione dell’Ordine hanno, in quegli anni, scontato le lentezze legate alle difficoltà burocratiche dell'avvio, soprattutto riguardo alla messa a regime di tutti gli strumenti (recapiti degli iscritti, posta elettronica, sito internet) necessari per comunicare in maniera adeguata l’offerta formativa a tutti gli Iscritti, e per porre ciascun Iscritto in condizione di scegliere liberamente, in relazione alle proprie esigenze professionali, le attività formative da svolgere ai fini dell’assolvimento dell’obbligo.

Le complessità burocratiche, dunque, sebbene non assolutamente riconducibili all’azione amministrativa del Consiglio, ma alla straordinaria circostanza della costituzione stessa dell’Ordine, hanno generato non pochi disagi agli Iscritti.

Fatte queste doverose considerazioni e precisazioni, si ritiene che la particolarità e l’unicità di quanto rappresentato, riferibili esclusivamente all’ODCEC di Napoli Nord, costituiscono una necessaria e giusta “motivazione” per riformulare la tabella sanzionatoria raccomandata dal CNDCEC ai Consigli di disciplina territoriale, tenendo conto delle “circostanze attenuanti” previste dallo stesso codice delle sanzioni.

A mero titolo di suggerimento operativo, dunque, si ritiene che esistano elementi e condizioni per poter sostituire la sanzione della censura con un semplice “richiamo” laddove l’Iscritto abbia maturato almeno 60 crediti (in luogo dei 90 suggeriti nel prospetto valido per tutti gli altri Ordini), senza distinzione tra crediti obbligatori e non, e graduando di conseguenza tutte le successive sanzioni previste per il mancato assolvimento dell’obbligo (censura nel caso di un numero di crediti compresi tra 30 e 60, e sospensione nei casi residuali).

Stesse considerazioni si suggeriscono nell’esame di quei casi di Iscritti, in capo ai quali sono intervenuti nuovi obblighi di formazione in sostituzione dei precedenti casi di esonero, forse non adeguatamente informati delle novità introdotte dal 1° gennaio 2016.

Tale soluzione trova precedenti con quanto già deliberato in passato da diversi Ordini in occasione delle modifiche regolamentari e sanzionatorie intervenute sulla materia, contemperando le esigenze e gli interessi di tutte le parti.

L’ANC Napoli Nord, rendendosi sin d’ora disponibile ad una discussione sul tema, pur nel rispetto di ruoli e funzioni, confida che gli organi preposti all’esercizio della funzione disciplinare, solo ai quali compete esprimersi sulle soluzioni proposte, considerino quanto esposto e valutino le condizioni per formulare un giudizio sulla problematica, facendo chiarezza su una vicenda che coinvolge e preoccupa molti Colleghi.

Il Presidente

Antonio Carboni

 

 

Codice Fiscale: 90039200614

Telefax: 081.5037640 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.ancnapolinord.it